Posts tagged ‘termografia’

2017

DEEP RENOVATION CONDOMINIO

MONTESILVANO giovedì 16 novembre 9.00/13.00
Sea Lion Hotel via Aldo Moro 65

PROGRAMMA

prima sessione
INQUADRAMENTO NORMATIVO, LINEE GUIDA E CASI STUDIO

  • Il patrimonio edilizio esistente. Lo stato di fatto e le opportunità di riqualificazione offerte dalle politiche di incentivazione
    Lara Bassi – redazione azero | EdicomEdizioni
  • Gli interventi di rigenerazione urbana: dalla scala edificio alla scala quartiere. I protocolli GBC come linee guida di intervento
    Gianluca Mezzanotte – vice segretario Chapter Abruzzo-Molise
  • Gli interventi a livello di edificio condominiale: dalla messa in sicurezza e riqualificazione alla demolizione e ricostruzione. Casi studio
    Dario Subrizi – COAF socio GBC Italia
  • La riqualificazione energetica dei condomini: dalla normativa di riferimento alle indagini strumentali di diagnosi energetica per un corretto risanamento del sistema edificio/impianto
    arch. Carmela Palmieri, arch. Fabio Armillotta | C.A.Sa. Costruire Abitare Sano – Pescara

seconda sessione
SOLUZIONI TECNOLOGICHE DI INTERVENTO SULL’INVOLUCRO E SUGLI IMPIANTI

  • Involucro: impermeabilità e protezione attiva degli edifici. Soluzioni innovative per la durabilità, la valorizzazione e il benessere degli ambienti
    ing. Roberto Di Biase – technical manager
  • Impianti: i moderni generatori a basamento a condensazione per condomini, i sistemi smart di monitoraggio, controllo e incremento dell’efficienza energetica
    p.i. Alberto Zardini – technical manager
  • Involucro: sistemi costruttivi a secco per ristrutturazione degli ambienti interni e rinnovo delle facciate esterne
    ing. Gabriele Russo – technical manager

dibattito e conclusioni

Crediti formativi
Architetti 4 cfp
Geometri 2 cfp

D165_Locandina

2017

LA TERMOGRAFIA applicata all’edilizia storica

Nell’ambito dei corsi di restauro dei dipinti murali della prof. Elisabetta Sonnino, il giorno 23 maggio alle ore 10.00, presso l’Accademia delle Belle Arti di L’Aquila, l’arch. Fabio Armillotta terrà una lezione sulle applicazioni della termografia all’infrarosso nel settore dell’edilizia storica e del restauro.

La lezione rientra nel progetto cantiere-scuola per lo studio ed il restauro dei dipinti murali che si svolgerà nel mese di luglio presso il chiostro dell’ex Convento di San Panfilo di Spoltore.

L’interessante edificio di fondazione quattrocentesca è oggetto di importanti lavori di restauro progettati e diretti dallo studio CASa Associati di Pescara e realizzati dall’impresa Madis costruzioni.

D160_locandina

2015

Seminario gratuito sulla termografia a San Salvo

D146_banner-Termografia

Giovedì  12 novembre 2015 alle ore 15.00, presso la sala conferenze del Centro Lianet (via Sandro Pertini, San Salvo – CH) si terrà il seminario teorico-pratico sulle applicazioni della termografia nel settore edile. L’evento è  organizzato dai Consigli degli Ordini degli Architetti P.P. e C. delle provincie di Chieti e Campobasso con la società Costruire Abitare Sano di Pescara. Dopo i saluti degli architetti Guido Puchetti e Franco Trovarelli, Fabio Armillotta illustrerà le diverse applicazioni della termografia nel campo edile, con la presentazione di numerosi casi studio.

PROGRAMMA
ore 15.00 – Registrazione
ore 15.15  – Saluti e apertura dei lavori
arch. Guido Puchetti – presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. di Campobasso
arch. Franco Trovarelli – presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. di Chieti
ore 15.30 – Le applicazioni della termografia nel settore della riqualificazione edilizia
arch. Fabio Armillotta – C.A.Sa. Costruire Abitare Sano
ore 18.30 – Dibattito
ore 19.00 – Chiusura dei lavori

iscrizioni: segreteria dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. della provincia di Chieti: architettichieti@awn.it; 0871.33091

Saranno erogati Crediti Formativi Professionali, la cui richiesta è stata inoltrata al consiglio nazionale.

.

| scarica locandina |

2014

Convenzione tra C.A.Sa. e Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Chieti

E’ stata approvata nella seduta del Consiglio del 27 maggio 2014, la convenzione tra C.A.Sa. e l’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Chieti, che offre agli iscritti all’Ordine prezzi agevolati per il noleggio di termocamera (FLIR B620, serial n. 404002122) con operatore qualificato (certificato livello 2 ai sensi della norma ISO 9712 ex EN 473 nel settore edile).

In generale, la termografia è una tecnica di indagine che consente di individuare e localizzare le anomalie termiche a cui possono corrispondere vizi costruttivi e alcune delle sue applicazioni in ambito edilizio sono:
– ricerca dei ponti termici e verifica dell’isolamento;
– individuazione dei fenomeni di umidità (risalita capillare, condensazione, infiltrazione);
– rilievo strutturale di edifici in c.a. e in muratura;
– ricerca di perdite degli impianti idrici e di riscaldamento;
– applicazioni per il restauro.

In tema di efficienza energetica la termografia applicata all’analisi degli edifici è un utile strumento di indagine non invasiva, che consente di ottenere informazioni utili per verificare la corretta esecuzione della costruzione (collaudo energetico) e di esaminare lo stato di un edificio esistente (audit energetico), permettendo di individuare e localizzare dispersioni energetiche dell’involucro e degli impianti termici, riconoscere i ponti termici, evidenziare anomalie termiche e criticità che denunciano problematiche in atto sull’edificio. Il grande vantaggio di questo metodo è legato al carattere di non invasività e alla versatilità della tecnica, che viene eseguita senza contatto diretto con l’oggetto esaminato e senza interferire con le normali condizioni di esercizio dell’immobile. L’analisi termografica consente di:

– indirizzare in modo mirato gli interventi di riqualificazione energetica, con notevoli vantaggi anche di tipo economico;
– verificare la corretta esecuzione dei lavori, sia nel caso di riqualificazione che di nuova costruzione;
– effettuare monitoraggi finalizzati allo studio nel tempo di un sistema costruttivo;
– realizzare il collaudo energetico per il rilascio della certificazione energetica di un edificio.

>>> scarica convenzione <<<

 

termo convenzione

2013

La termografia per la diagnosi energetica degli edifici

Corso di aggiornamento professionale

locandina TERMOGRAFIA piccolaSi terrà il prossimo 31 gennaio il corso di aggiornamento professionale che approfondisce le potenzialità di utilizzo della termografia per la diagnosi energetica.

La diagnosi energetica degli edifici è lo strumento più efficace per promuovere in modo concreto azioni di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente, mediamente caratterizzato da notevoli inefficienze. La diagnosi energetica, infatti, attraverso la fase conoscitiva, fornisce tutti gli elementi utili per il calcolo, la certificazione e la corretta valutazione dell’intervento di riqualificazione energetica.

Il corso di 8 ore, strutturato in 1 modulo didattico teorico e 1 modulo di esercitazione pratica, intende fornire ai liberi professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche ad una corretta diagnosi energetica con l’ausilio della tecnica termografica.

Il corso si terrà a Pescara presso la sede della FOCUS srl in via Santina Campana n. 24.
.

Per maggiori informazioni rivolgersi alla segreteria organizzativa:

FOCUS srl
Via Santina Campana, 24 – 65125 Pescara (PE)
Tel. +39 085 4159868 / 4164995 – Fax +39 085 9112092
info@focus.abruzzo.it
segreteria@focus.abruzzo.it

Si ricorda che le spese per la formazione continua dei professionisti iscritti agli albi sono deducibili dal reddito di lavoro autonomo nel limite del 50%, così come indicato al punto 2.1 della circolare n. 35/E del 20 settembre 2012 dell’Agenzia delle Entrate.

>>> scarica la locandina <<<                               >>> scarica il programma <<<

2012

UMIDITÀ DA CONDENSAZIONE, patologie, diagnosi e sistemi d’indagine

La crescente attenzione alle tematiche del risparmio energetico stanno portando alla realizzazione di edifici che consumano sempre meno energia, ma che a volte trascurano gli aspetti igrometrici. Infatti, non sempre si valuta che la presenza dei ponti termici in un edificio, oltre a determinare notevoli dispersioni di calore, può diventare anche causa della diminuzione del comfort abitativo e della loro salubrità e igiene. Paradossalmente proprio gli edifici a basso consumo energetico, se non adeguatamente progettati, possono presentare problemi di umidità da condensazione più rilevanti rispetto a quelli costruiti qualche decennio fa.

Di fatto, l’effetto dei ponti termici aumenta proporzionalmente alla qualità energetica dell’involucro: se un edificio ha un involucro ben isolato e a tenuta con una dispersione termica globale abbastanza bassa, evidentemente la parte di energia dispersa attraverso i ponti termici assumerà un’importanza maggiore rispetto al caso di un edificio con un involucro scarsamente isolato, che ha quindi dispersioni molto elevate.

Questo effetto “percentuale” delle dispersioni dei ponti termici nell’ambito del bilancio energetico di un edificio è poi notevolmente amplificato e reso “patologico” dalla presenza di veri e propri errori progettuali nella definizione delle caratteristiche termiche delle diverse parti dell’involucro edilizio.

Non è raro imbattersi in progettazioni e realizzazioni che, a fronte di soluzioni a elevato isolamento termico per la parete corrente, presentano su travi e pilastri una semplice tavella in laterizio o un esiguo strato di materiale isolante. In questi casi è evidente che il problema delle dispersioni termiche è associato all’abbassamento di temperatura in quei punti e alla formazione di condense.

Infatti, negli ultimi decenni, i problemi legati alla formazione di condensa e alla conseguente comparsa di macchie di umidità e di muffe sulle pareti degli ambienti abitati sono tra le patologie più diffuse nell’ambito delle costruzioni. Le cause che alimentano queste problematiche sono molteplici e possono, in certi casi, combinarsi tra loro rendendo difficile l’individuazione della natura precisa del fenomeno.

....

leggi l’articolo completo pubblicato sulla rivista “azero”