Archive for ‘archivio news’

2017

IL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI E LE PRIME ESPERIENZE GIURISDIZIONALI

SULMONA – 22 Settembre 2017 ore 15.00
sede Sviluppo Italia
(Zona Industriale, S.S. 17 km 95.5)

ISEA_005_LOCANDINA-intera

A seguito del successo del primo corso di aggiornamento professionale sul Nuovo Codice degli Appalti Pubblici –  svolto a Sulmona nel periodo dal 9 Giugno al 9 Luglio –  il Consorzio ISEA, le cui attività sono coordinate dall’arch. Fabio Armillotta,  ha organizzato  un  evento di approfondimento che si terrà, sempre presso la sede di Sviluppo Italia di Sulmona, nel pomeriggio di Venerdì 22 Settembre e sarà dedicato all’analisi delle tematiche di maggiore interesse alla luce delle prime applicazioni giurisprudenziali del Codice, delle Linee Guida ANAC e della più recente dottrina.

In tale occasione è previsto l’intervento del Presidente del TAR L’Aquila Antonio Amicuzzi e una tavola rotonda a cui parteciperanno i principali rappresentanti degli enti pubblici, dei professionisti e delle imprese, tra cui il Vicepresidente dell’ANCE Nazionanale Edoardo Bianchi.

www.consorzioisea.it

scarica iscrizione scarica programma scarica ocandina

2017

Concluso il primo lotto del restauro degli affreschi dell’ex Convento di San Panfilo

SPOLTORE, 2017

Grazie alla collaborazione tra la prestigiosa Accademia di Belle Arti dell’Aquila e i fratelli Cerulli Irelli, proprietari del bene, è stato attivato il primo cantiere-scuola di restauro della Provincia di Pescara. I lavori riguardano il restauro delle lunette affrescate del chiostro seicentesco dell’ex Convento di San Panfilo a Spoltore, nell’ambito degli interventi di consolidamento e restauro architettonico dell’intero complesso progettati e diretti dallo studio CASa Associati degli architetti Armillotta, Palmieri e Santomauro.

Il cantiere scuola è un vero e proprio progetto pilota ed ha l’ambizioso obiettivo di realizzare un esempio replicabile di intervento di restauro sui beni artistici integrato al restauro architettonico del manufatto.

Il cantiere scuola, sviluppato anche grazie alla collaborazione di “Officina L’Aquila”, consente a numerosi studenti dell’ultimo anno del Corso di Restauro dell’Accademia di impegnarsi in modo diretto nel restauro dei dipinti gravemente danneggiati, seguendo una precisa metodica di studio e di intervento.

Foto 5Le decorazioni delle 26 lunette del chiostro, raffiguranti le storie di S. Francesco d’Assisi e di S. Francesco di Paola, erano infatti interessate da alterazioni sia strutturali che estetiche estese su una superficie di più di 100 metri quadri che necessitava di urgenti interventi. L’intervento prevede nelle sue linee generali, una preliminare fase di studio e documentazione delle decorazioni a cui seguono le operazioni di messa in sicurezza di tutti i dipinti.

Foto 4

Nella fase conoscitiva è stata eseguita un’attenta campagna diagnostica sia in situ che in laboratorio; in particolare è stata realizzata una mappatura con la termografia ad infrarossi, coordinata dall’arch. Cristina Santacroce, per valutare l’adesione dell’intonaco al supporto e la presenza di eventuali aperture, al fine di supportare la conoscenza del complesso palinsesto dell’edificio. In particolare, un interessante settore di ricerca, teorico e pratico, è stato avviato per l’alterazione dei dipinti relativi alle storie di S. Francesco di Paola, causata dalla presenza di pigmenti a base di piombo, oggi anneriti.

Data l’estensione delle superfici, in questa prima fase del cantiere, sono state scelte delle lunette campione su cui effettuare il completamento del restauro che contempla le fasi di pulitura, stuccatura e reintegrazione pittorica. Gli allievi sono coinvolti in tutte le fasi di lavoro, al fine di implementare il loro percorso formativo e diversi di loro utilizzeranno questa esperienza per l’elaborazione della tesi di laurea.

I lavori si svolgono sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo, con il supporto della Madis Costruzioni, l’impresa che da alcuni anni sta eseguendo gli interventi di consolidamento e di restauro architettonico dell’intero complesso.

Foto 7

2017

Nuovo Codice degli Appalti

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Nei mesi di Giugno e Luglio il Consorzio ISEA, a seguito dell’entrata in vigore del decreto legislativo n.50/2016 (Nuovo codice degli appalti e concessioni), ha organizzato un corso di aggiornamento professionale dal titolo “NUOVO CODICE DEGLI APPALTI: soggetti, procedimenti e atti nella realizzazione delle opere pubbliche dopo il nuovo codice dei contratti e le linee guide ANAC”.

ISEA_005_LOCANDINA

L’evento formativo, rivolto a liberi professionisti, RUP, dirigenti e funzionari di stazioni appaltanti, fornitori delle PA, imprenditori e a tutti i professionisti interessati, si articolerà in dieci incontri (2 a settimana) a partire da martedì 6 Giugno. L’obiettivo del corso è quello di fornire una panoramica attuale e dettagliata dell’area tematica “Appalti”, valutata sia con riguardo ai contesti di operatività sia con riguardo ai soggetti coinvolti, ed ha l’obiettivo di coniugare la normativa di riferimento alla pratica dei professionisti dell’area tecnica, tenuto conto degli orientamenti, delle interpretazioni e delle best practice del settore.

scarica iscrizionescarica programmascarica ocandina

2017

LA TERMOGRAFIA applicata all’edilizia storica

Nell’ambito dei corsi di restauro dei dipinti murali della prof. Elisabetta Sonnino, il giorno 23 maggio alle ore 10.00, presso l’Accademia delle Belle Arti di L’Aquila, l’arch. Fabio Armillotta terrà una lezione sulle applicazioni della termografia all’infrarosso nel settore dell’edilizia storica e del restauro.

La lezione rientra nel progetto cantiere-scuola per lo studio ed il restauro dei dipinti murali che si svolgerà nel mese di luglio presso il chiostro dell’ex Convento di San Panfilo di Spoltore.

L’interessante edificio di fondazione quattrocentesca è oggetto di importanti lavori di restauro progettati e diretti dallo studio CASa Associati di Pescara e realizzati dall’impresa Madis costruzioni.

D160_locandina

2017

Nuovo Prezzario 2016 della Regione Abruzzo

E’ stato pubblicato sul B.U.R.A.T. n. 10 Ordinario del 08/03/2017, l’aggiornamento 2016 del Nuovo Prezzario della Regione Abruzzo, approvato con D.G.R. n.715 del 15/11/2016.

La proposta di aggiornamento, curata dal consorzio ISEA, è stata esaminata dal CEREMOCO in data 20/05/16 e approvata  dal Comitato Regionale Tecnico Amministrativo Sezione Lavori Pubblici della Regione Abruzzo, nella seduta del 28.06.16.

Il prezzario della Regione Abruzzo, ad oggi è considerato tra i più avanzati a livello nazionale. Infatti dal 2013 si è passati,  per la definizione dei prezzi, dalla semplice ricerca di mercato a singole e specifiche analisi per ogni voce contemplata. Tale aspetto garantisce inoltre la possibilità di aggiornare il Prezzario agendo puntualmente sulle variazioni di costo del materiale, della manodopera, dei noli e dei trasporti, evitando interventi generalizzati di variazioni percentuali poco rispondenti ai reali andamenti di mercato.

 

2017

Ciclo di seminari >> Il Patto dei Sindaci: un percorso in evoluzione

Monitoraggio dei PAES tra obblighi e nuove prospettive

I Comuni abruzzesi, insieme a circa 3200 Comuni italiani, sono impegnati nella sfida climatica attraverso i Piani di Azione per l’Energia Sostenibile, previsti dal Patto dei Sindaci, un programma promosso dalla Commissione europea, che richiede ai Comuni l’attivazione di azioni di mitigazione e adattamento.

Per analizzare lo stato di avanzamento dell’iniziativa, le procedure per la realizzazione dei monitoraggi conclusivi obbligatori e le possibilità di integrazione e sviluppo dei PAES in PAESC, i nuovi piani d’azione per l’energia sostenibile e il clima, le soc. C.A.Sa. ed e2B Consulting hanno organizzato un primo ciclo di seminari che si svolgerà in quattro Comuni della Provincia di Chieti dal 14 al 23 marzo secondo il seguente calendario.

14 marzo_Fossacesia_parco dei Priori

16 marzo_Miglianico_sala civica

21 marzo_Fallo_sala consiliare

23 marzo_Vasto_sala ex Palazzi scolastici

I seminari sono rivolti ad amministratori e tecnici delle pubbliche amministrazioni e saranno l’occasione per chiarire e approfondire aspetti applicativi e potenzialità legate all’adesione al Patto dei Sindaci.

d157_pieghevole-tutto

2017

CORSO DI FORMAZIONE PER ESPERTO IN GESTIONE DELL’ENERGIA

// ai sensi della UNI 11339

Partirà venerdì  7 aprile 2017 alle ore 14.00, presso la sede di Digital Borgo di Pescara (Piazza Salvador Allende, 4 – Pescara) il corso EGE. L’evento accreditato dall’Consiglio Nazionale degli Architetti P.P. e C. è  organizzato da C.A.Sa. s.c.a r.l.

ege-banner_2017

L’Esperto in Gestione dell’Energia – EGE è una figura professionale introdotta dal D. Lgs. n. 115 del 2008 come soggetto che ha le conoscenze, l’esperienza e la capacità necessarie per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente.

Il D.Lgs. 102/14 ha stabilito che i fornitori di servizi energetici (tra cui gli Auditor energetici, gli EGE, le ESCO, ecc.) debbano essere figure con elevate e riconosciute competenze in materia e dal 20 luglio 2016, le diagnosi energetiche, ai sensi dell’articolo 8, comma 2 del decreto legislativo 102/2014, potranno essere condotte solo se questi soggetti sono certificati da organismi accreditati.

Obiettivo formativo del corso è sviluppare le competenze proprie dell’EGE.

Il corso è riconosciuto da Q-AID S.r.l.  ai fini della certificazione delle competenze per Esperto in Gestione dell’Energia (EGE) UNI 11339. E’ accreditato dal CNAPPC e la partecipazione al corso dà diritto al riconoscimento di 15 crediti formativi per gli architetti. Al suo termine è prevista una prova di valutazione scritta, al superamento della quale verrà rilasciato un attestato di partecipazione che soddisfa il requisito di formazione specifica utile per sostenere l’esame e ottenere la certificazione delle competenze come EGE.

L’iscrizione va effettuata versando la quota di anticipo a mezzo bonifico bancario e inviando l’attestazione di avvenuto pagamento via e-mail a costruireabitaresano@virgilio.it unitamente alla scheda di iscrizione scaricabile di seguito. Il saldo della quota di iscrizione dovrà essere versato all’avvio del corso. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, ci si riserva di rinviare la data del corso, dandone tempestiva comunicazione agli iscritti.

scarica iscrizione D scarica programma scarica locandina

 

2017

Protocollo ITACA alla Scala Urbana

Approvato il Protocollo ITACA per la valutazione della sostenibilità energetica e ambientale a Scala Urbana

img_0250

Lo scorso 21 dicembre 2016 il Consiglio Direttivo di Itaca (Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale) ha approvato il Protocollo Itaca per la valutazione della sostenibilità ambientale a Scala Urbana. Il nuovo Protocollo è stato realizzato sulla base di un apposito Accordo sottoscritto tra Itaca e la Regione Toscana, a cui è stato anche attribuito l’affidamento delle funzioni di coordinamento dell’attività di progetto.

Il nuovo Protocollo è rivolto ai pianificatori degli enti pubblici e agli operatori coinvolti nello sviluppo o nella trasformazione di aree urbane, ed è in grado di misurare il livello di sostenibilità energetica e ambientale degli interventi dall’isolato alla città, assegnando un punteggio.

Infatti, il Protocollo ITACA a “Scala Urbana” è un sistema di analisi multicriteria per la valutazione della sostenibilità degli interventi di rigenerazione urbana con una struttura modulare che, partendo da un set di criteri, fornisce un punteggio di prestazione finale, indicativo del livello di sostenibilità dell’intervento a scala urbana.

Il Protocollo ITACA a Scala Urbana, vista la complessità dell’ambito urbano, esito di connessioni transcalari, trascende i modelli lineari di valutazione, che vedono l’area urbana come somma di singoli edifici, prevedendo differenti scale di applicazione – isolato, comparto, quartiere – in relazione tra di loro. In tal modo le tematiche della sostenibilità si manifestano in modo coerente alla scala di valutazione, assumendo di volta in volta la prospettiva adeguata all’indagine in corso, senza trascurare la visione d’insieme

La complessità dei temi propri della rigenerazione urbana richiede che i soggetti pubblici giochino un ruolo forte nel governo di questi processi, in modo da rappresentare il necessario elemento di raccordo tra le politiche di livello nazionale e la loro attuazione alla scala degli enti locali.

il Protocollo ITACA a “Scala Urbana”, anche a fronte della scarsa quantità di risorse pubbliche a disposizione, vuole fornire al decisore pubblico uno strumento capace di valutare e orientare la sostenibilità dei programmi di rigenerazione urbana riferendosi a tutti quegli aspetti che possono concorrere a definire la qualità urbana nel modo più ampio possibile.

2017

Bonus fiscali per la riqualificazione energetica:

Proroghe e novità per il 2017

:

Proroga degli ecobonus, aumento degli incentivi e possibilità di cedere il credito: sono solo alcune delle misure introdotte o confermate per il 2017 con la Legge di bilancio (Legge 232 dell’11 dicembre 2016) per promuovere l’efficienza energetica e contribuire al raggiungimento degli obiettivi che prevedono un risparmio dei consumi energetici del settore civile di 4,9 Mtep nel periodo 2011-2020 (di cui 2,4 già conseguiti al 2015).


Detrazione 65%

È possibile detrarre dall’Irpef dovuta una quota pari al 65% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2017 finalizzate al miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici.

Gli interventi che beneficiano della detrazione sono:

  • interventi di riduzione del fabbisogno energetico;
  • interventi di miglioramento termico dell’involucro edificio;
  • installazione di pannelli solari;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
  • installazione di schermature solari;
  • installazione di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
  • installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti.

Detrazione 70%

Dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre 2017 per lavori di efficientamento energetico su parti comuni condominiali è prevista una detrazione fiscale Irpef del 70%.

La detrazione fiscale spetta in misura del 70% per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali (art. 1 comma 2), che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo. Le detrazioni sono calcolate su un ammontare complessivo delle spese non superiore a 40.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.


Detrazione 75%

Dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre 2017 è possibile usufruire di un bonus fiscale del 75% per interventi di riqualificazione energetica relativi alle parti comuni di edifici condominiali finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e che conseguano almeno la qualità media di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico 26 giugno 2016.

Anche in questo caso le detrazioni sono calcolate su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 40.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.

La sussistenza delle condizioni precedenti è asseverata da professionisti abilitati mediante APE, con l’attestazione della prestazione energetica degli edifici di cui DM 26 giugno 2015.

I soggetti beneficiari possono optare per la cessione del corrispondente credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi ovvero ad altri soggetti privati, con la facoltà di successiva cessione del credito. Rimane esclusa la cessione ad istituti di credito e ad intermediari finanziari le cui modalità di attuazione devono essere definite dell’Agenzia delle Entrate. Le detrazioni, inoltre, sono usufruibili anche dagli istituti autonomi per le case popolari, comunque denominati, per interventi realizzati su immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

Si segnala, infine che nella Legge di bilancio 2017 il Governo si è impegnato a prorogare al 31 dicembre 2019, all’interno del primo provvedimento utile, la detrazione dall’IRPEF del 50% dell’importo corrisposto per il pagamento dell’IVA sull’acquisto di immobili residenziali ad alta efficienza energetica, ovvero di abitazioni di classe energetica A o B, cedute dalle imprese costruttrici.



Schema di sintesi delle detrazioni fiscali attive (65% , 70% e 75%) per interventi di efficientamento energetico.

detrazioni-2017

2016

Il social housing cooperativo

15137460_1333906283310514_43678285518247913_o

Partendo dai risultati del concorso ‘AAA Architetti Cercasi 2015 a Pescara’, in cui la giuria, presieduta da Francesco Garofalo, ha premiato cinque gruppi di giovani architetti, la mostra evento ha come obbiettivo quello di innescare un dibattito sull’abitare sociale cooperativo in Abruzzo.
Federabitazione, organo del settore casa di Confcooperative, promuove il Concorso Nazionale di idee “AAA Architetticercasi” edizione 2015 con l’obiettivo di sviluppare know-how innovativo nel dibattito culturale italiano sui temi della Rigenerazione urbana e dell’Abitare Sociale in chiave cooperativa.
Questa edizione (quarta dopo quelle del 2008, 2010 e 2013) per la prima volta, ha selezionato sul territorio nazionale quattro differenti aree, espressione delle problematiche e delle esigenze delle diverse realtà territoriali.
In particolare l’Abruzzo è stata eletta come sede nazionale di Concorso con l’individuazione di un area di intervento nella città di Pescara appositamente scelta per coinvolgere anche questo territorio nelle dinamiche di sviluppo urbano in chiave cooperativa.

15167589_1337366282964514_305508954371650757_o

scarica locandina

2016

SarajevoAssisi – Cerchi di Pace/Rims of Peace

sarajevo-assisi

“La bicicletta come strumento di tregua”, una bella idea che #Bike4truce porta avanti da un po’ di anni con diverse iniziative. Quest’anno, con FIAB Pescara, è stato proposto “Cerchi di Pace”, un cicloviaggio speciale che vuole contribuire a costruire ed alimentare un clima di tolleranza e rispetto tra tutte le etnie e le confessioni religiose.

Infatti, nell’anno Olimpico di Rio 2016 i partecipanti a “Cerchi di Pace” saranno coinvolti in un percorso di circa 600 Km e uniranno idealmente Sarajevo – la capitale della Bosnia Erzegovina, città martire di uno dei più atroci conflitti europei del Novecento, ma anche sede delle Olimpiadi Invernali del 1984 – e Assisi (PG) luogo simbolo della non violenza e meta della XXII Marcia per la Pace.

C.A.Sa. Costruire Abitare Sano ci sarà!

2016

Sessione d’esame per Esperti in Gestione dell’Energia (EGE) a L’Aquila

E’ stata fissata per il prossimo 22 luglio a L’Aquila una sessione d’esame per Esperto in Gestione dell’Energia (EGE) UNI 11339 presso la sede (accreditata AJA) della società ACND in via Carlo D’Andrea 13, loc. Monticchio.

L’Esperto in Gestione dell’Energia – EGE è una figura professionale introdotta dal D. Lgs. n. 115 del 2008 come soggetto che ha le conoscenze, l’esperienza e la capacità necessarie per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente.

Il D.Lgs. 102/14 ha stabilito che i fornitori di servizi energetici (tra cui gli Auditor energetici, gli EGE, le ESCO, ecc.) debbano essere figure con elevate e riconosciute competenze in materia e dal 20 luglio 2016, le diagnosi energetiche, ai sensi dell’articolo 8, comma 2 del decreto legislativo 102/2014, potranno essere condotte solo se questi soggetti sono certificati da organismi accreditati.

banner-AJA

Il costo dell’esame per un solo settore (Civile oppure industriale) è di € 500 + IVA. Per entrambi i settori (Civile ed industriale) è di € 550 + IVA.

Il costo comprende:

– l’istruttoria documentale e la verifica dei requisiti dell’esperienza professionale;
– l’esame di certificazione;
– l’iscrizione al registro persone certificate;
– l’emissione e la spedizione del certificato e del badge.

L’importo dovrà essere versato direttamente all’Ente Certificatore- AJA Registrars Europe s.r.l.

 

Per ricevere la documentazione per la valutazione dei prerequisiti necessari alla partecipazione all’esame e per ulteriori informazioni inviare una mail a costruireabitaresano@virgilio.it

2016

LA DIAGNOSI ENERGETICA DEGLI EDIFICI – Tortoreto

Martedì  5 luglio 2016 alle ore 9.00, presso la sede del CESCOT di Tortoreto (via Mattia Preti, 17 – Tortoreto – TE) si terrà il corso sulla diagnosi energetica degli edifici. L’evento accreditato dall’Consiglio Nazionale degli Architetti P.P. e C. è  organizzato da C.A.Sa. s.c.a r.l. con il patrocinio del Collegio dei Geometri della Provincia di Teramo.

L’efficientamento energetico degli edifici esistenti svolge un ruolo strategico nel raggiungimento degli obiettivi di “consumo quasi zero” indicati dalla Direttiva Europea 2010/31/UE. La diagnosi energetica degli edifici è lo strumento più efficace per promuovere in modo concreto azioni di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente, mediamente caratterizzato da notevoli inefficienze che portano a sprechi di energia che si possono e si devono evitare, raggiungendo due obiettivi: la riduzione drastica dei consumi energetici, quindi delle spese di gestione e dell’impatto sull’ambiente, e la valorizzazione dell’immobile intesa come incremento del suo valore di mercato.

La diagnosi energetica degli edifici, infatti, attraverso la fase conoscitiva, fornisce tutti gli elementi utili per la corretta valutazione dell’intervento di riqualificazione energetica dell’edificio esistente.

Il corso di 8 ore intende fornire ai liberi professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche ad una corretta diagnosi energetica, anche con l’ausilio di specifiche strumentazioni.

LEZIONI

PROGRAMMA

  • | Lo scenario delle politiche energetiche europee: dalle Direttive comunitarie alla legislazione nazionale;
  • | La diagnosi energetica: approccio metodologico e aspetti organizzativi;
  • | I diversi livelli di diagnosi energetica: l’audit leggero e l’audit di dettaglio;
  • | Gli strumenti per il rilievo e la valutazione della prestazione dell’involucro, degli impianti e dei parametri ambientali:
    – L’analisi termografica per l’individuazione delle anomalie termiche dell’involucro;
    – L’indagine endoscopica per la caratterizzazione dell’involucro edilizio;
    – La termoflussimetria per la misura della trasmittanza in opera;
    – Il blower door test per la verifica della tenuta all’aria degli edifici;
    – La strumentazione per la misurazione dei parametri ambientali;
  • | Esempi di diagnosi energetica su edifici esistenti.

 

D128_TORTORETO_locandina

2016

UNESCO | CASa Associati | Monte Sant’Angelo

imbianchini di bellezza

Anteprima all’insegna dell’UNESCO della XII FestambienteSud, con il primo Festival della Calce Viva, il 18 e 19 giugno. Da Pisticci a Monte Sant’Angelo si estende la rete dei volontari del Bianco sotto la guida di Legambiente Pisticci.

La due giorni del Festival delle Calce Viva si apre in piazza De Galganis sabato 18 giugno alle ore 17.30 con un workshop rivolto ai volontari, ai tecnici, ai decoratori e ai semplici cittadini, su “Storia e tecniche di utilizzo della Calce”, a cura di Legambiente Pisticci.

Segue, alle ore 19, un incontro sul tema “Città bianche e rigenerazione urbana sostenibile dei centri storici”, cui parteciperanno, oltre al commissario straordinario del comune di Monte Sant’Angelo Andrea Cantadori, il redattore del PUG prof. Leonardo Rignanese, Vanessa Pallucchi della segreteria nazionale di Legambiente, Carlo Patrizio presidente del circolo romano di bioarchitetti “Città invisibili”, e due esperienze di riqualificazione di centri storici: l’esperimento dal basso di Legambiente Pisticci raccontata dalla presidente Laura Stabile, e il recupero dei borghi dell’appennino, con l’architetto Fabio Armillotta.

2016

IL SISTEMA TETTO: DAL PROGETTO AL CANTIERE

Riqualificazione prestazionale degli edifici. Involucro edilizio
PESCARA | TERAMO | VASTO | L’AQUILA

Partiranno il 14 aprile a Pescara quattro seminari che focalizzano l’attenzione sul tema della copertura approfondendo i diversi aspetti legati alla progettazione – le prestazioni energetico-ambientali, la scelta del manto di copertura, la sicurezza – mettendo in relazione ricerca, professionisti e realtà produttive del settore nell’ottica di favorire le scelte di progetto in una logica integrata. I seminari  sono stati accreditati dal Consiglio Nazionale degli Architetti con 4 CFP.

locandina-seminari

Pescara_giovedì 14 aprile
14.30     Registrazione dei partecipanti
15.10     La progettazione delle coperture secondo criteri di sostenibilità (arch. Carmela Palmieri di CASa Associati)
15.50     Isolamento termico e acustico delle coperture (Responsabile tecnico di Celenit Spa)
16.40     I manti di copertura in laterizio (Responsabile tecnico di Pica Spa)
17.20     La “linea vita” e la gestione del rischio nei lavori in quota (Responsabile tecnico di Rasera srl)
18.00     Dibattito
Moderatore: arch. Fabio Armillotta  _______________________________________♦ISCRIVITI♦

Vasto_venerdì 15 aprile
9.00     Registrazione dei partecipanti
9.40     La progettazione delle coperture secondo criteri di sostenibilità (arch. Carmela Palmieri di CASa Associati)
10.20     Isolamento termico e acustico delle coperture (Responsabile tecnico di Celenit Spa)
11.00     I manti di copertura in laterizio (Responsabile tecnico di Pica Spa)
11.40     La “linea vita” e la gestione del rischio nei lavori in quota (Responsabile tecnico di Rasera srl)
12.20     Dibattito
Moderatore: arch. Fabio Armillotta  _______________________________________♦ISCRIVITI♦

Teramo_giovedì 21 aprile
14.30     Registrazione dei partecipanti
15.10     La progettazione delle coperture secondo criteri di sostenibilità (arch. Carmela Palmieri di CASa Associati)
15.50     Isolamento termico e acustico delle coperture (Responsabile tecnico di Celenit Spa)
16.40     I manti di copertura in laterizio (Responsabile tecnico di Pica Spa)
17.20     La “linea vita” e la gestione del rischio nei lavori in quota (Responsabile tecnico di Rasera srl)
18.00     Dibattito
Moderatore: arch. Fabio Armillotta  _______________________________________♦ISCRIVITI♦

L’Aquila_mercoledì 11 maggio 
9.00     Registrazione dei partecipanti
9.40     La progettazione delle coperture secondo criteri di sostenibilità (arch. Carmela Palmieri di CASa Associati)
10.20     Isolamento termico e acustico delle coperture (Responsabile tecnico di Celenit Spa)
11.00     I manti di copertura in laterizio (Responsabile tecnico di Pica Spa)
11.40     La “linea vita” e la gestione del rischio nei lavori in quota (Responsabile tecnico di Rasera srl)
12.20     Dibattito
Moderatore: arch. Fabio Armillotta  _______________________________________♦ISCRIVITI♦

::INFO::
C.A.Sa. Costruire Abitare Sano
costruireabitaresano@virgilio.it
telefono: 085 4311109

2016

Abruzzo verde WeekEnd nel Parco Nazionale d’Abruzzo – 20, 21 e 22 Maggio 2016

Il parco nazionale d’Abruzzo è, insieme al parco nazionale del Gran Paradiso, il più antico parco d’Italia; ricoperto da boschi di faggio per circa due terzi della sua superficie, accoglie specie animali e floreali tra le più importanti d’Italia e contribuisce a rendere l’Abruzzo la regione italiana a più alta percentuale di territorio protetto. Nel parco sono ospitati molti dei grandi mammiferi diffusi lungo l’intero Appennino centromeridionale; l’orso bruno marsicano, simbolo del parco, il lupo appenninico, la lince, il camoscio d’Abruzzo, il cervo e il capriolo oltre a tutti gli altri mammiferi più comuni di taglia inferiore. Non possono mancare gli uccelli con circa 220 specie diverse tra le quali le varie famiglie di picchi, l’aquila reale, il falco pellegrino, l’astore, la poiana e il gufo reale. Non si può non segnalare la grande varietà di prodotti tradizionali gastronomici offerti un po’ dovunque, con alcune particolarità quali il fagiolo di Scanno, il formaggio pecorino di Picinisco, il tartufo di Campoli Appennino e il miele biologico.

AV

.

ITINERARIO
Lunghezza giro: Km 150 circa

1° giorno

Pescara >> Sulmona >> Anversa >> Scanno >> Agriturismo Jovana
Distanza e tipologia percorso: Treno Pescara – Sulmona + 40 Km di  asfalto + 4 Km di strada bianca.

Ci incontreremo in prima mattinata in piazza I Maggio a Pescara con l’accompagnatore di Pescara Bici. Dopo il caffè, offerto da FIAB Pescara, avverrà la consegna delle bici a chi avrà aderito al noleggio. Partenza del tour con spostamento in treno da Sulmona a Pescara. Durante il viaggio di spostamento (circa 1 ora) ci sarà un briefing e/o eventuali chiarimenti sul percorso. Arrivo a Sulmona e breve giro turistico della patria di Ovidio, papa Celestino V e dei rinomati confettifici Pelino e Di Carlo. Alla fine della visita partiremo alla volta di Anversa degli Abruzzi percorrendo, prima di arrivare in paese, un pezzo della riserva naturale Gole del Sagittario. Sosta ad Anversa per un pranzo presso il ristorante “Le Gole”; il paese fa parte del circuito dei “I borghi più belli d’Italia” ed è custode della Riserva Naturale Regionale – Gole del Sagittario WWF. Dopo il pasto ci dirigeremo verso Scanno. Ci inoltreremo in un paesaggio mozzafiato, sono moltissime infatti le scoperte che ci riserva questo percorso. La strada di montagna è bellissima, ma rimarremo senza fiato quando arriveremo a percorrere le gole del Sagittario. Strette, profonde, impressionanti, di una bellezza assolutamente disarmante e talmente imponenti da incutere rispetto a qualunque viaggiatore vi si imbatta. Non possiamo non fermarci a fare qualche foto. Dopo qualche chilometro ci troveremo a fare un’altra sosta scoprendo una nuova meraviglia: il lago di San Domenico. L’acqua trasparente dall’alto (la strada è molto più in alto del lago) ha un colore turchese incredibile, intorno è tutta roccia e natura selvaggia! Manca poco oramai alla cittadina di Scanno, il paese fa parte de “I borghi più belli d’Italia”,  ed al suo bellissimo lago. Faremo il giro del lago e del bellissimo centro storico durante il quale non sarà difficile incontrare donne in costume tipico locale o che lavorano delicatissimi merletti al tombolo. Ripartiamo adesso decisi verso Jovana: affronteremo una salita di circa 8 km prima di abbandonare l’asfalto per immergerci, in una lunga discesa su strada bianca, dentro una valle verde che ci porterà fino al nostro agriturismo. Cena e pernottamento in doppia.

 

2° giorno

Agriturismo Jovana >> Barrea >> Opi >> Pescasseroli >> Bisegna
Distanza e tipologia percorso: 65 Km di asfalto.

Dopo la prima colazione riprenderemo le bici dirigendoci verso Passo Godi a 1600 m per poi scendere fino al lago di Barrea. Costeggeremo il lago fino a raggiungere Barrea. Il paese fa parte del circuito dei “I borghi più belli d’Italia”. Visiteremo il centro storico di Barrea risalente intorno all’anno mille. L’abitato di Barrea subì negli anni diverse devastazioni in seguito alle invasioni Longobarde e Turche, oltre che a ritrovarsi purtroppo attraversata dalla temibile linea Gustav durante la II Guerra Mondiale. L’istituzione del parco nel 1923 e la creazione del lago, agli inizi degli anni ’50, ebbe un forte impatto sull’economia locale con l’inizio dell’affermarsi dell’industria turistica. Da Barrea pedaleremo fino a raggiungere la cittadina di Opi dove pranzeremo presso il camping “Le Foci”. Dopo pranzo pedaleremo fino a Pescasseroli per poi proseguire verso la stupenda Valle del Giovenco che ci condurrà fino al nostro B&B “I Prati del Lupo” a Bisegna. Cena e pernottamento in doppia.

 

3° giorno

Bisegna >> Goriano Sicoli >> Raiano >> Popoli >> Pescara
Distanza e tipologia percorso: 45 Km di asfalto + treno Popoli – Pescara.

Prima colazione e subito in bici verso San Sebastiano dei Marsi. Giretto nel paese e poi via verso Ortona dei Marsi. A seguire, una salita pedalabile ci condurrà fino al valico “Olmo di Bobbi” a circa 1200 slm. Appena dopo il valico devieremo verso Goriano Sicoli e poi a seguire raggiungeremo il paese di Raiano dove visiteremo le Gole di San Venanzio, magicamente incise dal Fiume Aterno nel corso di milioni di anni; le Gole custodiscono gelosamente lo spettacolare ed unico Eremo di San Venanzio. Dopo la visita rinforcheremo le bici per un brevissimo trasferimento fino al ristorante “Il Barbaro” nel centro storico di Corfinio. Pranzo e via verso Popoli per visitare, alla fine del nostro breve ma intenso viaggio, le cristalline e gelide sorgenti del fiume Pescara. Trasferimento in treno dalla vicina stazione FFSS di Popoli verso la stazione FFSS di Pescara Centrale. Termine dei servizi.

 

CARATTERISTICHE PERCORSO

Questo tour si svolge nella parte interna dell’Abruzzo su strade poco trafficate e molto panoramiche. Il percorso è ondulato con salite pedalabili e tratti in pianura.

A CHI E’ RIVOLTO

Dedicato a chi ama la montagna in tutte le sue forme, il ritmo lento, fermarsi a visitare e a fare qualche foto in più. Una persona mediamente attiva e in buona salute che fa un uso mediamente frequente della bicicletta può godersi appieno questo itinerario. In caso di problemi di salute o disabilità particolari, informateci, la bici elettrica potrebbe fare al caso vostro.

COME ARRIVARE

Potete raggiungere Pescara in aereo, con il treno o in macchina. L’aeroporto è collegato alla città con i pullman di linea.

PERNOTTAMENTO E PASTI

Il tour include 2 pernottamenti in agriturismo e B&B. Sempre inclusa la colazione e la cena. I pranzi consumati durante il percorso verranno pagati direttamente sul posto (circa 15€ a pranzo).

Prima notte – Agriturismo “Jovana” (http://www.jovana.it). Incastonato in un suggestivo paesaggio montano, espressione profonda dell’appennino abruzzese autentico, l’azienda, aperta dal 1988, regala l’atmosfera accogliente della classica vita di montagna e il buon sapore delle cose genuine. La struttura è dotata di accoglienti stanze arredate in stile rustico da cui è possibile ammirare un meraviglioso paesaggio.

Seconda notte – B&B “I Prati del Lupo” (http://www.pratidelupo.it). Una casa immersa nello splendido paesaggio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.  Nulla è banale, dalla crostata di visciole della colazione preparata quotidianamente alla marmellata  di more fatta in casa,  per rendere l’inizio della giornata un momento di piacere per il palato e preparare gli ospiti alla gita programmata. La struttura è dotata di camere semplici ognuna di un colore diverso e con un nome di un monte del territorio.

RICEVERETE PER EMAIL DOPO IL VERSAMENTO DELL’ACCONTO:

– la scheda tecnica della vacanza con tutte le informazioni necessarie al vostro tour;
– guida del percorso con descrizione e mappe;
– moduli per eventuale consegna bici;
– i riferimento dell’accompagnatore FIAB

AL VOSTRO FIANCO

Un nostro collaboratore vi attenderà in piazza I Maggio a Pescara dalle ore 07:45 e vi seguirà in bici per tutto il percorso. Vi preghiamo di avvisare in caso di ritardo. Sarà a vostra disposizione anche un auto attrezzata a trasportare fino ad un massimo di 3 partecipanti in caso di problemi tecnico/fisici.

NOLEGGIO BICI

Ognuna delle nostre biciclette è dotata di cestino, portapacchi, impianto di illuminazione, lucchetto e cambio. Le borse non sono comprese nel noleggio. E’ possibile comunque, nel caso non si posseggano borse per cicloturismo, usare come bagaglio uno zaino da bloccare sul portapacchi posteriore con una cinghietta/molla elastica. Il costo del noleggio della singola bici per l’intero tour e di 30 €.

NOTE

Durante le nostre gite si è tenuti a rispettare il codice della strada, a viaggiare in fila indiana nei tratti trafficati, ad accendere le luci anteriori e posteriori e indossare il giubbino ad alta visibilità nelle gallerie e nei tratti extraurbani dopo il tramonto. E’ vivamente consigliato l’uso del casco.

REFERENTE ATTIVITA’

Ginello Cimini – cell. 335.1343638 – mail ginello.cimini@gmail.com

 

2016

Corso per Esperti in Gestione dell’Energia (EGE) a Sulmona

L’Esperto in Gestione dell’Energia – EGE è una figura professionale introdotta dal D. Lgs. n. 115 del 2008 come soggetto che ha le conoscenze, l’esperienza e la capacità necessarie per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente.

Il D.Lgs. 102/14 ha stabilito che i fornitori di servizi energetici (tra cui gli Auditor energetici, gli EGE, le ESCO, ecc.) debbano essere figure con elevate e riconosciute competenze in materia e dal 20 luglio 2016, le diagnosi energetiche, ai sensi dell’articolo 8, comma 2 del decreto legislativo 102/2014, potranno essere condotte solo se questi soggetti sono certificati da organismi accreditati.

Per questo l’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila ha organizzato un corso di 40 ore per Esperti in Gestione dell’Energia che si terrà a Sulmona dal prossimo 20 aprile.

locandina AGA

Obiettivo formativo del corso è sviluppare le competenze proprie dell’EGE e, in particolare, la conoscenza di:
– sistemi di gestione dell’energia e delle tecniche di auditing;
– tecnologie tradizionali e innovative di efficienza energetica e uso delle fonti rinnovabili;
– mercato dell’energia elettrica e del gas, degli attori coinvolti nel mercato stesso, della tipologia delle offerte di fornitura, delle forme contrattuali, delle tariffe e prezzi correnti;
– metodologie di valutazione economica dei progetti, della redditività degli investimenti, delle fonti di finanziamento, degli strumenti di finanziamento;
– metodologie di valutazione dei risparmi di energia conseguibili e conseguiti;
– legislazione, normativa tecnica in materia ambientale ed energetica e project management

Il corso è riconosciuto da AJA Registrars Europe s.r.l. ai fini della certificazione delle competenze per Esperto in Gestione dell’Energia (EGE) UNI 11339.

Al suo termine è prevista una prova di valutazione scritta, al superamento della quale verrà rilasciato un attestato di partecipazione che soddisfa il requisito di formazione specifica utile per sostenere l’esame e ottenere la certificazione delle competenze come EGE.

Per i partecipanti al corso che vogliono accedere alla sessione di esame[1] per la certificazione delle competenze come EGE, il costo è di euro 400,00 + IVA (per i settori civile e industriale).

Il costo comprende:

– l’istruttoria documentale e la verifica dei requisiti dell’esperienza professionale;
– l’esame di certificazione;
– l’iscrizione al registro persone certificate;
– la spedizione del certificato e del badge.

L’importo dovrà essere versato direttamente all’Ente Certificatore- AJA Registrars Europe s.r.l.

La partecipazione al corso dà diritto al riconoscimento di 15 crediti formativi per gli architetti.

>>> scarica scheda di iscrizione <<<

__________________________________________________________
 
[1] I candidati per essere ammessi all’esame dovranno inviare ad AJA Registrars Europe srl:
– CV aggiornato l’esperienza lavorativa specifica per il settore per cui si richiede la certificazione;
– Apposito questionario compilato;
– Listino prezzi firmato;
– Modulo requisiti certificazione compilato, con riportate le evidenze dei compiti richiesti;

AJA sulla base di questa documentazione effettuerà la valutazione gratuita dei documenti.

 

 

2016

PechaKucha Night Pescara VOL|02

DSC_0000

La PechaKucha Night Pescara vol|02, a differenza della precedente edizione, che aveva come tema principale “l’architettura” e protagonisti assoluti “gli architetti”, è stata ricca di contaminazioni. Dodici speaker, provenienti dal mondo dell’arte, della fotografia, del cinema, della società civile, della politica, della danza, ci hanno esposto i loro progetti creativi originali, interpretando i termini “design” e “designer” nella loro accezione più ampia e autentica.

Sul senso di questa serata ci piace citare un artista tedesco, J. Beuys, che pensava non esistesse forma più rivoluzionaria del potere creativo dell’uomo e diceva che tutte le cose acquistano la propria forma e diventano un progetto solo attraverso il pensiero.

La PKN Pescara vol|02 è stata l’opportunità per vedere quali forme hanno preso e quali progetti sono diventati i pensieri dei diversi speaker che si sono succeduti sul palco, e quello che è venuto fuori è stato molto interessante oltre che divertente.

Infatti lo spirito della PKN, informale e spiritoso, con il suo rigoroso formato 20×20, che prevede di presentare 20 immagini commentate ognuna in 20 secondi, ha creato una bella atmosfera in cui la condivisione di idee, progetti, suggestioni e – a volte – provocazioni, è avvenuta tra sonore risate, concentrati silenzi, applausi spontanei, un bicchiere di vino e musica.

visita il sito pknpescara.org

2016

Workshop di formazione

Dal territorio all’architettura dei luoghi | Rigenerazione e recupero sostenibili in ambito rurale e montano
Santo Stefano di Sessanio (AQ) 12.05.2016 – 14.05.2016

Layout 1

Il workshop si pone l’obiettivo di approfondire i temi legati alla rigenerazione territoriale ed al recupero del costruito in particolare in realtà marginali e di piccole dimensioni. L’ottica di analisi ed approfondimento sarà multidisciplinare intendendo la rigenerazione territoriale come un’azione mirata alla qualità della vita del luogo ed alla permanenza e sviluppo delle comunità locali originarie.
Il workshop ha una durata complessiva di 16 ore e si svolgerà dal 12 al 14 maggio a Santo Stefano di Sessanio, che verrà utilizzato quale caso studio di eccellenza. La modalità didattica sarà sia frontale che di visita con analisi sul campo.

Il workshop è accreditato dal CNAPPC e agli architetti saranno riconosciuti 15 crediti formativi.

 

Segreteria organizzativa
tel. 0481.722166
eventi@edicomedizioni.com
orario: 9.00-12.00

__________________________

PROGRAMMA DEL WORKSHOP

PRIMO MODULO

prima sessione | giovedì 12 maggio | ore 14.00-18.00 
Rigenerazione territoriale

  • definizioni e chiarimenti dei concetti e delle tematiche chiave negli interventi di rigenerazione alla scala territoriale
  • analisi delle differenti modalità di approccio progettuale e delle diverse finalità d’intervento in contesto urbano o in centri abitati minori
  • linee guida per interventi di rigenerazione
  • interdisciplinarietà, innovazione, condivisione e gestione del progetto
  • organizzazione delle risorse locali
  • collaborazione e amministrazione condivisa per la cura e la manutenzione degli spazi in trasformazione
  • casi studio

seconda sessione | venerdì 13 maggio | ore 9.00-13.00 
La rigenerazione territoriale come strumento per lo sviluppo sostenibile. Esperienze e buone pratiche in ambiti rurali e montani

  • la rigenerazione territoriale: opportunità di sviluppo economico e di salvaguardia
  • i “costi” della rigenerazione territoriale e della salvaguardia di una comunità locale in un’ottica di permanenza
  • le sinergie attivabili/indispensabili

caso studio
Un caso studio di eccellenza di rigenerazione e recupero: l’albergo diffuso di Santo Stefano di Sessanio

  • analisi e conoscenza della realtà territoriale sotto il profilo architettonico, urbanistico, paesaggistico e ambientale, sociale culturale ed economico
  • sopralluogo

relatori 
Massimo Palladini (Architetto – Istituto Nazionale Urbanistica)
Roberta Di Ceglie (PhD – Università di Chieti-Pescara)
Carmela Palmieri (Architetto libero professionista)
Alessandro Sonsini (Docente – Università di Chieti-Pescara) 
Fabio Armillotta (Architetto libero professionista)
Daniele Kihlgren (amministratore delegato della Sextantio srl) 
Giuseppe Paris (direttore del GAL Gran Sasso Velino)

SECONDO MODULO

prima sessione | venerdì 13 maggio | ore 14.00-18.00
Recupero edilizio

  • analisi delle architetture archetipiche
  • analisi delle modalità di recupero del patrimonio architettonico
  • interventi di manutenzione conservativa
  • interventi di riqualificazione efficiente (destinazione d’uso e nuova rifunzionalizzazione)
  • interventi di efficientamento energetico

seconda sessione | sabato 14 maggio | ore 9.00-13.00
Un caso studio di eccellenza di rigenerazione e recupero

  • analisi e conoscenza della realtà territoriale sotto il profilo architettonico, urbanistico, paesaggistico e ambientale, sociale culturale ed economico
  • sopralluogo

relatori
Aldo Giorgio Pezzi (Funzionario della Soprintendenza dell’Abruzzo)
Fabrizio Menestò (Ingegnere libero professionista)
Carmela Palmieri (Architetto libero professionista)
Fabio Armillotta (Architetto libero professionista)
Pietro Spacone (Sindaco di Scanno)

.
Layout 1

2015

Corso per Esperti in Gestione dell’Energia (EGE)

L’Esperto in Gestione dell’Energia – EGE è una figura professionale introdotta dal D. Lgs. n. 115 del 2008 come soggetto che ha le conoscenze, l’esperienza e la capacità necessarie per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente.
Il D.Lgs. 102/14 ha stabilito che i fornitori di servizi energetici (tra cui gli Auditor energetici, gli EGE, le ESCO, ecc.) debbano essere figure con elevate e riconosciute competenze in materia e dal 20 luglio 2016, le diagnosi energetiche, ai sensi dell’articolo 8, comma 2 del decreto legislativo 102/2014, potranno essere condotte solo se questi soggetti sono certificati da organismi accreditati.

banner_corso EGE_L'AQUILA_2016

Per questo l’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila ha programmato per febbraio 2016 un corso di 40 ore per Esperti in Gestione dell’Energia.
Obiettivo formativo del corso è sviluppare le competenze proprie dell’EGE e, in particolare, la conoscenza di:

– sistemi di Gestione dell’Energia e delle tecniche di auditing;
– tecnologie tradizionali e innovative di efficienza energetica e uso delle fonti rinnovabili;
– implicazioni ambientali degli usi energetici;
– mercato dell’energia elettrica e del gas, degli attori coinvolti nel mercato stesso, della tipologia delle offerte di fornitura, delle forme contrattuali, delle tariffe e prezzi correnti;
– metodologie di valutazione economica dei progetti, della redditività degli investimenti, delle fonti di finanziamento, degli strumenti di finanziamento;
– metodologie di valutazione dei risparmi di energia conseguibili e conseguiti;
– modalità contrattuali per l’acquisto di beni e/o servizi;
– legislazione, normativa tecnica in materia ambientale ed energetica e project management

Il corso è preparatorio alla certificazione degli EGE secondo la Norma UNI CEI 11339, pertanto, al suo termine sarà possibile sostenere l’esame per ottenere la certificazione.

2015

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “Restaurare in Abruzzo”

Per salvaguardare il patrimonio storico architettonico è fondamentale  intraprendere un processo metodologico di conoscenza dei caratteri semantici e materici degli edifici a partire dalla storia costruttiva per arrivare alla caratteristiche fisico meccaniche dei materiali utilizzati.
Questo è il tema trattato, con diverse declinazioni, dagli autori del libro “Restaurare in Abruzzo – Formazione e nuove professionalità per l’analisi e la conservazione dell’edilizia storica” curato dai Fabio REDI e Fabio ARMILLOTTA.

Il volume sarà presentato nell’ambito del seminario conclusivo del corso di formazione ANTIQUA dal titolo “Archeologia urbana e nuove opportunità professionali: per una diagnostica preventiva e per la valorizzazione dei contesti” che si terrà a L’aquila il 16 dicembre 2015 presso la sala conferenze ANCE in via Alcide De Gasperi, 60.

151216_Copertina

2015

L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PUBBLICI

approccio metodologico, strumenti e analisi di un caso studio
CONVEGNO A MARGHERITA DI SAVOIA | giovedì 10 dicembre 2015 – ore 15.30 |

call margherita1
In occasione della conclusione dei lavori di efficientamento energetico del Palazzo di Città di Margherita di Savoia, realizzati con i fondi del Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013, linea di intervento 2.4, azione 2.4.1 per la promozione del risparmio energetico e dell’impiego di energia solare nell’edilizia pubblica non residenziale, il Comune di Margherita di Savoia in collaborazione con C.A.Sa. ha organizzato per giovedì 10 dicembre, alle ore 15.30 un convegno, presso il Palazzo di Città in v.le Duca degli Abruzzi, 1 dal titolo “L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PUBBLICI: approccio metodologico, strumenti e analisi di un caso studio”.

Il convegno sarà l’occasione per approfondire le tematiche legate agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici pubblici, con particolare attenzione agli aspetti metodologici della fase di diagnosi energetica, alle soluzioni tecnologiche e alla certificazione energetico-ambientale con il Protocollo ITACA.

Agli architetti che parteciperanno saranno riconosciuti 3 crediti formativi.
Le iscrizioni sono aperte dal 04 al 10.12.2015 e sono possibili solo tramite la piattaforma telematica iM@teria: al link  https://imateria.awn.it  , selezionare “Provincia-ARCHITETTI Barletta Andria Trani” , e aprire la scheda dell’evento “L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PUBBLICI: approccio metodologico, strumenti e analisi di un caso studio”  accreditato con il codice ARBT03122015130630T03CFP00300 .
Terminata la procedura d’iscrizione, dovrà essere scaricato e stampato il check-in, ossia il ticket da presentare al momento della registrazione della presenza, il giorno del seminario (10.12.2015), e consegnarlo al termine dello stesso.


Informazioni riepilogative dell’evento:
Margherita di Savoia presso Palazzo di Città (Viale Duca degli Abruzzi n. 1)
10.12.2015 (giovedì)
n.3 ore (16.00-19.00) (registrazione partecipanti dalle ore 15.30)
CFP riconosciuti: n. 3
ATTESTATO FINALE: si (verrà trasmesso successivamente)

call margherita

2015

La sostenibilità nell’esperienza del PEEP del Comune di Barletta

Nell’ambito del progetto formativo “M.O.S.S.: Modelli di Sviluppo Sostenibile” il prossimo 28 novembre alle ore 16.00 si terrà, presso la Formedil di Foggia in via Napoli km 3,800, il convegno sul tema “la sostenibilità ambientale unita alla qualità architettonica: casi studio”.

Al convegno l’arch. Carmela Palmieri presenterà delle recenti esperienze di abitare sostenibile realizzate dallo studio CasaAssociati a Barletta in zona 167, inquadrandole nell’esperienza più ampia dell’intero PEEP comunale.

bkpam2114374_immagine1_5

Programma

15.45_Registrazione degli ospiti professionali

16.00_Interventi di saluto
Geom. Antonio Tutolo – Sindaco di Lucera
Dott. Juri Galasso – Vice Presidente Formedil Foggia

16.15_Sostenibilità ambientale e casi di intervento in Toscana
Prof. Rosa Romano – Università di Firenze

17.00_Casi studio di abitare sostenibile in Puglia
Arch. Massimo Pedone – Pedone Working, Bisceglie

17.30_La sostenibilità nell’esperienza del PEEP del Comune di Barletta
Arch. Carmela Palmieri – C.A.Sa., Pescara

18.00_La sostenibilità integrata e casi di progettazione a livello europeo
Arch. Antonia Sore – Except Integrated Sustainability – Rotterdam, New York

18.45_Caso studio edificio “prototipo” ad altissimo livello di risparmio energetico
Arch. Andrea Ziccardi – Isolife, Foggia

Modera
Arch. Tiziano Bibbò – Isolife Foggia

Formedil – Foggia

2015

Seminario gratuito sulla termografia a San Salvo

D146_banner-Termografia

Giovedì  12 novembre 2015 alle ore 15.00, presso la sala conferenze del Centro Lianet (via Sandro Pertini, San Salvo – CH) si terrà il seminario teorico-pratico sulle applicazioni della termografia nel settore edile. L’evento è  organizzato dai Consigli degli Ordini degli Architetti P.P. e C. delle provincie di Chieti e Campobasso con la società Costruire Abitare Sano di Pescara. Dopo i saluti degli architetti Guido Puchetti e Franco Trovarelli, Fabio Armillotta illustrerà le diverse applicazioni della termografia nel campo edile, con la presentazione di numerosi casi studio.

PROGRAMMA
ore 15.00 – Registrazione
ore 15.15  – Saluti e apertura dei lavori
arch. Guido Puchetti – presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. di Campobasso
arch. Franco Trovarelli – presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. di Chieti
ore 15.30 – Le applicazioni della termografia nel settore della riqualificazione edilizia
arch. Fabio Armillotta – C.A.Sa. Costruire Abitare Sano
ore 18.30 – Dibattito
ore 19.00 – Chiusura dei lavori

iscrizioni: segreteria dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. della provincia di Chieti: architettichieti@awn.it; 0871.33091

Saranno erogati Crediti Formativi Professionali, la cui richiesta è stata inoltrata al consiglio nazionale.

.

| scarica locandina |

2015

Conoscere per restaurare consapevolmente

In mostra a L’Antico Palazzo di Minervino Murge i primi risultati del Faroworkshop.

23

Il 19 settembre si è concluso, con l’esposizione dei primi risultati, il workshop sull’applicazione delle nuove tecnologie ai Beni Culturali che si è svolto a Minervino Murge dal 16 al 19 settembre.
I ricercatori, i professionisti e gli studenti coinvolti nel “FaroWorkshop” hanno studiato analizzato e indagato nei minimi dettagli il Faro Votivo di Minervino Murge, utilizzando le più avanzate tecnologie di rilievo e indagine strumentale: drone, laser scanner 3D, georadar, temocamera, centralina per indagine sonica, endoscopio, ecc.
I professionisti e gli studenti che hanno partecipato sono stati coordinati e guidati nelle varie fasi del workshop da un team di docenti altamente specializzati: Elena Candigliota e Francesco Immordino dell’ENEA, Fabio Armillotta, N. Marco Santomauro e Carmela Palmieri della società C.A.Sa. di Pescara, Michele Curuni della Leica Geosystem, Cristina Santacroce della StartUp e Danilo Ranalli della ACND … (continua)

Senza titolo-1

2015

le INDAGINI DIAGNOSTICHE STRUMENTALI per il RESTAURO dell’edilizia storica

D142_locandinaIl 9 ottobre, presso il museo della Media Valle del Liri di Sora (FR), si svolgerà il corso di aggiornamento dal titolo “Le indagini diagnostiche strumentali per il restauro dell’edilizia storica”.

Il corso, organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Frosinone in collaborazione con la società C.A.Sa. di Pescara, avrà come argomento i principali metodi di indagine diagnostica finalizzati alla conoscenza materico-costruttiva del manufatto architettonico propedeutica agi interventi di restauro sull’ edificato storico.

Il corso è strutturato in due moduli: durante il primo modulo (ore 9.00 – 13.00) saranno illustrati i principali metodi di indagine applicati a casi concreti e le strumentazioni utilizzate (termografia, indagini georadar, indagine soniche e ultrasoniche, martinetti piatti ecc.); il secondo modulo (ore 14.00 – 18.00)  si svolgerà in parte all’esterno, dove verranno realizzate delle prese termografiche su alcuni edifici di Sora, e in parte in aula, dove si procederà a redigere il rapporto di indagine.

Agli architetti, iscritti agli Ordini professionali di qualsiasi provincia d’Italia, saranno riconosciuti 8 crediti formativi professionali. Il costo del corso è 80 € + iva.

Per iscriversi bisogna inviare all’indirizzo e-mail costruireabitaresano@virgilio.it la scheda di iscrizione (scaricabile sul sito http://www.costruireabitaresano.it) e la ricevuta dell’avvenuto pagamento della quota di iscrizione.

Ai partecipanti sarà fornita la documentazione degli argomenti che trattati durante la giornata.

>>>scarica scheda di iscrizione<<<

2015

LA DIAGNOSI ENERGETICA DEGLI EDIFICI

D128_locandinaVenerdì 16 ottobre a partire dalle 9,00 si terrà presso la sede dell’Ordine degli Architetti P. P. e C. della provincia dell’Aquila il corso dal titolo “La Diagnosi Energetica degli Edifici”.

Il corso di 8 ore intende fornire ai liberi professionisti e ai tecnici le conoscenze tecniche propedeutiche ad una corretta diagnosi energetica, anche con l’ausilio di specifiche strumentazioni.

Ai partecipanti saranno riconosciuti 8 crediti formativi professionali a valere nel triennio 2014/16 così come espresso dal Consiglio Nazionale degli Architetti P.P. e C.

Il contributo per la partecipazione è di 30 euro + IVA (22%) e comprende il materiale didattico.

L’efficientamento energetico degli edifici esistenti svolge un ruolo strategico nel raggiungimento degli obiettivi di “consumo quasi zero” indicati dalla Direttiva Europea 2010/31/UE. La diagnosi energetica degli edifici rappresenta lo strumento più efficace per promuovere in modo concreto azioni di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente, mediamente caratterizzato da notevoli inefficienze che portano a sprechi di energia che si possono e si devono evitare.

PROGRAMMA
– Lo scenario delle politiche energetiche europee: dalle Direttive comunitarie alla legislazione nazionale;
– La diagnosi energetica: approccio metodologico e aspetti organizzativi;
– I diversi livelli di diagnosi energetica: l’audit leggero e l’audit di dettaglio;
– Gli strumenti per il rilievo e la valutazione della prestazione dell’involucro, degli impianti e dei parametri ambientali: Diagnosi energetica su edifici esistenti.

.

scarica iscrizione D scarica programma D scarica ocandina D

 

2015

Seminario ad Avezzano dal titolo “Archeologia preventiva: diagnostica e valorizzazione dei contesti in situazioni critiche e di emergenza”

Mercoledì 8 luglio a partire dalle 9,15 si terrà presso la sede del GAL Gran Sasso Velino (Via Sandro Pertini 106 ad Avezzano) il seminario dal titolo “Archeologia preventiva: diagnostica e valorizzazione dei contesti in situazioni critiche e di emergenza”. Il convegno rientra nelle attività del progetto “Talenti per l’archeologia” dell’ATS “Antiqua” e avrà il seguente programma:

Seminario Antiqua luglio_locandina small.

.

.

.

ore 9,30: Fabio Redi
Archeologia d’emergenza e preventiva per la tutela e la valorizzazione dei centri storici

ore 10,15: Fernando Amores
Interventi archeologici e valorizzazione dei centri storici: alcuni esempi a Siviglia

ore 11,00: Raimondo Quaresima
Pietre e cave dell’architettura aquilana

ore 11,45: Fabio Armillotta
Le indagini diagnostiche strumentali per la conoscenza del costruito storico

.

>>> scarica locandina <<<

2015

FAROWORKSHOP

locandina faro minervinoDal 16  al 19 settembre 2015 si terrà a Minervino Murge (BT) “FaroWorkshop – Le nuove tecnologie applicate ai Beni Culturali: il faro votivo di Minervino Murge”.

Il workshop promosso da C.A.Sa. in collaborazione con l’ENEA, il Comune di Minervino Murge e L’Ordine degli Architetti P. P. e C. della Provincia BAT, si pone come obiettivo quello fornire le basi teoriche, metodologiche e strumentali di alto e qualificato livello al fine di operare nel campo del rilievo e della diagnostica per la conservazione e il recupero dei beni culturali.
Sarà dedicata particolare attenzione alle tecniche di telerilevamento di prossimità (droni) di rilievo con laser scanner e  ai metodi di diagnosi strumentale (termografia e georadar).

Al workshop sono invitati a partecipare gli studenti delle Facoltà di Architettura, Ingegneria Edile, Beni Culturali, delle Accademie di Belle Arti, Scuole di Specializzazione, Master e i professionisti (architetti e ingegneri) di tutto il territorio nazionale.

.

>>> vai alla pagina <<<

2015

Giornate europee dell’Energia 2015: un convegno a Chieti

Le Giornate europee dell’Energia sono una caratteristica distintiva della Settimana europea dell’energia sostenibile (EUSEW), manifestazione volta a diffondere buone pratiche, ispirare nuove idee e promuovere reti che contribuiscano a configurare la nuova Unione dell’Energia dell’UE. Ormai giunta alla sua decima edizione, l’EUSEW è l’appuntamento annuale per eccellenza di tutti i soggetti impegnati nella ricerca delle migliori strategie per il raggiungimento degli obiettivi europei in materia di clima ed energia. La manifestazione, organizzata con il sostegno dell’Agenzia esecutiva per le piccole e medie imprese (EASME) di concerto con la Commissione europea, presenta attività incentrate sull’efficienza energetica e soluzioni nel campo delle energie rinnovabili attuate in tutta Europa. Nell’ambito di questa manifestazione, a Chieti, per iniziativa della Provincia si terrà un interessante convegno su “Strumenti europei per l’efficienza energetica e modelli di partenariato pubblico-privato (PPP): gestione tecnica, attività di audit, ambiti di intervento”. Il convegno si terrà giovedì 25 giugno presso l’Auditorium del Museo Universitario a partire dalle ore 15.00 e prevede la partecipazione di professionisti esperti che operano nel settore dell’efficienza energetica.

EAS-15-001-02_anniversary5

PROGRAMMA

15.00_Registrazione dei partecipanti 

15.30_Introduzione e Saluti istituzionali
Dott. Mario Pupillo | Presidente della Provincia di Chieti
Ing. Elba Iezzi | Vice Presidente Ordine degli Ingegneri di Chieti
Dott. Arch. Franco Trovarelli | Presidente Ordine degli Architetti di Chieti
Ing. Giancarlo Moca | Dirigente Settore Energia e Sviluppo sostenibile – Chieti

16.00_Strumenti finanziari e Programmi Europei per l’efficienza energetica:
il Partenariato Pubblico Privato e il Progetto ELENA “Chieti Towards 2020”
Ing. Pierluigi Fecondo | Project Engineering Assistant “Chieti Towards 2020” – ELENA

16.30_La riqualificazione energetica dell’illuminazione pubblica:
il Progetto MLEI “PARIDE” della Provincia di Teramo.
Ing. Graziano D’Eustachio | AGENA – Agenzia per l’Energia e l’Ambiente di Teramo

17.00_Le diagnosi energetiche sugli edifici pubblici:
approccio metodologico, strumenti e analisi di casi di studio.
Arch. Carmela Palmieri | Studio CASA Associati

17.30_L’audit energetico dei sistemi di illuminazione pubblica:
metodi di rilievo, strumenti e tecniche di misurazione e restituzione dei risultati. Presentazione di casi di studio.
Ing. Alessandro Carusi | Libero professionista

18.00_Dibattito e conclusione dei lavori.
Modera Dott. Arch. Mauro Latini | Vice Presidente Ordine degli Architetti di Chieti

2015

L’Agrarian Urbanism e le potenzialità dei territori di Capitanata

Dal 15  al 17 giugno si terrà a Foggia e San severo il convegno dal titolo “L’Agrarian Urbanism e le potenzialità dei territori di Capitanata”.

Organizzato dai Dipartimenti di Studi Umanistici e di Economia dell’Università di Foggia, il convegno ospiterà importanti relatori, tra cui l’architetto statunitense Andres Duany, fondatore dell’Agrarian Urbanism, un modello di pianificazione urbanistica che, tanto nell’approccio quanto nell’impianto urbanistico, rivela punti di contatto e assonanze con i principi adottati per la fondazione delle borgate rurali e dei centri comunali tra gli anni ’30 e ’40.

Durante le tre giornate si svolgerà un workshop che ha l’obiettivo di redigere uno studio preliminare per l’attivazione di una futura charrette sull’applicazione dell’“agrarian urbanism” al territorio della Capitanata.

Lo studio CASa Associati degli architetti Armillotta, Palmieri e Santomauro,  è stato invitato a dare il proprio contributo al workshop sulla rigenerazione sostenibile del “sistema” dei poderi, che affronterà alcuni dei temi di ricerca su cui lo studio sta lavorando negli ultimi anni: la rigenerazione, la sostenibilità e la conservazione delle architetture rurali della Capitanata.

>>> scarica il programma <<<

 

locandina convegno

2015

Progettare un intervento di recupero e riqualificazione: l’edificio e la scala urbana

edicom2_eventi_it_2084349_resource_orig

Giovedì 23 aprile, a partire dalle ore 15,00, si terrà a San Benedetto del Tronto – presso il Centro Congressi Hotel Calabresi viale Marinai d’Italia n. 1 – il seminario tecnico dal titolo Progettare un intervento di recupero e riqualificazione: l’edificio e la scala urbana.

Verranno affrontate le seguenti tematiche:

quadro normativo di riferimento e linee guida metodologiche di intervento per il recupero del patrimonio edilizio esistente: analisi dello stato di fatto dell’edificio, protezione preventiva per la durabilità e sicurezza degli edifici, limiti normativi di prestazione energetica e acustica; casi studio di riqualificazione edilizia nell’ambito di progetti di rigenerazione territoriale: strategie di intervento, dettagli progettuali e tecnologici; consolidamento e rinforzo strutturale, risanamento degli edifici, riqualificazione energetica e acustica mediante tecniche innovative di isolamento interno ed esterno.

Intervengono:
Lara Bassi, redazione rivista azero EdicomEdizioni;
Fabio Armillotta, architetto della società C.A.Sa. Costruire Abitare Sano;
Eddy Tiozzo, architetto consulente tecnico Celenit;
Roberto Di Biase, ingegnere consulente tecnico Volteco;
Cristiano Carletti, consulente tecnico Herz.

Sono riconosciuti i crediti formativi agli architetti e ai periti industriali.

| scarica locandina |

.

2015

L’Altro Benessere

Incontri in bottega alla scoperta di sé, degli altri, della natura.

Riprendono gli appuntamenti con L’Altro Benessere, per vivere in armonia con se stessi, gli altri e la natura. Domenica 12 aprile alle ore 18.00 si parlerà di architettura sostenibile, con Carmela Palmieri della Cooperativa C.A.Sa., Costruire e abitare sano. Una casa in armonia con l’ambiente ed efficiente dal punto di vista energetico è l’aspirazione di un numero sempre maggiore di persone: riflettiamoci insieme!

il mandorlo

2015

LA TERMOGRAFIA NEL SETTORE EDILE

D117_150319_locandina Termografia 72dpiGiovedì  19 marzo 2015 alle ore 15.00, presso la sala Sirica della sede dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Pescara (piazza Garibaldi n. 42 – Pescara) si terrà il seminario “La termografia nel settore edile”. L’evento è  curato dalla Commissione Sviluppo Sostenibile in collaborazione con la società Costruire Abitare Sano di Pescara. Dopo i saluti degli architetti Laura Antosa e Fabrizio Mulone, Fabio Armillotta illustrerà le diverse applicazioni della termografia nel campo edile, con la presentazione di numerosi casi studio.

PROGRAMMA
ore 15.00          Registrazione
ore 15.15          Saluti e apertura dei lavori
arch. Laura Antosa (presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Pescara)
arch. Fabrizio Mulone (consigliere delegato alla Commissione Sviluppo Sostenibile)
ore 15.30          Le applicazioni della termografia nel settore della riqualificazione edilizia
arch. Fabio Armillotta (Costruire Abitare Sano)
ore 18.30          Dibattito
ore 19.00          Chiusura dei lavori

iscrizioni: https://imateria.awn.it/custom/imateria/

2015

IL CANTIERE DEL RESTAURO – Metodo e tecniche

Si terrà mercoledì 4 marzo 2015, il penultimo appuntamento con il Seminario “Il Cantiere di Restauro”, promosso dal Consorzio Di Vincenzo & Strever ed organizzato da CARSA. Al mattino gli studenti visiteranno i cantieri di Palazzo Cappa Cappelli e Palazzo Di Paola per poi proseguire, nel pomeriggio, all’Auditorium del Parco, con gli approfondimenti teorici tenuti, oltre che dal progettista e dal direttore dei lavori dei cantieri, dall’architetto Antonio Di Stefano, che tratterà il tema restauro intonaci, degli elementi decorativi, delle superfici e delle finiture, dall’arch. Fabio Armillotta dello studio CASa Associati che esporrà le diverse tecnologie applicate alla diagnostica dei Beni Culturali. I lavori saranno chiusi dai professori Mario Centofanti e Giovanni Carbonara che ripercorreranno i temi trattati nella giornata.

Pannello SEMINARIO 4 marzo-WEB

2014

TRE PERCORSI FORMATIVI NEL SETTORE DELL’ARCHEOLOGIA ALL’AQUILA

 

Microsoft Word - 22. USM cf8

L’ATS “ANTIQUA” costituita da SGI Srl capofila e Università degli Studi dell’Aquila, ENEA, INGV, Comune dell’Aquila, C.A.S.A. Soc. Coop. a r.l., Società Consortile ERIGEO a r.l., SINTAB srl, FOCUS SRL, Q110 srl, Archeores Srl, nell’ambito delle attività finanziate dalla Regione Abruzzo e Fondo Sociale Europeo (Progetto Speciale “Talenti per l‘Archeologia”) propone di sviluppare diverse professionalità capaci di rispondere a esigenze specifiche evidenziate dalle operazioni di restauro o ricostruzione post-sismica.

I percorsi formativi sono i seguenti:

TECNICO DELL’ARCHEOLOGIA URBANA E DI EMERGENZA CON L’AUSILIO DI NUOVE TECNOLOGIE (250 ore, di cui 156 di laboratorio);

TECNICO COORDINATORE DEGLI INTERVENTI DI CONSERVAZIONE VALORIZZAZIONE DEI SITI URBANI DI CARATTERE ARCHEOLOGICO (400 ore, di cui 300 di laboratorio);

TECNICO COORDINATORE DEGLI SCAVI D’EMERGENZAE DELL’ARCHEOLOGIA PREVENTIVA (400 ore, di cui 300 di laboratorio).

Le lezioni si terranno all’Aquila.

Le iscrizioni sono aperte fino al 9 gennaio 2015.

2014

Confermate le detrazioni fiscali del 50% e del 65% per tutto il 2015

detrazione65Il disegno di legge di stabilità per il 2015, approvato nei giorni scorsi dal Governo, prevede la proroga a tutto il prossimo anno della detrazione Irpef e Ires del 65% sui lavori per il risparmio energetico e della detrazione Irpef del 50% sulle ristrutturazioni edilizie, sui mobili e sui grandi elettrodomestici.

Per quanto riguarda gli interventi sul risparmio energetico «relativi a parti comuni degli edifici condominiali di cui agli articoli 1117 e 1117-bis del Codice Civile» o che interessano «tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio», la detrazione del 65% è stata prorogata fino al 31 dicembre 2015 e tornerà al 36% dal 1° gennaio 2016.

Non è stata prorogata, invece, la detrazione Irpef ed Ires del 65% sugli interventi antisismici, che quindi sarà ridotta al 50% per i pagamenti del 2015.

In pratica, il disegno di legge di stabilità per il 2015, ha eliminato la gradualità prevista nella riduzione delle aliquote per il 2015 e pertanto, a partire dal 2016, a meno di nuovi interventi legislativi, si potrà utilizzare solo la detrazione fiscale del 36%.

Si specifica che, a seguito di queste proroghe, non è necessario modificare i riferimenti normativi da indicare nei bonifici, quindi, per il risparmio energetico (compresi gli interventi nei condomini) la norma agevolativa è sempre l’articolo 1, commi da 344 a 347 della Legge 296/2006, mentre per le ristrutturazioni edilizie, le misure antisismiche e l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici va indicato l’articolo 16-bis del Tuir (Testo unico imposte sui redditi).

 

 

2014

CORSO ABILITANTE PER CERTIFICATORI ENERGETICI

Corso di 80 ore abilitante per tecnici certificatori energetici accreditato MISE – MATTM – MIT ai sensi dell’ Art.2, comma 5 del DPR n.75/2013

Locandina Corso Certificatore EnergeticoDalla collaborazione tra la il Collegio dei Periti Agrari e dei Periti Agrari laureati della Provincia di Chieti  e Sinergie con il supporto didattico di C.A.Sa., nasce il percorso formativo abilitante per certificatori energetici degli edifici ai sensi del DPR 75/13 (autorizzazione richiesta al MISE) che si svolgerà a partire dalla metà di novembre a VASTO (CH).

Il corso sviluppa la nuova normativa sulla qualificazione e certificazione energetica degli edifici, ed ha come obiettivo quello di fornire le cono-scenze tecniche e specialistiche sul sistema edificio-impianto, necessarie ad una corretta diagnosi, certificazio-ne e riqualificazione energetica degli edifici, come previsto nell’Allegato 1 del Dpr. 75/2013.

Il corso ha una durata di 80 ore (56 di teoria e 24 di pratica) con esame finale. Le lezioni si svolgeranno il giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

E’ obbligatoria la frequenza di almeno l’85% del monte ore per accedere alla sessione d’esame finale.

A coloro che supereranno l’esame finale sarà rilasciato l’ “Attestato di frequenza corso e superamento esame per tecnici certificatori energetici ai sensi del DPR 75/2013”;

Il corso è destinato a laureati e diplomati in materie tecnico-scientiche, tutti coloro che non sono iscritti a ordini o collegi professionali, oppure che non dispongono dell’abilitazione a progettare edifici o impianti. Per maggiori informazioni sui requisiti di accesso al percorso formativo abilitante si consiglia di prendere visione delle classi di laurea elencate nel DPR 75/2013 (link ufficiale: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/06/27/13G00115/sg) o contattare la segreteria corsi. Partecipanti: minimo 20, massimo 35, per ogni corso.

Gli interessati a partecipare dovranno far pervenire alla Segreteria Organizzativa la scheda di adesione a mezzo e-mail fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti fissato a 35 iscritti previsto dal regolamento del Ministero dello Sviluppo Economico.

Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a:
Sinergie Education
Segreteria Corsi: Gloria Ferro
tel. 085 4518929800 540644
email: gloria@sinergieducation.it

Sede del corso:
Co.T.Ir. Srlscarica programma
S.S. Nord n°240 Località Zimarino – VASTO (CH)
Iscrizioni entro il 05/11/2014

2014

CORSO QUALIFICANTE PER CERTIFICATORI ENERGETICI

Corso di 80 ore accreditato MISE – MATTM – MIT ai sensi dell’ Art.2, comma 5 del DPR n.75/2013

D105_locandina APENasce dalla collaborazione tra la L’ordine degli Architetti della Provincia di Barletta Andria Trani e C.A.Sa. Costruire Abitare Sano, il percorso formativo qualificante per certificatori energetici degli edifici ai sensi del DPR 75/13 (autorizzazione richiesta al MISE) che si svolgerà a partire da fine ottobre a TRANI.

Il corso, della durata di 80 ore, intende fornire ai professionisti le conoscenze tecniche propedeutiche alla certificazione energetica degli edifici con riferimento alla normativa tecnica e alla legislazione di settore, ed è articolato in una parte teorica con lezioni frontali ed una parte di esercitazione pratica, durante la quale i partecipanti avranno la possibilità di applicare le nozioni teoriche e testare la propria autonomia operativa attraverso lo sviluppo di un project work, dalla raccolta dati alla redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica.

Per conseguire l’attestato, Il corso prevede inoltre un esame conclusivo a cui potrà partecipare chi avrà seguito almeno l’85% delle ore totali di lezione, così come dettato dal regolamento del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il corso si rivolge ai soggetti interessati a operare come certificatori energetici degli edifici e, in particolare, a laureati e diplomati in materie tecnico-scientifiche, iscritti e non agli ordini e collegi professionali, oppure che non dispongono dell’abilitazione a progettare edifici o impianti.

Per maggiori informazioni sui requisiti di accesso al percorso formativo abilitante si consiglia di prendere visione delle classi di laurea elencate nel DPR 75/2013 al seguente link ufficiale: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/06/27/13G00115/sg

Gli interessati a partecipare dovranno far pervenire alla Segreteria Organizzativa la scheda di adesione a mezzo e-mail fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti fissato a 35 iscritti previsto dal regolamento del Ministero dello Sviluppo Economico.

scarica ocandina

.

.

 

.

2014

CORSO ABILITANTE PER CERTIFICATORI ENERGETICI

Corso di 80 ore accreditato MISE – MATTM – MIT ai sensi dell’ Art.2, comma 5 del DPR n.75/2013

moscianoNasce dalla collaborazione tra la Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi e C.A.Sa. Costruire Abitare Sano, il percorso formativo abilitante per certificatori energetici degli edifici ai sensi del DPR 75/13 autorizzato dal MISE con prot.0007669 del 16 aprile 2014, che si svolgerà a partire dal 6 ottobre a Mosciano Sant’Angelo (Teramo).

Il corso, della durata di 80 ore, intende fornire al professionista le conoscenze tecniche propedeutiche alla certificazione energetica degli edifici con riferimento alla normativa tecnica e alla legislazione di settore, ed è articolato in una parte teorica con lezioni frontali ed una parte di esercitazione pratica, durante la quale i partecipanti avranno la possibilità di applicare le nozioni teoriche e testare la propria autonomia operativa attraverso lo sviluppo di un project work, dalla raccolta dati alla redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica.

Per conseguire l’attestato, Il corso prevede inoltre un esame conclusivo a cui potrà partecipare chi avrà seguito almeno l’85% delle ore totali di lezione, così come dettato dal regolamento del Ministero dello Sviluppo Economico.

.

Il corso si rivolge ai soggetti di cui all’art. 2 commi 3 e 4 del D.P.R. 75/2013 interessati a operare come certificatori energetici degli edifici e, in particolare, a laureati e diplomati in materie tecnico-scientifiche, non iscritti a ordini o collegi professionali, oppure che non dispongono dell’abilitazione a progettare edifici o impianti.

Per maggiori informazioni sui requisiti di accesso al percorso formativo abilitante si consiglia di prendere visione delle classi di laurea elencate nel DPR 75/2013 al seguente link ufficiale: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/06/27/13G00115/sg

Gli interessati a partecipare dovranno far pervenire alla Segreteria Organizzativa la scheda di adesione a mezzo fax oppure e-mail entro il 5/10/2014 fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti fissato a 35 iscritti previsto dal regolamento del Ministero dello Sviluppo Economico.

.

.scarica ocandina

 

.

2014

Azero TOUR – RITORNA A PESCARA

17 settembre 2014 – Pescara – Hotel Villa Immacolata – Strada Comunale San Silvestro 340

azerotour2014

Progettare e costruire edifici a basso consumo energetico non è più solo questione di sensibilità del progettista e/o del committente ma un obbligo normativo.

Con il DL n. 63/2013 il Governo italiano, anche a seguito della procedura di infrazione avviata dalla Commissione Europea, ha finalmente recepito la Direttiva 2010/31/UE imponendo che entro pochi anni tutti gli edifici siano a energia quasi zero.

Quali accorgimenti progettuali e quali tecnologie costruttive devono essere adottati perché un edificio abbia un basso consumo energetico? Quali impianti sono necessari e di che tipo?

Queste sono le domande che più frequentemente vengono poste quando si parla di edifici a basso consumo e a queste domande si cercherà di rispondere durante il convegno, anche attraverso la presentazione di casi studio italiani ed esteri di edifici che sono classificabili come edifici a basso consumo secondo i più diffusi standard internazionali.

Un appuntamento in cui sarà dato ampio spazio ai quesiti dei partecipanti con approfondimenti sui sistemi costruttivi e sulle soluzioni impiantistiche più idonee per raggiungere lo standard di edificio a basso consumo energetico, anche grazie alla presentazione di casi studio nazionali e internazionali. Nel corso del convegno, che si terrà a Pescara il 17 settembre dalle 9.00 alle 12.00 presso l’hotel Villa Immacolata, CasaAssociati presenterà un caso studio realizzato in Abruzzo.

PROGRAMMA

9:00    Registrazione partecipanti

9:10     Interventi di saluto – Laura Antosa, Presidente dell’Ordine APPC Provincia di Pescara

9:15  Edifici a basso consumo energetico: concetti e standard internazionali, limiti normativi nazionali di prestazione energetica – Lara Bassi, redazione azero, EdicomEdizioni

9:30    Caso studio italiano (Abruzzo) – Carmela Palmieri, Fabio Armillotta e N. Marco Santomauro, CasaAssociati

10:10  L’isolamento termico dell’involucro edilizio: nuovi materiali e nuove tecniche per case a zero energia – Guerrino Bianchini, consulente Dow

10:40  L’isolamento termico dell’involucro edilizio: nuovi materiali e nuove tecniche per case a zero energia – Domenico Chiacchio, consulente Ytong

11:10  Il miglioramento dell’isolamento termico degli edifici senza l’aumento di spessori – Salvatore Varsallona, consulente Tecnova

11:30   Caso studio internazionale – Lara Bassi, redazione azero, EdicomEdizioni

11:50   Dibattito e chiusura lavori

promosso da Ordine degli Architetti P.P.e C. della Provincia di Pescara Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pescara (3 cfp).

in collaborazione con azero | EdicomEdizioni con il patrocinio di Passive House Institute Italia Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Pescara (2 cfp).

Segreteria organizzativa EdicomEdizioni tel. 0481.722166 eventi@edicomedizioni.com

 

>>> scarica invito <<<

2014

SULMONA – La diagnosi energetica degli edifici

Corso di formazione professionale

D124_banner Diagnosi energetica

FINALITA’ DEL CORSO
L’efficientamento energetico degli edifici esistenti svolge un ruolo strategico nel raggiungimento degli obiettivi di “consumo quasi zero” indicati dalla Direttiva Europea 2010/31/UE. La diagnosi energetica degli edifici è lo strumento più efficace per promuovere in modo concreto azioni di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente, mediamente caratterizzato da notevoli inefficienze che portano a sprechi di energia che si possono e si devono evitare, raggiungendo due obiettivi: la riduzione drastica dei consumi energetici, quindi delle spese di gestione e dell’impatto sull’ambiente, e la valorizzazione dell’immobile intesa come incremento del suo valore di mercato.
La diagnosi energetica degli edifici, infatti, attraverso la fase conoscitiva, fornisce tutti gli elementi utili per la corretta valutazione dell’intervento di riqualificazione energetica dell’edificio esistente.
Il corso di 16 ore, strutturato in 2 moduli didattici, intende fornire ai liberi professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche ad una corretta diagnosi energetica, anche con l’ausilio di specifiche strumentazioni.

MATERIALE DIDATTICO
Ai partecipanti al corso, oltre alle dispense dei docenti (su supporto informatico).

DOCENTI
Il corso è organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila con la cura scientifica della soc. C.A.Sa. e sarà tenuto da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico di cui si allega un breve curriculum.

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 16 ore e si articolerà in n. 2 incontri.

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è di 60,00 € (oltre IVA 22%) e comprende il materiale didattico.
Si ricorda che le spese per la formazione continua dei professionisti iscritti agli albi sono deducibili dal reddito di lavoro autonomo nel limite del 50%, così come indicato al punto 2.1 della circolare n. 35/E del 20 settembre 2012 dell’Agenzia delle Entrate.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 80% delle ore del corso.

CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI
Ai partecipanti saranno riconosciuti 15 crediti formativi professionali a valere nel triennio 2014/16 così come espresso dal Consiglio Nazionale degli Architetti P.P. e C., protocollo n. 001 del 2/01/2014 ai sensi dell’art. 7 del DPR 137/2012.

SEDE
Il corso si terrà presso il CENTRO SERVIZI CULTURALI a SULMONA in Via Venezuela 4.

Si precisa che il corso sarà attivato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

scarica ocandina Dscarica programma Dscarica iscrizione D

2014

SULMONA – La termografia per la diagnosi energetica degli edifici

Corso di formazione professionale

D124_banner Termografia

La Diagnosi energetica fornisce tutti gli elementi utili per il calcolo e la correta valutazione dell’intervento di riqualificazione energetica di un edificio esistente. Il corso di aggiornamento affronta gli aspetti metodologici e operativi della diagnosi energetica e le potenzialità di utilizzo della termografia. La termografia è una tecnica di indagine non invasiva che si basa sull’acquisizione di immagini nell’infrarosso. La termografia applicata all’analisi degli edifici consente di individuare e localizzare anomalie termiche a cui possono corrispondere vizi costruttivi.

DOCENTI
Il corso è organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila con la cura scientifica della soc. C.A.Sa. e sarà tenuto da un libero professionista con esperienza decennale nel settore energetico con qualifica di addetto (II livello) alle prove non distruttive, metodo: termografia infrarossi, ai sensi alla norma UNI EN ISO 9712:2012.

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 8 ore e si articolerà in un unico incontro.

MATERIALE DIDATTICO
Ai partecipanti al corso, oltre alle dispense dei docenti (su supporto informatico).

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è di 30,00 € (escluso IVA) e comprende il materiale didattico. Si ricorda che le spese per la formazione continua dei professionisti iscritti agli albi sono deducibili dal reddito di lavoro autonomo nel limite del 50%, così come indicato al punto 2.1 della circolare n. 35/E del 20 settembre 2012 dell’Agenzia delle Entrate.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza.

CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI
Ai partecipanti saranno riconosciuti 8 crediti formativi professionali a valere nel triennio 2014/16 così come espresso dal Consiglio Nazionale degli Architetti P.P. e C., protocollo n. 001 del 2/01/2014 ai sensi dell’art. 7 del DPR 137/2012.

SEDE
Il corso si terrà presso il CENTRO SERVIZI CULTURALI a SULMONA in Via Venezuela 4.

Si precisa che il corso sarà attivato solo al raggiungimento del numero minimo  di partecipanti.

scarica ocandina Tscarica programma Tscarica iscrizione T

2014

CORSO ABILITANTE A.P.E.

 

Percorso formativo realizzato dalla Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi, autorizzato MISE, in collaborazione con C.A.Sa. Costruire Abitare Sano.

banner geo

Nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi e Costruire Abitare Sano, il percorso formativo abilitante per certificatori energetici degli edifici ai sensi del DPR 75/13, che a partire da settembre sarà promosso in diverse regioni d’Italia.

Il corso si rivolge ai soggetti interessati a operare come certificatori energetici degli edifici e, in particolare, a laureati e diplomati in materie tecnico-scientifiche, non iscritti a ordini o collegi professionali, oppure che non dispongono dell’abilitazione a progettare edifici o impianti.

Il corso, della durata di 80 ore, intende fornire al professionista le conoscenze tecniche propedeutiche alla certificazione energetica degli edifici con riferimento alla normativa tecnica e alla legislazione di settore, ed è articolato in una parte teorica con lezioni frontali (56 ore) ed una parte di esercitazione pratica (24 ore), durante la quale i partecipanti avranno la possibilità di applicare le nozioni teoriche e testare la propria autonomia operativa attraverso lo sviluppo di un project work, dalla raccolta dati alla redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica.

Il primo corso si svolgerà a settembre a Mosciano Sant’Angelo (Teramo).

I corsi sono stati autorizzati dal Ministero dello Sviluppo Economico con prot.0007669 del 16 aprile 2014.

>>>approfondimenti<<<

2014

EU SUSTAINABLE ENERGY WEEK 2014

Energia in “Rete”: Opportunità, Proposte, Azioni – 24 giugno 2014 – Pescara

cropped-eusew_logo_eng-2014

Lanciata nel 2006 come iniziativa della Commissione Europea, la Settimana Europea dell’Energia Sostenibile (EUSEW) è diventata un punto di riferimento per enti pubblici, agenzie per l’energia, aziende private, organizzazioni non governative e associazioni di settore impegnate nel contribuire a raggiungere gli obiettivi energetici e climatici dell’UE.

La Settimana europea dell’energia sostenibile è attualmente il più grande evento europeo per promuovere le energie rinnovabili e l’efficienza energetica, attraverso eventi, convegni e dimostrazioni in tutte le città d’Europa.

In Abruzzo, questa’anno l’evento regionale è organizzato da ACEER Abruzzo che, aderendo alla nona edizione della Settimana europea dell’energia sostenibile, vuole dare il suo contributo per sensibilizzare professionisti, imprese ed enti pubblici sull’importanza in questo settore di fare “rete”, cioè mettere in comune risorse, esperienze e competenze per il miglioramento dell’efficienza energetica, l’utilizzo di risorse rinnovabili e la riduzione di emissioni. Per questo l’evento è idealmente suddiviso in tre ambiti tematici:

  • Opportunità: formazione professionale e possibilità di finanziamento per la realizzazione di progetti energeticamente sostenibili;
  • Proposte: idee e programmi per il miglioramento della qualità energetico-ambientale  nei settori pubblico e privato;
  • Azioni: casi di studio e buone pratiche di progetti e iniziative realizzati o in corso di realizzazione.

Il convegno si terrà a Pescara presso il Museo d’Arte Moderna “Vittorio Colonna” in via Gramsci 1 dalle 9.00 alle 13.00

>>> Scarica il programma <<<

2014

Convenzione tra C.A.Sa. e Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Chieti

E’ stata approvata nella seduta del Consiglio del 27 maggio 2014, la convenzione tra C.A.Sa. e l’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Chieti, che offre agli iscritti all’Ordine prezzi agevolati per il noleggio di termocamera (FLIR B620, serial n. 404002122) con operatore qualificato (certificato livello 2 ai sensi della norma ISO 9712 ex EN 473 nel settore edile).

In generale, la termografia è una tecnica di indagine che consente di individuare e localizzare le anomalie termiche a cui possono corrispondere vizi costruttivi e alcune delle sue applicazioni in ambito edilizio sono:
– ricerca dei ponti termici e verifica dell’isolamento;
– individuazione dei fenomeni di umidità (risalita capillare, condensazione, infiltrazione);
– rilievo strutturale di edifici in c.a. e in muratura;
– ricerca di perdite degli impianti idrici e di riscaldamento;
– applicazioni per il restauro.

In tema di efficienza energetica la termografia applicata all’analisi degli edifici è un utile strumento di indagine non invasiva, che consente di ottenere informazioni utili per verificare la corretta esecuzione della costruzione (collaudo energetico) e di esaminare lo stato di un edificio esistente (audit energetico), permettendo di individuare e localizzare dispersioni energetiche dell’involucro e degli impianti termici, riconoscere i ponti termici, evidenziare anomalie termiche e criticità che denunciano problematiche in atto sull’edificio. Il grande vantaggio di questo metodo è legato al carattere di non invasività e alla versatilità della tecnica, che viene eseguita senza contatto diretto con l’oggetto esaminato e senza interferire con le normali condizioni di esercizio dell’immobile. L’analisi termografica consente di:

– indirizzare in modo mirato gli interventi di riqualificazione energetica, con notevoli vantaggi anche di tipo economico;
– verificare la corretta esecuzione dei lavori, sia nel caso di riqualificazione che di nuova costruzione;
– effettuare monitoraggi finalizzati allo studio nel tempo di un sistema costruttivo;
– realizzare il collaudo energetico per il rilascio della certificazione energetica di un edificio.

>>> scarica convenzione <<<

 

termo convenzione

2014

IL LATERIZIO NEL RESTAURO DELL’EDILIZIA STORICA

L’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila, in collaborazione con I Mastri Fornaciai srl e C.A.Sa. scarl, ha organizzato un seminario tecnico dal titolo “Il Laterizio nel Restauro dell’Edilizia Storica”.
Il seminario si svolgerà a Grottazolina il 19 giugno 2014, presso la sede de I mastri Fornaciai e sarà strutturato in una parte teorica e una parte pratica.
Di seguito si riporta il programma dettagliato del seminario.

D115_locandinaOre 10.00 RAIMONDO QUARESIMA, Università degli Studi dell’Aquila
Il mattone: dalla conoscenza al restauro

Ore 10.30 FABIO ARMILLOTTA, CASa Associati
L’uso del laterizio nell’edilizia tradizionale e nel restaurocontemporaneo

Ore 11.00 GIANMARCO BRANCOZZI, I Mastri Fornaciai
Il mattone fatto a mano: applicazioni per il restauro

Ore 11.30 Dalla terra al mattone: dimostrazione pratica della produzione di elementi in laterizio fatti a mano

Ore 12.30 Il mattone: applicazioni pratiche di posa in opera di apparecchi murari

Ore 13.00 Soft lunch

Il seminario è gratuito.
E’ stata inoltrata la richiesta al C.N.A.C.P.P.C. per il riconoscimento dei C.F.P.

I MASTRI FORNACIAI S.R.L. è una delle poche aziende che continuano a produrre elementi in terracotta fatti a mano, ideali per l’edilizia di pregio e per il restauro dell’edilizia storica. Le caratteristiche di unicità sono presenti in tutte le fasi della produzione: dall’impasto  dell’argilla alla cottura.
L’azienda produce pavimenti per interno ed esterno, mattoni per pareti “faccia vista”, coppi, elementi per composizioni e “arazzi”.
Una delle particolarità della nostra azienda è la stretta collaborazione con i progettisti nel produrre gli elementi in cotto delle forme e dimensioni richieste dalle esigenze di cantiere o dalla creatività del progettista.

Gli interessati possono inviare la loro adesione alla segreteria dell’Ordine degli Architetti dell’Aquila entro il 1 giugno 2014.

2014

Restaurare in Abruzzo

Restaurare in Abruzzo_locandina convegno

Venerdì 4 aprile alle ore 17.30 si terrà, presso il Salone della Ricostruzione, il convegno conclusivo del progetto “Restaurare in Abruzzo” realizzato dall’ATS “Hereditas” composta da SGI srl, Focus srl, Università degli Studi dell’Aquila, ENEA, Comune di Tagliacozzo, Consorsorzio Erigeo e C.A.Sa. scarl.
La realizzazione di due diversi percorsi formativi post-laurea ha portato alla specializzazione di due importanti figure professionali, specifiche per la ricostruzione post-sisma in Abruzzo: il “Tecnico dell’ispezione e manutenzione di edifici storici” e il “Tecnico qualificato in design dei materiali lapidei”.
Al convegno parteciperanno alcuni dei docenti che rappresentano l’eccellenza del settore e che hanno dato un notevole valore aggiunto alle attività. L’evento sarà anche l’occasione di presentare lo “stato dell’arte” delle tecnologie innovative finalizzate alla conoscenza approfondita degli edifici storici.

programma

Restaurare in Abruzzo
venerdì 4 aprile, ore 17.30 – 19.30 (sala Le Corbusier)
Salone della Ricostruzione, via Rodolfo Volpe , nucleo industriale di Caselle di Bazzano – L’AQUILA

Presentazione e Saluti
Simonetta Campana – SGI s.r.l.
Letizia De Dominicis – Focus s.r.l.
Claudio Felici – Consorzio Erigeo
Maurizio Di Marco Testa – Comune di Tagliacozzo

Interventi
Raimondo Quaresima – Università degli Studi dell’Aquila
Il ruolo della formazione nella ricostruzione

Fabio Redi – Università degli Studi dell’Aquila
Archeologia del costruito e cronologia degli elementi architettonici a Tagliacozzo: primi risultati della ricerca Hereditas

Elena Candigliota, Francesco Immordino – ENEA
Telerilevamento per la salvaguardia del patrimonio storico – architettonico

Fabio Armillotta – C.A.Sa. s.c.a r.l.
Le indagini diagnostiche strumentali per il restauro degli edifici

Jorgos Tavlaridis – Chemist – conservation scientist
Le strutture lignee degli edifici storici e loro durabilità

>>> scarica programma locandina <<<

 

restaurare in abruzzo imm

2014

La certificazione energetica degli edifici – AVEZZANO

Dal D.Lgs. 192/05 alla L. 90/13: la classificazione degli edifici a livello nazionale e gli attestati di qualificazione e certificazione energetica degli edifici
Corso di formazione professionale 15 CREDITI FORMATIVI

D088_locandina APE avezzano +FINALITA’ DEL CORSO
Dal 6 giugno 2013 l’Attestato di Certificazione Energetica degli edifici (ACE) si chiama APE, ed è obbligatorio nel caso di vendita o locazione di ogni singola unità immobiliare. La redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica interessa tutte le categorie di edifici definiti dal DPR 412/93 indipendentemente dalla presenza di impianti.
Il corso di 40 ore, strutturato in 6 moduli didattici, intende fornire ai professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche alla qualificazione e alla certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi. Il corso ha come obiettivo fondamentale chiarire e semplificare gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi della qualificazione e della certificazione energetica degli edifici.

CONTENUTI
Il quadro legislativo di riferimento e la sua evoluzione
La certificazione energetica degli edifici
La progettazione dell’involucro
L’efficienza energetica degli impianti e le fonti energetiche rinnovabili
La diagnosi energetica degli edifici esistenti

DOCENTI
Il corso è organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila con la cura scientifica della soc. C.A.Sa. e sarà tenuto da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico di cui si allega un breve curriculum.

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 40 ore e si articolerà in n. 10 incontri a cadenza settimanale.

MATERIALE DIDATTICO
Ai partecipanti al corso, oltre alle dispense dei docenti (su supporto informatico), sarà consegnato una raccolta normativa aggiornata e un CD con la versione trial del software TERMUS valida 90 giorni.

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è di 380,00 € (oltre IVA 22%) e comprende il materiale didattico.
Si ricorda che le spese per la formazione continua dei professionisti iscritti agli albi sono deducibili dal reddito di lavoro autonomo nel limite del 50%, così come indicato al punto 2.1 della circolare n. 35/E del 20 settembre 2012 dell’Agenzia delle Entrate.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 80% delle ore del corso.

SEDE
AVEZZANO

Si precisa che il corso sarà attivato solo al raggiungimento del numero di minimo 20 partecipanti.

scarica ocandinascarica programmascarica iscrizione

2014

La certificazione energetica degli edifici – SULMONA

Dal D.Lgs. 192/05 alla L. 90/13: la classificazione degli edifici a livello nazionale e gli attestati di qualificazione e certificazione energetica degli edifici
Corso di formazione professionale 15 CREDITI FORMATIVI


D088_locandina APE sulmona +FINALITA’ DEL CORSO

Dal 6 giugno 2013 l’Attestato di Certificazione Energetica degli edifici (ACE) si chiama APE, ed è obbligatorio nel caso di vendita o locazione di ogni singola unità immobiliare. La redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica interessa tutte le categorie di edifici definiti dal DPR 412/93 indipendentemente dalla presenza di impianti.
Il corso di 40 ore, strutturato in 6 moduli didattici, intende fornire ai professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche alla qualificazione e alla certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi. Il corso ha come obiettivo fondamentale chiarire e semplificare gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi della qualificazione e della certificazione energetica degli edifici.

CONTENUTI
Il quadro legislativo di riferimento e la sua evoluzione
La certificazione energetica degli edifici
La progettazione dell’involucro
L’efficienza energetica degli impianti e le fonti energetiche rinnovabili
La diagnosi energetica degli edifici esistenti

DOCENTI
Il corso è organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila con la cura scientifica della soc. C.A.Sa. e sarà tenuto da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico di cui si allega un breve curriculum.

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 40 ore e si articolerà in n. 10 incontri a cadenza settimanale.

MATERIALE DIDATTICO
Ai partecipanti al corso, oltre alle dispense dei docenti (su supporto informatico), sarà consegnato una raccolta normativa aggiornata e un CD con la versione trial del software TERMUS valida 90 giorni.

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è di 380,00 € (oltre IVA 22%) e comprende il materiale didattico.
Si ricorda che le spese per la formazione continua dei professionisti iscritti agli albi sono deducibili dal reddito di lavoro autonomo nel limite del 50%, così come indicato al punto 2.1 della circolare n. 35/E del 20 settembre 2012 dell’Agenzia delle Entrate.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 80% delle ore del corso.

SEDE
SULMONA

Si precisa che il corso sarà attivato solo al raggiungimento del numero di minimo 20 partecipanti.

scarica ocandinascarica programmascarica iscrizione

2014

APE – corsi di formazione a Sulmona e Avezzano

Partiranno ad aprile i corsi programmati dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila in collaborazione con C.A.Sa. per l’aggiornamento professionale in materia di efficienza energetica. L’efficientamento energetico degli edifici svolge un ruolo strategico nel raggiungimento degli obiettivi di “consumo quasi zero” indicati dalla Direttiva Europea 2010/31/UE e rappresenta un tema di grande interesse per i professionisti per i notevoli sbocchi professionali che offre.

I corsi intendono fornire le conoscenze tecniche propedeutiche alla qualificazione e alla certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi, chiarendo e semplificando gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi.

I corsi saranno tenuti da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico.

In particolare saranno attivati i seguenti corsi:

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICIAVEZZANO 10 aprile/15 maggio 2014
(40 ore e 15 crediti formativi)

– LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICI – SULMONA 23 aprile/30 maggio 2014
– (40 ore e 15 crediti formativi)

.

D088_locandina APE avezzano + D088_locandina APE sulmona +

2014

La termografia per la diagnosi energetica degli edifici

Corso di formazione professionale_8 CREDITI FORMATIVI

D088_locandina Termografia +La diagnosi energetica degli edifici è lo strumento più efficace per promuovere in modo concreto azioni di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente, mediamente caratterizzato da notevoli inefficienze. La diagnosi energetica, infatti, attraverso la fase conoscitiva, fornisce tutti gli elementi utili per la corretta valutazione dell’intervento di riqualificazione energetica di un edificio esistente.
Il corso di aggiornamento affronta gli aspetti metodologici e operativi della diagnosi energetica e le potenzialità di utilizzo della termografia.

CONTENUTI
Le indagini diagnostiche strumentali
La termografia

DOCENTI
Il corso è organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila con la cura scientifica della soc. C.A.Sa. e sarà tenuto da un libero professionista con esperienza decennale nel settore energetico con qualifica di addetto (II livello) alle prove non distruttive, metodo: termografia infrarossi, ai sensi alla norma UNI EN ISO 9712:2012.

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 8 ore e si articolerà in un unico incontro.

MATERIALE DIDATTICO
Ai partecipanti al corso, oltre alle dispense dei docenti (su supporto informatico), sarà consegnata una raccolta normativa aggiornata.

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è di 100,00 € (escluso IVA) e comprende il materiale didattico. Si ricorda che le spese per la formazione continua dei professionisti iscritti agli albi sono deducibili dal reddito di lavoro autonomo nel limite del 50%, così come indicato al punto 2.1 della circolare n. 35/E del 20 settembre 2012 dell’Agenzia delle Entrate.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza.

SEDE
Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila – Via Caduti sul Lavoro snc – 67100 L’Aquila.

Si precisa che il corso sarà attivato solo al raggiungimento del numero di minimo 20 partecipanti.

scarica ocandina Tscarica programma Tscarica iscrizione T

2014

La diagnosi energetica degli edifici

Corso di formazione professionale_15 CREDITI FORMATIVI

D088_locandina Diagnosi energetica +FINALITA’ DEL CORSO
L’efficientamento energetico degli edifici esistenti svolge un ruolo strategico nel raggiungimento degli obiettivi di “consumo quasi zero” indicati dalla Direttiva Europea 2010/31/UE. La diagnosi energetica degli edifici è lo strumento più efficace per promuovere in modo concreto azioni di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente, mediamente caratterizzato da notevoli inefficienze che portano a sprechi di energia che si possono e si devono evitare, raggiungendo due obiettivi: la riduzione drastica dei consumi energetici, quindi delle spese di gestione e dell’impatto sull’ambiente, e la valorizzazione dell’immobile intesa come incremento del suo valore di mercato.
La diagnosi energetica degli edifici, infatti, attraverso la fase conoscitiva, fornisce tutti gli elementi utili per la corretta valutazione dell’intervento di riqualificazione energetica dell’edificio esistente.
Il corso di 16 ore, strutturato in 3 moduli didattici teorici e 1 modulo di esercitazione pratica, intende fornire ai liberi professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche ad una corretta diagnosi energetica, anche con l’ausilio di specifiche strumentazioni.

CONTENUTI
Il quadro legislativo di riferimento
Le metodologie e le procedure per la diagnosi energetica dell’involucro e degli impianti
Le indagini diagnostiche strumentali
La termografia

MATERIALE DIDATTICO
Ai partecipanti al corso, oltre alle dispense dei docenti (su supporto informatico), sarà consegnato una raccolta normativa aggiornata.

DOCENTI
Il corso è organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila con la cura scientifica della soc. C.A.Sa. e sarà tenuto da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico di cui si allega un breve curriculum.

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 16 ore e si articolerà in n. 4 incontri a cadenza settimanale.

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è di 180,00 € (oltre IVA 22%) e comprende il materiale didattico.
Si ricorda che le spese per la formazione continua dei professionisti iscritti agli albi sono deducibili dal reddito di lavoro autonomo nel limite del 50%, così come indicato al punto 2.1 della circolare n. 35/E del 20 settembre 2012 dell’Agenzia delle Entrate.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 80% delle ore del corso.

SEDE
Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila – Via Caduti sul Lavoro snc – 67100 L’Aquila.

Si precisa che il corso sarà attivato solo al raggiungimento del numero di minimo 20 partecipanti.

scarica ocandina Dscarica programma Dscarica iscrizione D

2014

La certificazione energetica degli edifici

Dal D.Lgs. 192/05 alla L. 90/13: la classificazione degli edifici a livello nazionale e gli attestati di qualificazione e certificazione energetica degli edifici
Corso di formazione professionale 15 CREDITI FORMATIVI

D088_locandina APE +FINALITA’ DEL CORSO
Dal 6 giugno 2013 l’Attestato di Certificazione Energetica degli edifici (ACE) si chiama APE, ed è obbligatorio nel caso di vendita o locazione di ogni singola unità immobiliare. La redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica interessa tutte le categorie di edifici definiti dal DPR 412/93 indipendentemente dalla presenza di impianti.
Il corso di 40 ore, strutturato in 6 moduli didattici, intende fornire ai professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche alla qualificazione e alla certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi. Il corso ha come obiettivo fondamentale chiarire e semplificare gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi della qualificazione e della certificazione energetica degli edifici.

CONTENUTI
Il quadro legislativo di riferimento e la sua evoluzione
La certificazione energetica degli edifici
La progettazione dell’involucro
L’efficienza energetica degli impianti e le fonti energetiche rinnovabili
La diagnosi energetica degli edifici esistenti

DOCENTI
Il corso è organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila con la cura scientifica della soc. C.A.Sa. e sarà tenuto da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico di cui si allega un breve curriculum.

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 40 ore e si articolerà in n. 10 incontri a cadenza settimanale.

MATERIALE DIDATTICO
Ai partecipanti al corso, oltre alle dispense dei docenti (su supporto informatico), sarà consegnato una raccolta normativa aggiornata e un CD con la versione trial del software TERMUS valida 90 giorni.

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è di 380,00 € (oltre IVA 22%) e comprende il materiale didattico.
Si ricorda che le spese per la formazione continua dei professionisti iscritti agli albi sono deducibili dal reddito di lavoro autonomo nel limite del 50%, così come indicato al punto 2.1 della circolare n. 35/E del 20 settembre 2012 dell’Agenzia delle Entrate.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 80% delle ore del corso.

SEDE
Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila – Via Caduti sul Lavoro snc – 67100 L’Aquila

Si precisa che il corso sarà attivato solo al raggiungimento del numero di minimo 20 partecipanti.

scarica ocandinascarica programmascarica iscrizione

2014

Tre corsi di formazione a L’Aquila

Partiranno a marzo i corsi programmati dall’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia dell’Aquila in collaborazione con C.A.Sa. per l’aggiornamento professionale in materia di efficienza energetica. L’efficientamento energetico degli edifici svolge un ruolo strategico nel raggiungimento degli obiettivi di “consumo quasi zero” indicati dalla Direttiva Europea 2010/31/UE e rappresenta un tema di grande interesse per i professionisti per i notevoli sbocchi professionali che offre.

I corsi intendono fornire le conoscenze tecniche propedeutiche alla diagnosi energetica, alla qualificazione e alla certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi, chiarendo e semplificando gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi.

I corsi saranno tenuti da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico.

In particolare saranno attivati i seguenti corsi:

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICI – 6 marzo/4 aprile 2014
(40 ore e 15 crediti formativi)

LA DIAGNOSI ENERGETICA DEGLI EDIFICI – 8/16 maggio 2014
 (16 ore e 15 crediti formativi)

LA TERMOGRAFIA PER LA DIAGNOSI ENERGETICA DEGLI EDIFICI – 10 aprile 2014
– (8 ore e 8 crediti formativi)

.

D088_locandina APE + D088_locandina Diagnosi energetica + D088_locandina Termografia +

2013

La termografia per la diagnosi energetica degli edifici

Corso di aggiornamento professionale

locandina TERMOGRAFIA piccolaSi terrà il prossimo 31 gennaio il corso di aggiornamento professionale che approfondisce le potenzialità di utilizzo della termografia per la diagnosi energetica.

La diagnosi energetica degli edifici è lo strumento più efficace per promuovere in modo concreto azioni di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente, mediamente caratterizzato da notevoli inefficienze. La diagnosi energetica, infatti, attraverso la fase conoscitiva, fornisce tutti gli elementi utili per il calcolo, la certificazione e la corretta valutazione dell’intervento di riqualificazione energetica.

Il corso di 8 ore, strutturato in 1 modulo didattico teorico e 1 modulo di esercitazione pratica, intende fornire ai liberi professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche ad una corretta diagnosi energetica con l’ausilio della tecnica termografica.

Il corso si terrà a Pescara presso la sede della FOCUS srl in via Santina Campana n. 24.
.

Per maggiori informazioni rivolgersi alla segreteria organizzativa:

FOCUS srl
Via Santina Campana, 24 – 65125 Pescara (PE)
Tel. +39 085 4159868 / 4164995 – Fax +39 085 9112092
info@focus.abruzzo.it
segreteria@focus.abruzzo.it

Si ricorda che le spese per la formazione continua dei professionisti iscritti agli albi sono deducibili dal reddito di lavoro autonomo nel limite del 50%, così come indicato al punto 2.1 della circolare n. 35/E del 20 settembre 2012 dell’Agenzia delle Entrate.

>>> scarica la locandina <<<                               >>> scarica il programma <<<

2013

SEMINARIO TECNICO – RINNOVA

una soluzione integrata dal finanziamento all’intervento per riqualificare e valorizzare il tuo condominio

invito_convegno_RINNOVA-1

Pescara, lunedì 16 dicembre 2013, ore 9.00-12.30 – CASSA EDILE PESCARA Strada Prati, 29

Si terrà il prossimo 16 dicembre il seminario tecnico “RINNOVA_una soluzione integrata dal finanziamento all’intervento per riqualificare e valorizzare il tuo condominio”, organizzato presso la Cassa Edile di Pescara da ANCE Pescara, ANCE Chieti in collaborazione con CARICHIETI e C.A.SA. per presentare RINNOVA un nuovo servizio esclusivo dedicato agli interventi di riqualificazione dei condomini.

RINNOVA si rivolge in modo prioritario all’Amministratore Condominiale, in quanto collettore privilegiato delle esigenze e delle problematiche della “comunità condominiale”, ma anche al privato cittadino residente in condominio, cui viene offerto uno strumento concreto per conoscere, analizzare e risolvere gli sprechi energetici ed economici del condominio in cui risiede.

Infatti, chi decide di affidarsi ad un’impresa ANCE e sceglie RINNOVA avrà la possibilità di valutare con uno studio preliminare da parte di C.A.SA. il fabbisogno energetico del condominio, le cause degli sprechi e gli interventi più efficaci da realizzare e potrà usufruire di un finanziamento esclusivo della CARICHIETI che copre anche fino al 100% dell’intervento.

RINNOVA coglie anche le opportunità offerte dagli incentivi statali del 50% e del 65% per gli interventi di riqualificazione e le novità della riforma del condominio, proponendo per i condomini un servizio integrato e chiavi in mano con soluzioni tecniche qualificate e il supporto di un prodotto finanziario ad hoc.

Il seminario tecnico, patrocinato da ANACI e UPPI, presenterà un rilevante carattere informativo e pratico, offrendo la possibilità ai partecipanti di conoscere le novità riguardanti l’ambito immobiliare e gli strumenti concreti a supporto dei protagonisti del settore, approfondendo i vantaggi e le modalità operative di RINNOVA, le forme di incentivazione disponibili e le soluzioni tecniche per migliorare l’efficienza energetica in condominio “a costo zero”.

Locandina_Convegno RINNOVA_35X50

La partecipazione è gratuita previa iscrizione a:
info@confindustria.pescara.it – info@confindustria.chieti.it

.

>>> scarica invito <<<                                                   >>> scarica locandina <<<

2013

RINNOVA: la soluzione tecnica e finanziaria per riqualificare e valorizzare la tua casa

quotidiano

Quello italiano è il secondo parco edifici più vecchio al mondo. Il 55,4% delle abitazioni ha più di quarant’anni. Diventeranno 68,6% nel 2020. Nelle aree metropolitane la situazione è ancora più acuta: attualmente il 76,2% degli edifici ha superato il quarantesimo anno, mentre al 2022 la cifra salirà all’85%. Il consumo energetico di case ed edifici è imponente: 185 milioni di TEP (Tonnellata equivalente di petrolio), circa il 45% del totale nazionale. Risorse energetiche che il paese e i singoli cittadini pagano a caro prezzo.

Bastano questi dati per illustrare l’importanza del mercato per la riqualificazione degli edifici italiani. Le dimensioni sono rilevanti: 2 miliardi di metri quadri, 4,5 milioni di edifici che hanno bisogno di interventi di retrofit e di gestione efficiente.

Per affrontare questa trasformazione epocale del mercato edile e immobiliare è stato ideato da ANCE Chieti, ANCE Pescara in collaborazione con CARICHIETI e C.A.SA., “Rinnova, zero pensieri e zero costi”, un nuovo servizio integrato per riqualificare i condomini delle nostre città.

Il progetto, presentato lo scorso 4 novembre presso la CariChieti di via Colonnetta, coglie pienamente le opportunità offerte dagli incentivi statali del 50% e del 65% per gli interventi di riqualificazione e le novità della riforma del condominio, proponendo per i condomini un servizio integrato e chiavi in mano con soluzioni tecniche qualificate e il supporto di un prodotto finanziario ad hoc.

Infatti, chi decide di affidarsi ad un’impresa ANCE e sceglie RINNOVA avrà la possibilità di valutare con uno studio preliminare da parte di C.A.SA. il fabbisogno energetico del condominio, le cause degli sprechi e gli interventi più efficaci da realizzare e potrà usufruire di un finanziamento esclusivo della CARICHIETI che copre anche fino al 100% dell’intervento.

Con RINNOVA è possibile ristrutturare la propria abitazione praticamente a costo zero. Infatti, considerando i bonus fiscali e il risparmio che si avrà in bolletta, gli investimenti fatti per riqualificare energeticamente l’immobile potranno essere ammortizzati in appena 10 anni.

Infine, non bisogna dimenticare che un immobile riqualificato aumenta il suo valore di mercato perché richiede meno spese di gestione ed è molto più confortevole da abitare. Con RINNOVA, l’Attestato di Prestazione Energetica redatto dopo l’intervento, certificherà il maggior valore dell’immobile.

 tasto info

2013

La legge di stabilità proroga gli incentivi del 65% e del 50%

detrazioneIl Consiglio dei Ministri ha approvato la Legge di Stabilità 2014 decidendo di prorogare per tutto il 2014 il cosiddetto Ecobonus, per gli interventi di efficienza energetica in edilizia; il bonus ristrutturazioni del 50% e il bonus mobili ed elettrodomestici, stabilendo per gli anni successivi al 2014 delle aliquote decrescenti.

Non c’è stata l’auspicata “stabilizzazione” e ci sarà il taglio graduale delle aliquote che viene rinviato però al 2015, lasciando spazio ad eventuali nuovi interventi nel prossimo anno.

Pertanto, salvo modifiche del Parlamento, i due livelli di ecobonus resteranno dunque invariati fino al 31 dicembre 2014: al 65% per gli interventi di risparmio ed efficienza energetica e al 50% per le ristrutturazioni edilizie.

Riqualificazione energetica degli edifici 65%

Le detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sono prorogate fino alla fine del 2014, mantenendo l’attuale aliquota, per poi decrescere progressivamente. Nel 2015 le detrazioni scendono infatti al 50% e nel 2016 tornano al 36%, come per il bonus ristrutturazioni cui sono state accomunate.

Per gli interventi che interessano le parti comuni degli edifici condominiali o tutte le unità immobiliari di cui si compone il condominio, le spese sostenute fino al 30 giugno 2015 sono detraibili al 65%, mentre quelle effettuate fino al 30 giugno 2016 usufruiscono del bonus al 50%.

Ristrutturazioni e bonus mobili 50%

Le detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni e l’acquisto di mobili ed elettrodomestici sono prorogate fino alla fine del 2014. Le spese sostenute nel 2015 sono agevolate con una detrazione fiscale del 40%. Nel 2014 e nel 2015 il tetto di spesa agevolabile resta fermo a 96 mila euro.

A partire dal 2016 il bonus torna invece all’aliquota ordinaria del 36% e il tetto di spesa scende a 48 mila euro.

2013

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICI – quarta edizione

Dal D.Lgs. 192/05 al D.Lgs. 63/13: la classificazione degli edifici a livello nazionale e gli attestati di qualificazione e certificazione energetica degli edifici.

programma_expomeeting_110921Parte il prossimo 29 ottobre il corso di 40 ore sulla certificazione energetica degli edifici organizzato dalla Scuola edile di Chieti.

Il corso, strutturato in 8 moduli didattici, intende fornire ai professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche alla qualificazione e certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi. Obiettivo fondamentale del corso è chiarire gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi della qualificazione e delle certificazione energetica degli edifici per fornire ai tecnici un aggiornamento per una migliore comprensione degli strumenti e delle procedure per la certificazione energetica alla luce dei recenti cambiamenti normativi.

Il recente DPR 75/13 ai sensi dell’articolo 4, comma 1, lettera c), del D.lgs 192/2005 contenente il nuovo Regolamento sui requisiti dei certificatori energetici precisa che possono redigere la certificazione energetica, i liberi professionisti, associati, dipendenti pubblici, società di ingegneria, purché essi siano:

– in possesso di titoli quali laurea magistrale e laurea specialistica in architettura, ingegneria edile, chimica civile dei sistemi edilizia elettrica energetica e nucleare gestionale meccanica ambiente e territorio scienze e ingegneria dei materiali scienze e tecnologie agrarie scienze e tecnologie forestali;

– laurea 1° livello ingegneria civile e ambientale ,ingegneria industriale scienze dell’architettura,scienze e tecniche edilizia Lauree in Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali

– diploma perito industriale specializzato in edilizia elettrotecnica meccanica e termotecnica

– diploma di geometra.

Per queste categorie di professionisti non è richiesta la partecipazione obbligatoria a corsi di formazione specifici.

Pertanto, il corso è pensato per chi, già in possesso dei requisiti previsti dal DPR 75/13 per redigere attestati di prestazione energetica, vuole acquisire le conoscenze teoriche e pratiche necessarie alla corretta qualificazione e certificazione energetica degli edifici.

E’ previsto uno sconto del 25% sul costo di iscrizione per gli iscritti all’Ordine degli architetti e al Collegio geometri della Provincia di Chieti, all’associazione ACEER Abruzzo e ai tecnici delle imprese iscritte all’ANCE di Chieti e/o alla Cassa Edile di Chieti.

SEDE
Scuola edile di Chieti, via Aterno n. 187, località Brecciarola – Chieti

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 40 ore e si articolerà in n. 10 incontri (martedì e giovedì)

COSTO
Il contributo spese per la partecipazione al corso è 450,00 € e comprende il materiale didattico. Per gli iscritti alle associazioni che patrocinano l’iniziativa è previsto uno sconto del 25% sul costo di iscrizione.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 75% delle ore del corso.

PATROCINI

Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Chieti;
Fondazione dei Geometri della Provincia di Chieti;
ACEER (Associazione Certificatori Energetici ed Energy Manager) Abruzzo;
ANCE giovani della Provincia di Chieti.

CREDITI
I Geometri e i Geometri laureati, i Periti Industriali e i Periti Industriali laureati potranno chiedere il riconoscimento dei crediti formativi professionali ai rispettivi collegi di appartenenza.

                       >>> scarica programma <<<                                                                 >>>scarica locandina <<<

2013

Da settembre attivo in Abruzzo l’invio telematico degli APE

buonepraticheFinalmente dal primo settembre è attivo in Abruzzo il sistema informativo che consente ai tecnici abilitati l’invio degli attestati di prestazione energetica (APE).

Il progetto è stato realizzato dalla Regione Abruzzo in collaborazione con l’ENEA, (l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), con l’obiettivo di semplificare la gestione amministrativa della procedura di certificazione, sostituendo l’invio cartaceo degli APE (Attestato di Prestazione Energetica) con la trasmissione telematica.

I tecnici certificatori possono accedere al servizio on-line collegandosi al portale web da cui possono trasmettere gli APE nel database regionale.

Il Sistema Informativo per la Certificazione Energetica della Regione Abruzzo, consente ai soggetti certificatori abilitati, di caricare, compilare e trasmettere gli Attestati di Prestazione Energetica, prodotti secondo la normativa nazionale vigente.

Per potere accedere ai servizi di compilazione e archiviazione degli Attestati di Prestazione Energetica, i tecnici devono innanzitutto registrarsi attraverso il portale web.

Per la registrazione è necessario:

1) Caricare la scansione in formato pdf del proprio documento d’indentità;
2) Inserire i propri dati anagrafici e professionali;
3) Caricare la scansione del modulo di registrazione prodotto dal sistema contenente la richiesta d’inserimento nell’elenco dei soggetti certificatori della Regione Abruzzo, dopo averlo firmato.

Al termine di queste tre fasi, il richiedente riceverà una mail contenente un link per la conferma della richiesta di registrazione e in seguito alla conferma riceverà, entro due giorni lavorativi, una ulteriore mail, contenente la password di accesso al sistema.

E’ disponibile anche una guida per facilitare l’iscrizione e l’utilizzo del sistema informativo.

Scarica la guida

2013

I seminari di aggiornamento tecnico di C.A.Sa. a SustExpo 2013

LOGO sustexpoSi terrà nei giorni 26, 27 e 28 settembre 2013 la seconda edizione di SUSTEXPO – Fiera delle Fonti Energetiche Rinnovabili, Uso Razionale dell’Energia e Protezione dell’Ambiente, organizzata presso l’Area Fieristica CCIAA di Chieti (c/o ex Foro Boario) da A.L.E.S.A. Srl con l’obiettivo di presentare esperienze, tecnologie e progetti volti all’uso razionale dell’energia e allo sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili.

La manifestazione offrirà ai visitatori un ampio panorama su tecnologie e servizi nel campo delle fonti alternative di energia, del risparmio energetico e delle strategie mirate alla protezione dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile, attraverso l’allestimento di una vasta area espositiva e di un interessante programma di workshop organizzati dagli espositori.

Nell’ambito delle attività informative e formative offerte da SUSTEXPO, la soc. C.A.Sa. ha organizzato due seminari di aggiornamento tecnico rivolti a professionisti ed imprese operanti nell’ambito della progettazione di edifici ed impianti sui temi della diagnosi e della certificazione energetica. La normativa in materia di efficienza energetica è, infatti, in continua e rapida evoluzione e in particolare il recentissimo Decreto Legge 4 giugno 2013 n.63, convertito in legge il 3 agosto, ha aggiornato la normativa anche relativamente alle procedure di certificazione energetica degli edifici.

Obiettivo prioritario di questi seminari è quello di aggiornare i tecnici rispetto ai più recenti sviluppi legislativi sul tema dell’efficienza energetica in edilizia, nell’ottica della promozione di un percorso di formazione continua.

SEMINARI DI AGGIORNAMENTO TECNICO
organizzati da C.A.Sa. s.c.a r.l.

schema classe26 settembre 2013

DALL’ACE ALL’APE: le novità in tema di efficienza energetica degli edifici

15.00-18.30

.

termocamera2 27 settembre 2013

LA DIAGNOSI ENERGETICA DEGLI EDIFICI: STRUMENTI E METODOLOGIE

15.00-18.30

Il costo di ogni seminario è di 30.00 euro.

Scarica la scheda per l’iscrizione

2013

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICI

Dal D.Lgs. 192/05 al D.Lgs. 63/13: la classificazione degli edifici a livello nazionale e gli attestati di qualificazione e certificazione energetica degli edifici

D056_130528_locandina (bassissima risoluzione)Parte il prossimo 25 giugno il corso di 32 ore sulla certificazione energetica degli edifici organizzato dalla Scuola edile di Chieti.

Il corso, strutturato in 8 moduli didattici, intende fornire ai professionisti e ai tecnici delle imprese le conoscenze tecniche propedeutiche alla qualificazione e certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi. Obiettivo fondamentale del corso è chiarire gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi della qualificazione e delle certificazione energetica degli edifici per fornire ai tecnici un aggiornamento per una migliore comprensione degli strumenti e delle procedure per la certificazione energetica alla luce dei recenti cambiamenti normativi.

E’ previsto uno sconto del 25% sul costo di iscrizione per gli iscritti all’Ordine degli architetti e al Collegio geometri della Provincia di Chieti, all’associazione ACEER Abruzzo e ai tecnici delle imprese iscritte all’ANCE di Chieti e/o alla Cassa Edile di Chieti.

SEDE
Scuola edile di Chieti, via Aterno n. 187, località Brecciarola – Chieti

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 32 ore e si articolerà in n. 8 incontri (martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00)

COSTO
Il contributo spese per la partecipazione al corso è 400,00 € e comprende il materiale didattico. Per gli iscritti agli Ordini e Collegi della Provincia di Chieti e all’associazione ACEER Abruzzo e alle imprese iscritte all’ANCE di Chieti e/o alla Cassa Edile di Chieti è previsto uno sconto del 25% sul costo di iscrizione.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 75% delle ore del corso.

PATROCINI
Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Chieti;
Fondazione dei Geometri della Provincia di Chieti;
ACEER (Associazione Certificatori Energetici ed Energy Manager) Abruzzo;
ANCE giovani della Provincia di Chieti

CREDITI
I Geometri e i Geometri laureati, i Periti Industriali e i Periti Industriali laureati potranno chiedere il riconoscimento dei crediti formativi professionali ai rispettivi collegi di appartenenza.

>>> scarica  il programma <<<

2013

Prorogate le detrazioni del 50% per le ristrutturazioni edilizie e portate al 65% le detrazioni per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica

Untitled-1.

Nella seduta del 31/05/2013 sono state approvate le disposizioni inerenti la proroga delle detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico.

Il decreto prevede un forte potenziamento dell’attuale regime di detrazioni fiscali che passerà dal 55% per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici (detrazione in scadenza il 30 giugno prossimo) al 65%, concentrando la misura sugli interventi strutturali sull’involucro edilizio, maggiormente idonei a ridurre stabilmente il fabbisogno di energia.

Così, per le spese documentate sostenute a partire dal 01/07/2013 fino al 31/12/2013 o fino al 31/12/2014 (per le ristrutturazioni importanti dell’intero edificio), spetterà la detrazione dell’imposta lorda per una quota pari al 65% degli importi rimasti a carico del contribuente, ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Il Consiglio dei Ministri ha inoltre prorogato fino al 31/12/2013 le detrazioni IRPEF del 50% per spese di ristrutturazioni edilizie fino ad un ammontare complessivo non superiore a 96.000 Euro (48.000 Euro nel regime ordinario). Tale proroga è stata estesa anche all’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, per un massimo di 10.000 Euro (in pratica si concede un bonus di 5.000 Euro).

Le detrazioni riguarderanno anche gli interventi di ristrutturazione relativi all’adozione di misure antisismiche, nonché all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica delle parti strutturali degli edifici, in base a quanto già previsto dall’art. 16-bis, comma 1, lett. i) del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR).

fonte: http://www.legislazionetecnica.it
2013

La tecnologia a secco per l’involucro efficiente e prestazionale

venerdì, 24 maggio 2013

D087_testatina_incontro 4

.

Il quarto incontro del ciclo di seminari è organizzato da Formedil Pescara in collaborazione con la KNAUF ed è dedicato ai sistemi costruttivi a secco.

In particolare, durante il seminario verranno analizzate le caratteristiche di una tecnologia solitamente utilizzata per gli interni ma che assicura ottime prestazioni termiche e acustiche, oltre che estetiche, funzionali e di sicurezza anche per tamponamenti e facciate. Un sistema caratterizzato da flessibilità, rapidità di posa, tempi di asciugatura brevi, leggerezza e spessori contenuti che rappresenta una valida alternativa ai sistemi di costruzione tradizionali.

Verranno inoltre presentati alcuni esempi applicativi mediante i quali sarà possibile valutare le prestazioni e il vasto campo di applicazione del sistema.

Il seminario si terrà presso la sala convegni della Scuola Edile di Pescara in via Prati, 29 e la partecipazione è gratuita.

15.15 -15.30
Registrazione dei partecipanti

15.30 -16.00
Apertura dei lavori e saluti ai partecipanti

R. Chiola –presidente FORMEDIL
A. Russo – presidente ACEER
M. Sacripante – presidente Collegio geometri della Provincia di Teramo

16.00 -16.45
La tecnologia a secco per un involucro efficiente e prestazionale;

arch. Gabriele Russo – funzionario tecnico commerciale Knauf

16.45 -17.30
Le soluzioni impiantistiche per gli edifici a bassa inerzia termica;

ing. Pierluigi Fecondo – Studio ABITA

17.30 -18.15
Il sistema di certificazione LEED: procedura e casi studio;

arch. Gianluca Mezzanotte – Segretario Chapter Abruzzo GBC Italia

18.15 -18.30
Dibattito e conclusioni

Modera l’incontro: Carmela Palmieri – CASa Associati Pescara

 

Per iscrizioni ed informazioni:
FORMEDIL PESCARA – geom. Maurizio DE DONATIS
Tel 085/413200 Fax 085/41279
maurizio.dedonatis@formedilpescara.it
http://www.formedilpescara.it

 

>>> Programma seminario 24/05/13 <<<                        >>> Modulo iscrizione seminario 24/05/13 <<<

 

2013

Soluzioni tecniche e prestazioni energetiche delle strutture in legno con sistema MaX-lam

giovedì, 9 maggio 2013

Si comunica che il convegno “Soluzioni tecniche e prestazioni energetiche delle strutture in legno con sistema MaX-lam” è rimandato a giovedì 9 maggio 2013.

D087_testatina incontro 3

In particolare, durante il seminario verranno analizzate le potenzialità strutturali ed ecologiche dell’X-Lam, sistema costruttivo in grado di unire le caratteristiche delle costruzioni massicce tradizionali con la salubrità e le proprietà ecologiche del legno. Verranno inoltre presentati alcuni esempi applicativi mediante i quali sarà possibile apprezzare i tempi brevi di realizzazione, l’alto grado di prefabbricazione, le ottime prestazioni di isolamento termico e acustico, e il vasto campo di applicazione del sistema X-Lam.

Il seminario si terrà presso la sala convegni della Scuola Edile di Pescara in via Prati, 29 e la partecipazione è gratuita.

15.15 -15.30
Registrazione dei partecipanti

15.30 -16.00
Apertura dei lavori e saluti ai partecipanti
M. Di Giovanni – vice presidente Formedil Pescara
T. Finaguerra – Collegio dei Geometri della Provincia di Pescara
G. Vallese – presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Teramo

16.00 -16.45
Il Legno Lamellare come “filosofia costruttiva”;
Ing. Attilio Marchetti Rossi – progettista

16.45 -17.30
Involucro edilizio Nearly-Zero Energy. Dal progetto al cantiere di un edificio in X-Lam;
ing. Pierluigi Bonomo – phd in Ingegneria Edile/Architettura – Università di Pavia, Università dell’Aquila

17.30 -18.15
Aspetti tecnici e realizzazioni con sistemi in X-Lam;
arch. Stefano Cosentino – responsabile area tecnica AREA LEGNO
arch. Antonio Sarni – progettista

18.15 -18.30
Dibattito e conclusioni

Modera l’incontro: Carmela Palmieri – CASa Associati Pescara

Per iscrizioni ed informazioni:
FORMEDIL PESCARA – geom. Maurizio DE DONATIS
Tel 085/413200 Fax 085/412798
maurizio.dedonatis@formedilpescara.it
http://www.formedilpescara.it

Programma seminario 24/04/13                                                                       Modulo iscrizione seminario 24/04/13

2013

L’involucro massivo in laterizio: ecosostenibilità ed efficienza energetica

D087_locandina-per-web_incontro-24Giovedì, 28 marzo 2013

Il secondo incontro del ciclo di seminari è organizzato da Formedil Pescara in collaborazione con Di Muzio Laterizi s.r.l. ed è dedicato ai sistemi massivi in laterizio.

Durante il seminario, si analizzeranno le caratteristiche costruttive e le prestazioni energetiche e ambientali dei sistemi in laterizio. In particolare, saranno presentate diverse applicazioni attraverso le quali verrà evidenziato, oltre all’aspetto prestazionale, il rispetto per l’ambiente che questo materiale può assicurare, sia in termini di uso delle materie prime che di ottimizzazione produttiva, proponendo soluzioni in grado di soddisfare efficienza energetica, sostenibilità ambientale, affidabilità strutturale, comfort e durabilità.

Il seminario si terrà presso la sala convegni della Scuola Edile di Pescara in via Prati, 29 e la partecipazione è gratuita.

.

15.15 -15.30  Registrazione dei partecipanti

15.30 -16.00 .. Apertura dei lavori e saluti ai partecipanti

………………………………. V. Gervasi – direttore FORMEDIL Pescara

………………………………. L. Antosa – presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Pescara

………………………………. F. Trovarelli – presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Pescara

16.00 -16.30 .. Dalla certificazione energetica alla certificazione di sostenibilità ambientale: i protocolli per valutare le prestazioni energetico – ambientali di un edificio;

………………………………. arch. C. Palmieri – CasaAssociati

16.30 -17.15 .. Valutazione delle prestazioni ambientali nel ciclo di vita dei prodotti in laterizio;

………………………………. arch. E. Palumbo – direttore di Poloedilizia.it

17.15 -18.15 .. L’involucro in laterizio:semplicità ed efficienza presupposto di sostenibilità”;

………………………………. Ing. V. Bacco – responsabile Struttura Tecnica Di Muzio Laterizi s.r.l.

18.15 -18.30 .. Dibattito e conclusioni

Modera l’incontro: Carmela Palmieri CASa Associati Pescara

.

Per iscrizioni ed informazioni:
FORMEDIL PESCARA – geom. Maurizio DE DONATIS
Tel 085/413200 Fax 085/412798
maurizio.dedonatis@formedilpescara.it
http://www.formedilpescara.it

>>> Programma seminario 28/03/13 <<<                   >>> Modulo iscrizione seminario 28/03/13 <<<

2013

azero Tour: recuperare e riqualificare il patrimonio edilizio

azero-tour-260x137

Torna in Abruzzo azero tour, il ciclo di incontri formativi organizzati dalla Edicom, che  quest’anno focalizzano l’attenzione su come intervenire per recuperare e riqualificare il patrimonio edilizio esistente.

Il patrimonio edilizio esistente necessita di interventi di riqualificazione per ridurre costi di gestione e sprechi energetici e migliorare il comfort abitativo. La riqualificazione edilizia ed energetica trova oggi nuovi strumenti normativi a livello comunitario, nazionale e regionale e importanti forme di incentivo.

La progettazione degli interventi deve essere effettuata in modo integrato considerando il fabbricato come un organismo unitario attraverso lo studio attento degli elementi architettonici, strutturali ed impiantistici.

Le scelte progettuali devono, inoltre, tenere conto dell’innovazione tecnologica, individuando le tecniche costruttive, i materiali più innovativi e le tecnologie impiantistiche più evolute per garantire efficienza e sicurezza dell’edificio, adeguati livelli di comfort abitativo e il rispetto dell’ambiente sia in termini di emissioni che di consumo di risorse.

Questi i temi che saranno approfonditi nelle due tappe di azero Tour previste in Abruzzo a Giulianova e Chieti. La partecipazione ai convegni è gratuita e tutti i partecipanti sarà inoltre distribuita una guida informativa sui principi e gli accorgimenti progettuali per gli interventi di riqualificazione curata dalla redazione di azero con la supervisione di un autorevole comitato scientifico.

Segreteria organizzativa
tel. 0481.722166 | fax 0481.485721
eventi@edicomedizioni.com

Appuntamenti in Abruzzo

19 marzo – 9.30_12.30
GIULIANOVA-TERAMO                     >>> SCARICA PROGRAMMA

19 marzo – 16.00_19.00
CHIETI                                            >>> SCARICA PROGRAMMA

Referente territoriale Abruzzo

Carmela Palmieri
Architetto, libero professionista e presidente della società Costruire Abitare Sano. Si occupa di ricerca, progettazione e consulenza su architettura bioecologica, risparmio energetico e sviluppo sostenibile del territorio. Esperta in certificazione energetica ed energetico-ambientale, è certificatrice accreditata SACERT e iscritta all’elenco nazionale esperti PROTOCOLLO ITACA

costruireabitaresano@virgilio.it

2013

Soluzioni innovative per il recupero strutturale dell’involucro edilizio: materiali, tecnologie e realizzazioni

Programma_seminario-27-febbraio-20131

Mercoledì, 27 febbraio 2013

 Il primo incontro del ciclo di seminari è organizzato da Formedil Pescara in collaborazione con Ruredil ed è dedicato ai sistemi per il recupero strutturale. Durante il seminario, anche attraverso l’analisi di alcuni casi studio, si analizzeranno i nuovi sviluppi nella progettazione dei rinforzi strutturali in zona sismica con un approccio innovativo e sarà presentata una rete in carbonio e in PBO con legante inorganico utilizzabile in sostituzione della tradizionale resina epossidica.

Il seminario si terrà presso la sala convegni della Scuola Edile di Pescara in via Prati, 29 e la partecipazione è gratuita.

.

15.15 -15.30  Registrazione dei partecipanti

15.30 -16.00 .. Apertura dei lavori e saluti ai partecipanti

………………………………. R. Chiola – presidente FORMEDIL Pescara

………………………………. M. Vicaretti – presidente Ordine degli Ingegneri di Pescara

………………………………. Di Carlantonio Antonino – presidente Ordine degli Ingegneri di Chieti

16.00 -16.30 .. Rinforzi a matrice cementizia, durabilità-ecocompatibilità e confronti con sistemi FRP;

………………………………. Ing. B. Baietti – responsabile Linea Rinforzi Strutturali Ruredil

16.30 -17.30 .. Tecniche avanzate e materiali innovativi per la riabilitazione strutturale:
…………………………. case history ed elementi di progettazione;

………………………………. Ing. R. Radicchia – progettista

17.30 -18.00 .. Ripristino e rinforzo delle strutture con malte modalità di approccio e soluzione
…………………………. + analisi prezzi e voci di capitolato;

………………………………. Ing. B. Baietti – responsabile Linea Rinforzi Strutturali Ruredil

18.00 -18.30 .. Dibattito e conclusioni

Modera l’incontro: Fabio Armillotta CASa Associati Pescara

.

Per iscrizioni ed informazioni:
FORMEDIL PESCARA – geom. Maurizio DE DONATIS
Tel 085/413200 Fax 085/412798
maurizio.dedonatis@formedilpescara.it
http://www.formedilpescara.it

 

>>> Programma seminario 27/02/13 <<<                   >>> Modulo iscrizione seminario 27/02/13 <<<

 

2013

“PRODOTTI E SISTEMI DI INVOLUCRO INNOVATIVI PER IL PROGETTO E IL RECUPERO DI EDIFICI ENERGETICAMENTE EFFICIENTI”

D087_testata-locandina_seminari-completi

.

Ciclo di seminari di aggiornamento organizzato da FORMEDIL Pescara

Parte mercoledì 27 febbraio il ciclo di seminari di aggiornamento, organizzato da Formedil Pescara, sul tema dell’involucro edilizio.

L’involucro edilizio è l’interfaccia attiva tra l’ambiente interno e quello esterno. Esso esprime la natura stessa del costruito, ne definisce i valori formali, crea un sistema di relazioni tra l’individuo e il contesto, naturale ed artificiale, offre prestazioni in termini strutturali, acustici, termici, economici e impatto ambientale, aspetti che stanno diventando sempre più fattori discriminanti di un sistema di progettazione “complesso”.

Il ciclo di seminari focalizza l’attenzione sul tema dell’involucro edilizio approfondendo i diversi sistemi costruttivi, le prestazioni energetico-ambientali e di durata, i criteri di progetto nel nuovo e nel recupero, mettendo in relazione ricerca, professionisti, imprese e realtà produttive del settore nell’ottica di operare le scelte di progetto in una logica integrata.

I seminari, che hanno ottenuto il patrocinio da numerosi Ordini e Collegi professionali, si svolgeranno secondo il seguente calendario.

27 febbraio Soluzioni innovative per il recupero strutturale dell’involucro edilizio: materiali, tecnologie e realizzazioni

28 marzo L’involucro massivo in laterizio: ecosostenibilità ed efficienza energetica

9 maggio Soluzioni tecniche e prestazioni energetiche delle strutture in legno con sistema MaX-lam

24 maggio La tecnologia a secco per l’involucro efficiente e prestazionale

5 giugno L’evoluzione del restauro e della manutenzione delle strutture in c.a. e c.a.p.

I seminari si terranno presso la sala convegni della Scuola Edile di Pescara in via Prati, 29 e la partecipazione è gratuita

>>> scarica programma ciclo di seminari <<<

2013

Il 22 maggio inizia il Corso sulla Certificazione Energetica degli edifici

D092_130102_locandina piccolaIl corso di 40 ore strutturato in 10 moduli didattici teorici e pratici, intende fornire al professionista le conoscenze tecniche propedeutiche alla qualificazione e certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi. Il corso ha come obiettivo fondamentale chiarire e semplificare gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi della qualificazione e delle certificazione energetica degli edifici.

FINALITA’
Fornire ai tecnici un aggiornamento teorico-pratico per una migliore comprensione degli strumenti e delle procedure per la certificazione energetica alla luce dei recenti cambiamenti normativi.

CONTENUTI
Il quadro legislativo di riferimento e la sua evoluzione
La certificazione energetica degli edifici
La progettazione dell’involucro
L’efficienza energetica degli impianti e le fonti energetiche rinnovabili
La diagnosi energetica degli edifici esistenti
Esercitazione pratica con il software TERMUS

DOCENTI
Il corso sarà tenuto da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico

SEDE
Focus s.r.l., via Santina Campana n. 24, Pescara

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è 500,00 € + IVA e comprende il materiale didattico.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 75% delle ore del corso.

CREDITI
I Geometri e i Geometri laureati, i Periti Industriali e i Periti Industriali laureati potranno chiedere il riconoscimento dei crediti formativi professionali ai rispettivi collegi di appartenenza.

PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI
Focus s.r.l.
via Santina Campana n. 24,
65125 Pescara
Tel +39 085 4159868 +39 085 4164995
Fax +085 085 9112092
info@focus.abruzzo.it http://www.focus.abruzzo.it

>>> scarica il programma <<<

2013

CORSO di FORMAZIONE per ENERGY MANAGER 2013

Il corso può essere finanziato con il Progetto speciale V.I.P. – voucher per imprenditori e professionisti

Energy Manager locandinaParte a marzo la terza edizione del corso per energy manager organizzato da Eway soc. coop. in collaborazione con ACEER “Associazione certificatori energetici ed energy manager”, ENEA “Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile” e FIRE “Federazione Italiana per l’uso razionale dell’Energia”.

Il corso è rivolto a diplomati o laureati con un’adeguata formazione tecnico-scientifica di base e si svolgerà a Spoltore (PE) dal 22 marzo al 24 aprile. Alla conclusione del corso è previsto un incontro seminariale di approfondimento nella giornata del 3 maggio 2013. Ai partecipanti verrà rilasciato, ai sensi dell’art. 19 della legge n.10/91, un “attestato di partecipazione” ENEA.

E’ previsto uno sconto del 20% a chi si iscrive entro il 08/03/2013, del 15% ai soci ACEER, FIRE, LEGACOOP, POLO IRENE, del 30% (più rateizzazione) per gli studenti.

Inoltre, grazie al PROGETTO SPECIALE V.I.P – VOUCHER PER IMPRENDITORI E PROFESSIONISTI della Regione Abruzzo, che permette di presentare domanda di rimborso, fino a 2.000,00 euro, per corsi organizzati da specifici enti formativi, gli iscritti al corso “Energy Manager – Esperto nell’utilizzo razionale delle risorse energetiche”, possono richiedere il rimborso dell’intero costo del corso.

Infatti, Eway soc. coop. è tra i soggetti ammessi per la erogazione della formazione, e la terza edizione del corso di “Energy Manager – Esperto nell’utilizzo razionale delle risorse energetiche”, ha le caratteristiche specialistiche per l’attribuzione del massimo punteggio.

che ha le caratteristiche specialistiche per l’attribuzione del massimo punteggio,L’istanza deve essere trasmessa alla Regione Abruzzo a partire dall’11.02.2013 e non oltre il termine perentorio 30.06.2013. Le priorità fissate da bando riguardano i giovani e in subordine le donne nonché la disciplina specialistica coerente con l’ambito di operatività professionale del soggetto istante.

>>> scarica il programma <<<

Per informazioni ed iscrizioni:
arch. Alceste Russo
085/4159810 / fax 085/7992231
a.russo@ewaycoop.it – formazione@ewaycoop.it

 

2013

Attivo dal 3 gennaio 2013 il nuovo conto energia termico

Si attendono dal GSE le procedure per la domanda

solare termicoCon la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 2 gennaio è entrato in vigore il Conto Energia Termico, approvato dal Ministero dell’Ambiente, dello Sviluppo Economico e Politiche Agricole con il Decreto dello scorso 28 dicembre, che incentiva interventi di piccole dimensioni che incrementano l’efficienza energetica degli edifici e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili (biomassa, pompe di calore, pannelli scalda-acqua, condizionamento a energia solare) ai fini del raggiungimento degli obiettivi ambientali fissati a livello europeo al 2020 e della nuova direttiva sull’efficienza energetica.

Il conto energia termico prevede un contributo del 40%, che verrà erogato in 2 o 5 anni (per gli interventi più onerosi), con tetti massimi differenziati in base al tipo di intervento, alla potenza dell’impianto e alla zona climatica in cui il lavoro è realizzato, come indicato nell’Allegato I del decreto.

L’incentivo può essere assegnato esclusivamente agli interventi che non accedono ad altri incentivi statali fatto salvi i fondi di garanzia, i fondi di rotazione e i contributi in conto interesse. I privati in alcuni casi potranno quindi scegliere se fare domanda per il bonus del 40% o per quello del 55% che, anche se più alto, viene rimborsato in dieci anni.

Lo stanziamento previsto da parte dello Stato è di 900 milioni di euro di cui 700 per privati (intesi come persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario) e imprese e 200 milioni di euro per le amministrazioni pubbliche.

Le misure di incentivazione sono sottoposte ad aggiornamento periodico. Trascorsi 60 giorni dal raggiungimento dell’impegno di spesa massima previsto non sono accettate ulteriori richieste sino all’entrata in vigore dell’aggiornamento.

Quindi, come per gli incentivi del fondo rotativo di Kyoto occorrerà tempismo nella presentazione della domanda perché il tetto, sebbene generoso, è facilmente raggiungibile. Sarà compito del GSE predisporre la procedura web per la richiesta dell’incentivo, in accordo con l’Enea che dovrà fornire le indicazioni tecniche. Il GSE entro il 4 marzo dovrà dare il via alle richieste.

Interventi incentivabili

Sono incentivabili, alle condizioni e secondo le modalità di cui all’allegato I i seguenti interventi di incremento dell’efficienza energetica in edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, dotati di impianto di climatizzazione:

a) isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato;

b) sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi delimitanti il volume climatizzato;

c) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti generatori di calore a condensazione;

d) installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti con esposizione da Est-Sud-Est a Ovest, Þ ssi o mobili, non trasportabili.

Sono incentivabili, alle condizioni e secondo le modalità di cui all’allegato II, i seguenti interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza:

a) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;

b) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa;

c) installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling;

d) sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore.

Gli interventi realizzati ai fini dell’assolvimento degli obblighi di cui all’art. 11 del decreto legislativo

n. 28/2011 accedono agli incentivi previsti al presente decreto limitatamente alla quota eccedente quella necessaria per il rispetto dei medesimi obblighi.

Ammissibilità agli incentivi

Per tutte le tecnologie ammesse a incentivo, il nuovo decreto stabilisce una serie di valori prestazionali minimi. In particolare, l’incentivo risulta commisurato all’energia rinnovabile prodotta e al risparmio energetico conseguito e sarà differenziato per taglie e zone climatiche.

Ad esempio, per accedere agli incentivi le caldaie a biomassa, devono essere installate in sostituzione di caldaie e di impianti per il riscaldamento delle serre preesistenti, alimentati a biomassa, gasolio o carbone. Sono escluse quelle che utilizzano rifiuti biodegradabili urbani o industriali.

Per le pompe di calore elettriche e a gas, l’incentivo erogato è calcolato tenendo conto della taglia dell’impianto, della zona climatica, dell’energia prodotta e delle prestazioni dell’impianto.

Per caldaie a biomassa, stufe e termocamini a pellet, termocamini a legna, l’incentivo è calcolato in relazione all’energia prodotta, alla potenza dell’impianto, alle ore di funzionamento, alla zona climatica e all’emissione di polveri.

Sul solare termico e solar cooling, l’incentivo si calcola per metro quadro installato: 170 euro/mq fino a 50 mq di superficie e 55 euro/mq per impianti oltre i 50 mq di superficie; l’incentivo sale rispettivamente a 255 e 83 euro/mq se si tratta di impianti di solar cooling cioè raffrescamento.

Come accedere agli incentivi

I soggetti che intendono accedere all’incentivo devono presentare domanda al Gse, Gestore dei servizi energetici, entro 60 giorni dalla fine dei lavori. L’istanza va inviata avvalendosi della scheda-domanda che il Gse sta predisponendo che sarà disponibile sul suo sito web (www.gse.it).

Nella domanda deve essere indicato in modo chiaro il tipo di intervento effettuato e la spesa totale ammissibile. La domanda deve essere firmata dal soggetto responsabile e accompagnata da un suo documento di identità.

Alla domanda vanno allegate le schede tecniche dei componenti o delle apparecchiature installate, l’asseverazione di un tecnico abilitato, le fatture attestanti le spese sostenute e l’autocertificazione sul mancato cumulo dei bonus con altri incentivi statali.

Se gli interventi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili prevedono una potenza termica nominale complessiva maggiore di 500 kW ed inferiore o uguale a 1000 kW, accedono ai meccanismi di incentivazione dopo l’iscrizione in appositi registri.

Se richiesti, devono essere presentati anche l’attestato di certificazione energetica, la diagnosi energetica, la dichiarazione di conformità dell’impianto, il certificato del corretto smaltimento degli impianti e il certificato rilasciato dal produttore attestante il rispetto dei livelli emissivi in atmosfera.

In particolare, per gli interventi di isolamento termico, le richieste di incentivo devono essere corredate da diagnosi energetica precedente l’intervento e da certificazione energetica successiva.

Per la sostituzione di finestre, l’installazione di schermature, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale e l’installazione di collettori solari termici, le richieste di incentivo devono essere corredate da diagnosi energetica precedente l’intervento e da certificazione energetica successiva quando l’intervento è realizzato su interi edifici con impianti di riscaldamento di potenza nominale totale del focolare maggiori o uguali a 100 kW.

Tutti i documenti vanno conservati per 5 anni.

Le spese per diagnosi energetica e certificazione energetica sono rimborsate al 100% alle P.A.

Le amministrazioni pubbliche possano “avvalersi dello strumento del finanziamento tramite terzi o di un contratto di rendimento energetico ovvero di un servizio energia, anche tramite un fornitore di servizi energetici.” A tal fine, il GSE entro 90 giorni dall’entrata in vigore del decreto, pubblicherà sul proprio portale un elenco di fornitori di servizi energetici interessati a realizzare e finanziare gli interventi per le P.A.. L’iscrizione all’elenco è volontaria e aperta a tutti.

>>> scarica decreto <<<

2012

Presentazione pubblica dell’ecosportello del Comune di Tollo

Sarà presentato pubblicamente venerdì 30 novembre l’Ecosportello del Comune di Tollo. Cittadini, professionisti e imprese sono invitati ad intervenire presso l’auditorium comunale a partire dalle ore 20.30 per conoscere le opportunità offerte da questo nuovo servizio messo a disposizione dall’amministrazione comunale e gestito dalle società C.A.Sa. ed Edenia, specializzate nel settore dell’efficienza energetica e della progettazione bioecologica.

L’iniziativa, grazie al servizio di informazione e consulenza gratuita offerto, è finalizzata a diffondere le tematiche dell’efficienza energetica e della bioarchitettura e a favorire una nuova cultura ambientale e un nuovo modo di vivere nella città e nella propria casa che evolva secondo criteri di sostenibilità.

Durante l’incontro interverrà il Sindaco, Angelo Radica, la consigliera delegata all’Ambiente, Fabiola Quintilii Di Ghionno, e i tecnici delle società C.A.Sa. ed Edenia, Carmela Palmieri, Ugo Esposito e Giancarlo Odoardi.

L’ecosportello sarà aperto ogni ultimo venerdì del mese presso la sede municipale, ma sarà possibile porre quesiti anche on-line.

ecosportello@come.tollo.ch.it
costruireabitaresano@virgilio.it
info@edeniaweb.it

 >>> scarica locandina <<<

2012

UMIDITÀ DA CONDENSAZIONE, patologie, diagnosi e sistemi d’indagine

La crescente attenzione alle tematiche del risparmio energetico stanno portando alla realizzazione di edifici che consumano sempre meno energia, ma che a volte trascurano gli aspetti igrometrici. Infatti, non sempre si valuta che la presenza dei ponti termici in un edificio, oltre a determinare notevoli dispersioni di calore, può diventare anche causa della diminuzione del comfort abitativo e della loro salubrità e igiene. Paradossalmente proprio gli edifici a basso consumo energetico, se non adeguatamente progettati, possono presentare problemi di umidità da condensazione più rilevanti rispetto a quelli costruiti qualche decennio fa.

Di fatto, l’effetto dei ponti termici aumenta proporzionalmente alla qualità energetica dell’involucro: se un edificio ha un involucro ben isolato e a tenuta con una dispersione termica globale abbastanza bassa, evidentemente la parte di energia dispersa attraverso i ponti termici assumerà un’importanza maggiore rispetto al caso di un edificio con un involucro scarsamente isolato, che ha quindi dispersioni molto elevate.

Questo effetto “percentuale” delle dispersioni dei ponti termici nell’ambito del bilancio energetico di un edificio è poi notevolmente amplificato e reso “patologico” dalla presenza di veri e propri errori progettuali nella definizione delle caratteristiche termiche delle diverse parti dell’involucro edilizio.

Non è raro imbattersi in progettazioni e realizzazioni che, a fronte di soluzioni a elevato isolamento termico per la parete corrente, presentano su travi e pilastri una semplice tavella in laterizio o un esiguo strato di materiale isolante. In questi casi è evidente che il problema delle dispersioni termiche è associato all’abbassamento di temperatura in quei punti e alla formazione di condense.

Infatti, negli ultimi decenni, i problemi legati alla formazione di condensa e alla conseguente comparsa di macchie di umidità e di muffe sulle pareti degli ambienti abitati sono tra le patologie più diffuse nell’ambito delle costruzioni. Le cause che alimentano queste problematiche sono molteplici e possono, in certi casi, combinarsi tra loro rendendo difficile l’individuazione della natura precisa del fenomeno.

....

leggi l’articolo completo pubblicato sulla rivista “azero”

2012

La riqualificazione del patrimonio edilizio in Abruzzo

08.11.2012 | ore 10.00
Grand Hotel Adriatico – Viale Carlo Maresca 10 | MONTESILVANO

Il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica fissati a livello europeo, passa necessariamente per il recupero degli edifici esistenti, chein Italia sono oltre 58 milioni, di cui oltre il 70% antecedenti la prima legge sul risparmio energetico, erappresentano un enorme potenziale. La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente è sicuramente una necessità per la collettività ed un’importante opportunità per i professionisti e per le imprese. Gli interventi normativi nel settore dell’edilizia e dell’efficienza spingono, infatti, proprio in questa direzione. Questo il tema fondamentale del seminario, che attraverso gli interventi dei vari relatori, affronterà gli aspetti legati alla normativa, all’approccio progettuale, e alla selezione di tecnologie e materiali
per gli interventi di riqualificazione energetica. Il seminario, ideato e organizzato da EdicomEdizioni, si terrà a Montesilvano (PE)presso il Grand Hotel Adriatico, giovedì 8 novembre a partire dalle ore 10.00.

EdicomEdizioni
tel. 0481.722166 | fax 0481 485721
eventi@edicomedizioni.com

Programma

ore 9.30 introduzione
riqualificazione del patrimonio edilizio
Recupero e ampliamento: la riqualificazione del patrimonio edilizio in Abruzzo. Normative e incentivi, approccio progettuale e metodologie operative
arch. Carmela Palmieri CASa Costruire e Abitare Sano

ore 10.00 approfondimenti
recupero e ampliamento. tecnologie e materiali

Calcestruzzo cellulare: pannelli per isolamento interno ed esterno, murature monostrato
Domenico Chiacchio

Protezione e impermeabilizzazione di strutture e facciate: obblighi di legge e indicazioni della normativa italiana
ing. Gianluca Belverde

Tris® ed Ecopor®: sistemi costruttivi ad alte prestazioni termiche ed acustiche
geom. Alessandro Conforti

Tetti verdi e giardini pensili: soluzioni tecnologiche
per costruire con il verde
Paolo Menghetti

Il seminario si svolge nell’ambito di azero expomeeting Pescara, seminari tecnici e rassegna espositiva sulle soluzioni tecnologiche e i materiali per recuperare, riqualificare, rigenerare il patrimonio edilizio esistente.

Con il patrocinio di:
Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Pescara
Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pescara

Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Pescara( i crediti formativi saranno riconosciuti in base alle ore di partecipazione)
Collegio dei Periti Industriali e P.I. Laureati della Provincia di Pescara (i crediti formativi saranno riconosciuti in base alle ore di partecipazione)

>>> scarica programma <<<

2012

Vandalismo urbano: il problema dei graffiti nel centro storico

Venerdì 19 ottobre presso la Chiesa di San Bartolomeo si svolgerà il convegno aperto al pubblico “Vandalismo urbano: il problema dei graffiti nel centro storico”, con la partecipazione di autorevoli opinion leader locali (moderatore Franco Valente) e degli architetti Maria Carmela Frate, Fabio Armillotta e Paolo Walter Di Paola, che porteranno le personali esperienze nel campo della valorizzazione del luoghi urbani. Contenere il dilagare di scritte e pastrocchi non è infatti l’unico strumento per preservare la qualità degli spazi pubblici, soprattutto delle zone più svantaggiate. Le decorazioni pavimentali, realizzate in aree pedonali o marginali delle città, stanno conquistando l’attenzione dei progettisti e degli amministratori più attenti al benessere collettivo. Nel novembre 2011, a pochi giorni dalla disastrosa alluvione, Docchem ha realizzato, insieme a Unicef promotrice del progetto, la prima Strada Amica dei Bambini d’Italia, in via Fiasella a Genova (progetto di Silvia Rizzo). La decorazione su asfalto, dai colori estremamente vivaci e resistenti, rappresenta un Labirinto del colore, con giochi e spunti didattici ispirati alle esigenze e ai desideri dei cittadini più giovani. L’opera ha riscosso un generale entusiasmo, anche al di fuori di Genova, e conta già diverse imitazioni.

Il convegno è patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dalla Regione Molise, dalla Provincia e dal Comune di Campobasso, dal Collegio dei Geometri, dell’Associazione Borghi d’eccellenza del Molise. Al termine dei lavori un concerto su musiche di Giusi Serra per il quartetto vocale “Il cor gentile” e il sestetto di flauti “Les flûtes Enchantées” e un buffet offerto dal Pastificio La Molisana.

>>> scarica locandina <<<

2012

CORSO di FORMAZIONE per ENERGY MANAGER 2012

Esperti nell’utilizzo razionale delle risorse energetiche (III edizione)

Dopo il notevole successo delle precedenti edizioni partirà a fine ottobre la terza edizione del corso per energy manager organizzato da Eway soc. coop. in collaborazione con ACEER “Associazione certificatori energetici ed energy manager”, ENEA “Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile” e FIRE “Federazione Italiana per l’uso razionale dell’Energia”.

Il corso è rivolto a diplomati o laureati con un’adeguata formazione tecnico-scientifica di base e si svolgerà a Spoltore (PE) dal 26 ottobre al 30 novembre. Alla conclusione del corso è previsto un incontro seminariale di approfondimento nella giornata del 7 dicembre 2012. Ai partecipanti verrà rilasciato, ai sensi dell’art. 19 della legge n.10/91, un “attestato di partecipazione” ENEA.

>>>Scarica il programma<<<

Per informazioni ed iscrizioni:
arch. Alceste Russo
085/4159810 / fax 085/7992231
a.russo@ewaycoop.it – formazione@ewaycoop.it

2012

La riparazione e il miglioramento sismico degli edifici ai sensi delle N.T.C. 2008: tecniche tradizionali e innovative a confronto

Il 20 settembre, le manifestazioni del SISMO 2012  – Salone su Rischio Sismico, Conoscenza, Pianificazione e Mitigazione, prevede la presentazione del Sistema Φ, metodo innovativo di miglioramento e adeguamento sismico mediante l’utilizzo di acciai inox.

Di seguito si riporta il programma:

20 settembre, ore 11.30
Fiera di Ferrara – Sala C

La riparazione e il miglioramento sismico degli edifici ai sensi delle N.T.C. 2008:
tecniche tradizionali e innovative a confronto

– Il consolidamento degli edifici in muratura: tipologie costruttive e nuova normativa sismica
Fabio Armillotta

– Tecniche innovative di miglioramento e adeguamento sismico mediante l’utilizzo di acciai inox: il sistema Φ
Gianfranco Forcucci

– La progettazione strutturale ai fini del miglioramento sismico
Alessandro Di Camillo

 

2012

Corso gratuito per “RESTAURO E VALORIZZAZIONE DELLA PIETRA NEI BENI CULTURALI E ARCHITETTONICI”

Il “Tecnico qualificato in design dei materiali lapidei” opera nella progettazione, creazione e salvaguardia di oggetti e manufatti in pietra caratteristici dell’artigianato artistico, occupandosi anche della valorizzazione del prodotto dell’integrazione con altri materiali.

Promotori: SGI, Universita’ degli Studi dell’Aquila, ENEA, Comune di Tagliacozzo, C.A.Sa. Costruire Abitare Sano, ERIGEO, FOCUS
Durata: 1260 ore (di cui 480 di laboratorio) + 6 mesi di tirocinio formativo
Sede: SGI srl, via F. Crispi 17 – Avezzano
Numero allievi: 13
Qualifica: Tecnico qualificato in design dei materiali lapidei
Destinatari: 13 giovani, disoccupati o inoccupati.
Diaria oraria: 2,50 €/Ora per la frequenza alle attività d’aula (1260 ore) e 500€ mensili durante le attività di tirocinio
Inizio previsto: settembre 2012
Iscrizione: iscrizioni aperte fino al 14/09/2012
Requisiti: giovani disoccupati, residenti in Abruzzo e in possesso della Laurea in Architettura, Urbanistica o Conservazione dei Beni Culturali. E’ prevista una riserva per le donne pari a 7 posti disponibili e per l’utenza immigrata pari a 2 posti.
Requisiti minimi preferenziali: conoscenza pc, certificato di idoneità fisica allo svolgimento della professione, esperienze pregresse nel settore di riferimento.

Per iscrizioni ed informazioni:                                                                                                 >>> scarica locandina <<<

SGI Srl
Via F. Crispi 17 – 67010 AVEZZANO
Tel. 0863.410876
e-mail: corsi@sgi-informatica.it
Sito web: www.sgi-informatica.it

FOCUS Srl
Via Santina Campana 24 – 65125 PESCARA
Tel. 085.4159868
e-mail: info@focus.abruzzo.it
Sito web: www.focus.abruzzo.it               

2012

Corso GRATUITO di GREEN ENERGY AUDIT

Tecnico per la diagnosi energetico-ambientale del patrimonio edilizio

Sono aperte le iscrizioni per la selezione di 15 diplomati di età compresa tra i 18 e i 29 anni, residenti nella Provincia di Chieti, per la partecipazione al corso gratuito di “Green Energy Audit” organizzato dall’Ente di FormazioneFOCUS SRL,nell’ambito delle attività finanziate dal P.O. FSE Abruzzo 2007-2013 Piano Operativo 2009-2011.

Il Green Energy Audit rappresenta l’approccio più innovativo alla diagnosi energetica degli edifici, in quanto fornisce gli elementi per comprendere i vantaggi ottenibili una volta attuate le misure per il miglioramento energetico ed ambientale, e per avviare un processo di certificazione secondo i protocolli di certificazione energetico-ambientale (ESIT® del Protocollo Itaca, LEED®, ecc.).

Il Green Energy Audit va quindi oltre la diagnosi finalizzata a ridurre i consumi di energia, ma punta a indirizzare gli interventi alla complessiva riqualificazione sostenibile dell’edificio esistente, anche ai fini dell’ottenimento della certificazione ambientale. Scopo del corso è quello di illustrare e far comprendere l’efficacia di questo nuovo approccio per promuovere in modo concreto azioni di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente, mediamente caratterizzato da notevoli inefficienze che portano a sprechi di energia che si possono e si devono evitare, ottenendo due obiettivi: la riduzione drastica dei consumi energetici, quindi delle spese di gestione e l’impatto sull’ambiente, e la valorizzazione dell’immobile intesa come incremento del suo valore di mercato.

Al termine del corso di 400 ore, di cui 140 di stage presso imprese/studi professionali operanti nel settore, sarà rilasciato ai partecipanti un attestato di qualifica professionale della Regione Abruzzo codice ISTAT-ISFOL NUP06: 3.1.1.1.3. – Tecnici del risparmio energetico e delle energie rinnovabili.

Per iscrizioni ed informazioni rivolgersi, entro e non oltre il 17 luglio 2012, a:

FOCUS Srl – ViaSantina Campana 24 – 65125 PESCARA Tel. 085.4159868 e-mail:info@focus.abruzzo.itSito web: http://www.focus.abruzzo.it

La domanda d’iscrizione è disponibile sul sito web e va consegnata a mano, via fax o spedita per posta raccomandata (non fa fede il timbro postale) con fotocopia del documento di identità e curriculum vitae

>>> scarica locandina <<< 

2012

Restauro e Tutela delle superfici dell’architettura storica

Un seminario di aggiornamento tecnico per i professionisti

 Venerdì 22 giugno alle ore 15.30 si terrà presso l’Auditorium Petruzzi del Museo delle Genti d’Abruzzo di Pescara il seminario tecnico “Restauro e Tutela delle superfici dell’architettura storica. Problematiche e soluzioni innovative”, organizzato dalla ditta Docchem srl (specializzata nella produzione di sistemi evoluti per la finitura delle superfici architettoniche) in collaborazione con lo studio CASa Associati di Pescara e la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per l’Abruzzo. Tema del seminario sarà l’approccio alle superfici storiche, con particolare attenzione ai temi del colore e della tutela dei materiali tradizionali.

Interverranno ai lavori, moderati da Fabio Armillotta dello studio CASa, i Presidenti dell’Ordine degli Architetti Massimo Palladini, dell’Ordine degli Ingegneri Maurizio Vicaretti e del Collegio dei Geometri Tiziana Finaguerra. Relazioni dei Funzionari della locale Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici, Patrizia Tomassetti, Aldo Pezzi e Claudio Ciofani, e di Svevo Salvini, che porterà l’esperienza del centro storico di Genova in riferimento alla riscoperta e riproposizione dei colori storici. Maria Carmela Frate, architetto specializzato nel restauro conservativo del patrimonio architettonico e monumentale del centro Italia, illustrerà le linee guida fondamentali di progetto ed esecuzione dell’intervento di restauro. Seguiranno relazioni tecniche sull’utilizzo di una nuova categoria di prodotti a base di resine fluorurate (Colordoc®), destinati alla finitura e alla protezione delle superfici architettoniche, antiche e contemporanee, che presentano caratteristiche particolarmente interessanti in relazione a reversibilità del trattamento e durata delle prestazioni nel tempo, tutela ambientale e sicurezza degli operatori, versatilità delle applicazioni.

A corredo dell’incontro verranno eseguite delle applicazioni dimostrative di sistemi antigraffiti (pulitura e protezione), sulla facciata della casa natale di Gabriele d’Annunzio, sede della Soprintendenza.

Alle ore 19.00, durante l’aperitivo offerto dagli organizzatori, sarà presentato il volume Restauro Conservativo e Tutela Ambientale (Dario Flaccovio editore, 2012) curato da M.C. Frate e F. Trivella.

L’iniziativa è patrocinata dagli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti e dal Collegio dei Geometri, che riconoscerà tre crediti per la formazione professionale continua ai Geometri partecipanti.

>>> scarica scheda di adesione <<<

2012

Torna Emergìe, rassegna sull’efficienza energetica e le rinnovabili

.

IV Edizione 15-16-17 giugno 2012 – Porto turistico di Pescara

Torna, dal 15 al 17 giugno, all’interno Porto Turistico Marina di Pescara Emergìe, la rassegna dedicata all’efficientamento energetico ed alle fonti rinnovabili, organizzata dalla Camera di Commercio al Porto Turistico Marina di Pescara. Tre giorni articolati in tre diverse attività: dall’esposizione degli operatori regionali all’interno del padiglione agli incontri d’affari con ditte nazionali ed internazionali, fino ad un’azione di informazione della cittadinanza sul tema del risparmio energetico. Diversi, inoltre, gli appuntamenti collaterali che spazieranno dai workshop di settore a concerti e spettacoli serali sul tema dell’eco-sostenibilità. La mission di Emergìe è creare, con la collaborazione delle associazioni di categoria, rapporti proficui tra le imprese per mettere a punto efficaci strumenti di promozione commerciale e diffusione delle tecnologie più recenti; trovare sinergie e soluzioni applicabili al contesto locale, coinvolgendo Enti, Università, Ordini Professionali; promuovere i temi dell’efficienza, dell’energia e dell’ambiente.

La rassegna, quest’anno, oltre all’ampio programma di workshop, propone anche una interessante novità. Infatti, la Camera di Commercio di Pescara con il contributo della casa editrice Maggioli e dell’ANCE, ha istituito 2 premi:

– Premio: Comunicatore ECO-FRIEND.

L’iniziativa ha l’obiettivo di selezionare e premiare chi utilizza i nuovi media per promuovere, con gli strumenti dell’informatica ed una sintassi innovativa, i temi trattati da Emergìe 2012 ossia dell’energia rinnovabile e dell’efficienza energetica.

– Premio: soluzioni per l’efficienza energetica e l’energia rinnovabile.

L’iniziativa ha l’obiettivo di selezionare e promuovere la qualità progettuale e realizzativa nell’ambito delle Tecnologie per l’efficienza energetica e le energie rinnovabili. Per i progettisti qualificati e le società professionali è un’opportunità per mostrare le proprie competenze e promuovere la propria attività nel territorio.

Per maggiori informazioni: http://www.emergie.it

2012

Corso GRATUITO di “ Tecnico dell’ispezione e manutenzione di edifici storici “

Il tecnico dell’ispezione e manutenzione di edifici storici opera nel settore della conservazione architettonica, nell’ambito di imprese di restauro o all’interno di istituzioni culturali pubbliche e private sia come dipendente che come consulente libero professionista. Si occupa di riconoscere e analizzare i dati relativi ai materiali impiegati nelle costruzioni, alle tecniche di esecuzione e allo stato di conservazione degli edifici storici al fine di individuare ed eseguire interventi di conservazione e manutenzione volti a prevenire, limitare e/o rimuovere dall’edificio le cause di degrado e di dissesto delle superfici.

.

Promotori:  SGI, Universita’ degli Studi dell’Aquila, ENEA, Comune di Tagliacozzo, C.A.Sa. Costruire Abitare Sano, ERIGEO, FOCUS 

Durata:  1260 ore (di cui 480 di laboratorio) + 6 mesi di tirocinio formativo 

Sede:  SGI srl, via F. Crispi 17 – Avezzano 

Numero allievi:  13 

Qualifica:  Tecnico dell’Ispezione e Manutenzione di Edifici Storici 

Destinatari:  13 giovani, disoccupati o inoccupati. 

Diaria oraria:  2,50€/Ora per la frequenza alle attività d’aula (1260 ore) e 500€ mensili durante le attività di tirocinio 

Inizio previsto:  11/05/2012 

Iscrizione:  iscrizioni aperte fino al 30/04/2012 

Requisiti:  giovani disoccupati, residenti in Abruzzo e in possesso della Laurea in Architettura, Urbanistica o Conservazione dei Beni Culturali. E’ prevista una riserva per le donne pari a 7 posti disponibili e per l’utenza immigrata pari a 2 posti.

Requisiti minimi preferenziali: conoscenza pc, certificato di idoneità fisica allo svolgimento della professione, esperienze pregresse nel settore di riferimento.

 

Per iscrizioni ed informazioni:

SGI Srl
Via F. Crispi 17 – 67010 AVEZZANO
Tel. 0863.410876
e-mail: corsi@sgi-informatica.it
Sito web: http://www.sgi-informatica.it

FOCUS Srl
Via Santina Campana 24 – 65125 PESCARA
Tel. 085.4159868
e-mail: info@focus.abruzzo.it
Sito web: http://www.focus.abruzzo.it                                                                                >>> scarica locandina <<<

2012

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE – II edizione

Dal D.Lgs. 192/05 al D.Lgs. 28/11: la classificazione degli edifici a livello nazionale e gli attestati di qualificazione e certificazione energetica degli edifici

Il corso di 32 ore strutturato in 8 moduli didattici, intende fornire al professionista le conoscenze tecniche propedeutiche alla qualificazione e certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi. Il corso ha come obiettivo fondamentale chiarire e semplificare gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi della qualificazione e delle certificazione energetica degli edifici.

FINALITA’
Fornire ai tecnici un aggiornamento per una migliore comprensione degli strumenti e delle procedure per la certificazione energetica alla luce dei recenti cambiamenti normativi.

CONTENUTI
Il quadro legislativo di riferimento e la sua evoluzione
La certificazione energetica degli edifici
La progettazione dell’involucro
L’efficienza energetica degli impianti e le fonti energetiche rinnovabili
La diagnosi energetica degli edifici esistenti

DOCENTI
Il corso sarà tenuto da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 32 ore e si articolerà in n. 8 incontri a cadenza settimanale (venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00)

SEDE
Scuola edile di Chieti, via Aterno n. 187, località Brecciarola – Chieti

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è 400,00 € e comprende il materiale didattico. Per gli iscritti agli Ordini e Collegi della Provincia di Chieti e all’associazione ACEER Abruzzo è previsto uno sconto del 25% sul costo di iscrizione.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 75% delle ore del corso.

PATROCINI
Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Chieti;
Fondazione dei Geometri della Provincia di Chieti;
Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali laureati della Provincia di Chieti;
ACEER (Associazione Certificatori Energetici ed Energy Manager) Abruzzo.

CREDITI
I Geometri e i Geometri laureati, i Periti Industriali e i Periti Industriali laureati potranno chiedere il riconoscimento dei crediti formativi professionali ai rispettivi collegi di appartenenza.

2012

CATASTO PER LE CERTIFICAZIONI ENERGETICHE ANCHE IN ABRUZZO

Il sistema sarà attivato entro 90 giorni, mentre entro l’anno l’Enea ha garantito di catalogare in formato elettronico gli attestati di certificazione energetica (1251 al 31 dicembre 2011) e le autocertificazioni (1473) per le classi energetiche “G”, già pervenute agli Uffici regionali.

Grazie ad un accordo siglato dalla Giunta regionale con l’ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie l’energia e lo sviluppo sostenibile, anche in Abruzzo le certificazioni energetiche degli edifici pubblici e privati saranno gestite on line, attraverso il portale della Regione Abruzzo.
L’Enea, infatti, realizzerà un sistema informatico, con accesso tramite internet, che conterrà i dati relativi alla prestazione energetica degli edifici di tutto il territorio abruzzese. I vantaggi di questo database saranno molteplici, poiché da una parte permetterà di snellire la procedura di raccolta degli attestati di certificazione energetica prevista dalle linee guida nazionali per la certificazione energetica (DM 26/06/09), dall’altra sarà utile per monitorare le prestazioni energetiche degli edifici, ottenere valori di riferimento rappresentativi degli attuali consumi energetici degli edifici e individuare priorità di intervento politiche e tecniche finalizzate al risparmio energetico.
E proprio su quest’ultimo aspetto si è soffermato l’assessore regionale alle Politiche energetiche, Mauro Di Dalmazio, che ha evidenziato come, coerentemente con la strategia comunitraria ‘20.20.20’ sul clima, riqualificando l’intero patrimonio edilizio esistente in Abruzzo, l’83 % del quale è stato costruito prima del 1981, si potrebbe ottenere un risparmio del 30 per cento circa. Mauro Marani, responsabile della rete territoriale dell’ENEA, ha invece sottolineato l’importanza di questo sistema informatico per la certificazione energetica, in vista della realizzazione a livello nazionale di un catasto energetico. L’esperienza abruzzese, tra le prime a partire ufficialmente, sarà un punto di partenza nella costruzione di una mappatura che, grazie anche all’introduzione di verifiche e di adeguati controlli, consentirà di ottenere una rappresentazione sotto il profilo energetico degli edifici decisamente rappresentativa della realtà.

2012

Strumenti innovativi di housing sociale: l’autocostruzione associata e assistita

Si terrà venerdì 9 marzo 2012, ore 17.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Caramanico un seminario sull’Autocostruzione organizzato dalla Comunità Montana Montagna Pescarese.

Autocostruire significa edificare abitazioni a basso costo sviluppando, al contempo, legami sociali, occasioni di formazione di mano d’opera, nuove opportunità di impiego e di integrazione di gruppi sociali. È una pratica edilizia con precise modalità e tecnologie costruttive sostenibili ed energeticamente efficienti, diretta ed assistita da professionisti. La metodologia utilizzata si fonda sul lavoro dei futuri proprietari che si trasformano in muratori, carpentieri, idraulici, elettricisti e falegnami. Con il sostegno delle Amministrazioni locali, delle organizzazioni territoriali e di una mirata facilitazione al credito, donne e uomini di nuclei familiari italiani e stranieri a basso reddito, con l’autocostruzione possono veder realizzato il sogno di avere una propria abitazione, abbattendo drasticamente i costi di costruzione e cominciando a pagarla, con rate di mutuo accettabili, solo a costruzione ultimata.

L’incontro è stato organizzato per informare e stimolare le Amministrazioni Pubbliche aderenti alla Comunità Montana Montagna Pescarese al fine di individuare congiuntamente possibili modalità di attuazione sul territorio di un progetto di autocostruzione.

Durante l’incontro saranno descritte le strategie operative e le azioni, formali e informali, necessarie per l’avvio e la gestione di un progetto di Autocostruzione.

A seguito del seminario citato, ed in funzione delle auspicabili manifestazioni di interesse da parte degli Amministratori locali è prevista, nelle settimane seguenti, l’organizzazione di incontri tecnici con i Comuni che vorranno aderire all’iniziativa e che ne condivideranno modalità e finalità.

>>> SCARICA PROGRAMMA <<<

2012

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICI

Dal D.Lgs. 192/05 al D.Lgs. 28/11: la classificazione degli edifici a livello nazionale e gli attestati di qualificazione e certificazione energetica degli edifici

Il corso di 32 ore strutturato in 8 moduli didattici, intende fornire al professionista le conoscenze tecniche propedeutiche alla qualificazione e certificazione energetica degli edifici alla luce dei recenti aggiornamenti normativi.
Il corso ha come obiettivo fondamentale chiarire e semplificare gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi della qualificazione e delle certificazione energetica degli edifici.

FINALITA’
Fornire ai tecnici un aggiornamento per una migliore comprensione degli strumenti e delle procedure per la certificazione energetica alla luce dei recenti cambiamenti normativi.

CONTENUTI
Il quadro legislativo di riferimento e la sua evoluzione
La certificazione energetica degli edifici
La progettazione dell’involucro
L’efficienza energetica degli impianti e le fonti energetiche rinnovabili
La diagnosi energetica degli edifici esistenti

DOCENTI
Il corso sarà tenuto da liberi professionisti con esperienza decennale nel settore energetico

DURATA
Il corso avrà una durata complessiva di n. 32 ore e si articolerà in n. 8 incontri a cadenza settimanale (venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00)

SEDE
Scuola edile di Chieti, via Aterno n. 187, località Brecciarola – Chieti

COSTO
Il costo per la partecipazione al corso è 400,00 € e comprende il materiale didattico. Per gli iscritti agli Ordini e Collegi della Provincia di Chieti e all’associazione ACEER Abruzzo è previsto uno sconto del 25% sul costo di iscrizione.

ATTESTATO DI FREQUENZA
La partecipazione dà diritto al rilascio di un Attestato di frequenza conseguibile solo per coloro che parteciperanno ad almeno il 75% delle ore del corso.

PATROCINI
Ordine degli Architetti P.P.C. della  Provincia di Chieti;
Fondazione dei Geometri della Provincia di Chieti;
Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali laureati della Provincia di Chieti;
ACEER (Associazione Certificatori Energetici ed Energy Manager) Abruzzo.

CREDITI
I Geometri e i Geometri laureati, i Periti Industriali e i Periti Industriali laureati potranno chiedere il riconoscimento dei crediti formativi professionali ai rispettivi collegi di appartenenza.

>>> MATERIALI CORSO <<<

2012

Annunci commerciali per la vendita di immobili con classe energetica

E’ entrato in vigore dal 1° gennaio 2012 l’obbligo previsto dall’art. 13 del D.Lgs. 3 marzo 2011, n. 28, che richiede per gli annunci commerciali relativi ad edifici o singole unità in vendita di indicare l’indice di prestazione energetica contenuto nell’attestato di certificazione energetica.

Pertanto, le usuali informazioni che descrivono l’immobile in vendita dovranno essere completate dall’indicazione della classe energetica attribuita dal professionista che ha redatto l’ACE con riferimento ai consumi energetici e all’emissione di CO2 dell’immobile.

L’obbligo riguarderà tutti gli annunci pubblicati su giornali, manifesti, volantini, siti web, trasmessi alla radio o alla televisione, nonché la cartellonistica affissa agli immobili in vendita a prescindere dalla destinazione d’uso. Percui, tra i soggetti interessati alla nuova disposizione non figurano solo gli operatori del settore immobiliare, imprese di costruzione e agenzie di intermediazione immobiliare, ma tutti coloro che pubblicano annunci commerciali inerenti edifici o singole unità immobiliari, anche in veste di privati cittadini.

Solo gli annunci relativi alla locazione di immobili esulano dall’ambito applicativo del nuovo adempimento (tranne nelle Regioni che hanno applicato disposizioni più restrittive), pur restando fermo che, una volta stipulato il contratto di locazione, per gli immobili già dotati di ACE, quest’ultimo dovrà essere consegnato al conduttore, che darà atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione relativa alla certificazione energetica (ex nuovo comma 2-ter dell’art. 6 del DLgs. 192/2005).

L’obiettivo del provvedimento è valorizzare il parametro “classe energetica” e far diventare “l’efficienza energetica” un nuovo valore del mercato edilizio, secondo un percorso simile a quello avviato in passato con gli elettrodomestici, per sensibilizzare alle problematiche energetico – ambientali tutti gli attori del processo edilizio, compresi gli utenti finali.

Infatti, con il nuovo obbligo, i potenziali acquirenti di un nuovo immobile avranno la possibilità di comparare ogni singola offerta con altre analoghe, non soltanto in funzione dei soliti parametri (localizzazione, superficie, distribuzione, pregio, vetustà, stato di manutenzione, ecc.), ma anche con riferimento al livello di efficienza energetica e dei consumi. Il provvedimento, che rappresenta sicuramente, un ulteriore passo avanti verso una maggiore consapevolezza energetica e ambientale delle nostre scelte, ha sollevato, comunque, due questioni:

1) non è specificato se l’obbligo di riportare negli annunci la classe energetica vale solo per gli immobili già provvisti dell’ACE (lettura plausibile, attenendosi alla formulazione letterale della norma) oppure se, secondo l’interpretazione più restrittiva ma prevalente, l’obbligo valga anche per gli immobili che siano ancora sprovvisti dell’ACE, con il conseguente insorgere della necessità di far redigere l’attestato.

2) la mancanza di riferimento a sanzioni per chi ometterà di indicare la classe energetica. Infatti, non essendoci indicazioni nella normativa nazionale, valgono i riferimenti delle diverse leggi regionali in materia di certificazione energetica, poiché alcune Regioni, come ad esempio la Lombardia, hanno già provveduto ad integrare la loro normativa in materia, prevedendo un’apposita sanzione amministrativa compresa tra un minimo di 1.000 e un massimo di 5.000 euro, “che compete, con il relativo introito, al Comune nel quale è ubicato l’edificio”. Altre Regioni, quali ad esempio il Piemonte e l’Emilia Romagna, non hanno al momento assunto disposizioni in merito.

2011

CLIMA-ENERGIA – Le opportunità per la pubblica amministrazione

Convegno a Tocco da Casauria – giovedì 15 dicembre 2011 ore 9,30

Il “Pacchetto clima-energia” impone alle aziende private e pubbliche un approccio più responsabile e manageriale nei confronti dell’utilizzo delle fonti energetiche.

CoopServizi, tenendo conto delle esperienze nazionali e locali di Legacoop, ha voluto concorrere all’attivazione di azioni virtuose orientate alla sensibilizzazione delle politiche energetiche per la riduzione di CO2, l’utilizzo delle fonti rinnovabili e più in generale per il risparmio energetico.

L’organizzazione della IIedizione del Corso di formazione per Esperti nell’utilizzo razionale delle risorse energetiche, che ha visto coinvolti per 6 settimane esperti e formatori della scena accademica e professionale nazionale e locale, è stata l’occasione per l’ideazione di un convegno a Tocco da Casauria, comune abruzzese simbolo dell’autosufficienza energetica, durante il quale interverranno autorevoli rappresentanti delle Istituzioni ed esperti del settore energetico.

Durante il convegno, che vuole essere un momento d’incontro e di confronto sulle tematiche energetiche, soprattutto nel mondo della Pubblica Amministrazione, si parlerà del “Patto dei Sindaci” e dello stato di attuazione di questa iniziativa nella Provincia di Pescara.

>>> SCARICA PROGRAMMA <<<

2011

Conferenza di Durban 2011: si raggiungerà l’accordo per Kyoto “2”?

A Durban, in Sudafrica, è iniziata il 28 novembre la diciassettesima Conferenza (COP17) sui cambiamenti climatici organizzata dall’Onu. I rappresentanti di circa 200 Paesi dovranno in dieci giorni trovare un’intesa su come contenere l’aumento della temperatura media globale entro i due gradi per bloccare il surriscaldamento del Pianeta.

Due le questioni principali sul tavolo: se e come proseguire il protocollo di Kyoto, l’unico trattato internazionale vincolante per ridurre le emissioni inquinanti in scadenza nel 2012, e se istituire un Fondo verde per il clima da 100 miliardi di dollari all’anno fino al 2020 per aiutare i Paesi più poveri a sostenere i costi della riduzione delle emissioni di gas serra.

Ma questi obiettivi sono considerati da molti difficili da raggiungere poiché è evidente che alcuni dei maggiori inquinatori mondiali come Stati Uniti (che non hanno mai ratificato il protocollo di Kyoto), Giappone, Russia, India e Brasile sono favorevoli a rallentare i negoziati sul clima e a prendere una pausa di riflessione fino al 2015, mentre l’Europa vorrebbe cominciare subito una nuova roadmap negoziale per un trattato globale che entri in vigore per il 2015. Nel frattempo a mostrare la loro preoccupazione sono invece i piccoli Stati del mondo, ossia Venezuela, Cuba, Bolivia, Ecuador, Honduras, Nicaragua, Dominica, Saint Vincent e Grenadine, Antigua e Barbuda, i più colpiti dai danni climatici, che vorrebbero un taglio immediato delle emissioni e spingono per trovare un nuovo accordo valido almeno fino al 2020, invitando però i Paesi sviluppati ad assumersi le proprie responsabilità riguardo alle maggiori emissioni del passato.

L’Europa ha la possibilità di costruire un’alleanza trasversale tra i paesi industrializzati e in via di sviluppo in grado di spingere Stati Uniti, Cina e India ad approvare un mandato per sottoscrivere un accordo globale che abbia come riferimento fondamentale il protocollo di Kyoto. Il nuovo accordo dovrà rispettare i principi di equità riconosciuti dalla convenzione sul clima (UNFCCC), tener conto delle responsabilità storiche dei paesi industrializzati, essere adottato entro il 2015 ed entrare in vigore non oltre la fine del secondo periodo d’impegno del protocollo di Kyoto. Solo in questo modo sarà possibile avviare un processo credibile di riduzione delle emissioni – in coerenza con le ultime previsioni scientifiche – di almeno l’80% entro il 2050 e tenere sotto controllo i mutamenti climatici in atto. Si tratta per l’Ue di un impegno che non richiede grandi sforzi aggiuntivi rispetto all’obiettivo comunitario già fissato del 20% di riduzione delle emissioni entro il 2020 e di un aggiornamento al 30% entro la stessa data. L’aggiornamento sarebbe, per altro, una procedura tecnica, già prevista dal Protocollo di Montreal per la protezione dello strato d’ozono, che non comporta una nuova ratifica.

Tuttavia, con i governi del Nord del mondo concentrati sui problemi della finanza, la crisi ecologica è passata in secondo ordine. Purtroppo anche i media non hanno acceso i riflettori su questo problema fondamentale, rivelandosi così profondamente funzionali a questo sistema economico-finanziario che, di fronte al suo evidente fallimento, non mette in discussione l’attuale modello di sviluppo e continua ottusamente a parlare di “crescita” e contemporaneamente di sviluppo sostenibile nelle conferenze di settore, come se le due cose fossero separate.

Greenpeace ha pubblicato un interessante rapporto per Durban “Who is holding us back?” (Chi rema contro?) in cui si evidenzia come le multinazionali, le vere grandi elettrici dei governi, siano fortemente interessate a mantenere lo status quo. Chi sono queste multinazionali rilevate nel documento di Greenpeace? “Soltanto negli Stati Uniti, ogni anno si spendono 3,5 miliardi di dollari in attività di lobby a livello federale. Royal Dutch Shell, Edison Electric Institute, PG&E, Southern Company, Exxon Mobil, Chevron, BP e Conoco Phillips sono nella lista dei 20 più grandi lobbisti. L’organizzazione non governativa 350.org stima che il 94% dei contributi dell’US Chamber of Commerce siano stati usati per sostenere candidati che negano l’esistenza dei cambiamenti climatici. Associazioni di categoria di settori specifici, come l’American Petroleum Institute, la Canadian Association of Petroleum Producers, l’Australian Coal Association, l’Energy Intensive User Group in Sud Africa o le associazioni europee dell’acciaio e della chimica come la Cefic, la Business Europe e l’Eurofer hanno preso apertamente posizione contro le misure per tagliare le emissioni di gas serra e fatto campagne per l’utilizzo indiscriminato di fonti fossili di energia.”

E così, all’inizio dell’ultima e cruciale settimana di negoziazione a Durban ancora poco si è mosso verso un nuovo accordo vincolante che possa sostituire il Protocollo di Kyoto. Anzi, il raggiungimento del cosiddetto Kyoto 2 sembra ancora lontano. Tuttavia, è stata decisa la sede della prossima Conferenza mondiale sul Clima, la Cop18, che si svolgerà in Qatar, Paese che emette più CO2 pro-capite (53,4 tonnellate all’anno, tre volte quelle di un americano e 10 quelle di un cinese) dal 26 novembre al 7 dicembre 2012.

C’è tempo ancora fino al 9 dicembre e allora non ci resta che associarci all’invito di Greenpeace e mandare la nostra cartolina virtuale al neo ministro dell’Ambiente Corrado Clini “Il clima cambia. La politica deve cambiare” sperando che l’Italia possa finalmente assumere “una posizione forte e ambiziosa per la salvaguardia del clima e per il rinnovo del protocollo di Kyoto“.

2011

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NEGLI EDIFICI

Partirà venerdì 18 novembre la seconda edizione del corso sulla certificazione energetica degli edifici organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P.e C. della Provincia di Teramo con il coordinamento scientifico di Costruire Abitare Sano. La Regione Abruzzo, ad oggi, non ha una propria legislazione sulla certificazione energetica e non è richiesta nessuna specifica abilitazione per la redazione degli attestati energetici. Tuttavia, con la pubblicazione delle Linee Guida Nazionali sulla G.U. nº158 del 10 luglio 2009 sono stati definiti i meccanismi essenziali del processo di certificazione energetica degli edifici, che consentendo agli operatori l’applicazione della procedura in tutte le regioni prive di una specifica legislazione e sono sempre di più i tecnici che approfondiscono questa tematica, ormai diventata fondamentale completamento delle competenze professionali nel settore dell’edilizia e anche nuova opportunità di sbocco professionale. Il corso è strutturato in modo da fornire un aggiornamento per una migliore comprensione degli strumenti e delle procedure per la certificazione energetica alla luce dei recenti cambiamenti normativi.

.

.

Obiettivo fondamentale del corso è chiarire e semplificare gli aspetti applicativi, spesso complicati da problematiche di coordinamento tra le diverse fonti normative o da lacune che affidano all’interpretazione soggettiva alcuni aspetti operativi della qualificazione e della certificazione energetica degli edifici.

CONTENUTI
IL QUADRO LEGISLATIVO DI RIFERIMENTO E LA SUA EVOLUZIONE
LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI
LA PROGETTAZIONE DELL’INVOLUCRO
L’EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI
LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI

DURATA

Il corso avrà una durata complessiva di n. 28 ore e si articolerà in n. 5 incontri teorici di 4 ore ciascuno, 8 ore di esercitazione pratica e 4 ore di approfondimento sui sistemi radianti e le caldaie a condensazione.

>>> PROGRAMMA <<<

2011

Rendimento energetico degli edifici: nuovo richiamo Ue all’Italia

Il 29 settembre 2011 la Commissione europea ha chiesto formalmente all’Italia di conformarsi all’integralità delle norme Ue in materia di rendimento energetico dell’edilizia e ha deciso di inviarle un parere motivato. Si tratta, in realtà, del secondo avviso. Infatti, già nel novembre 2010 (IP/10/1561) la Commissione aveva richiamato l’Italia ad osservare le norme della direttiva 2002/91/CE. Sebbene nel frattempo le autorità italiane abbiano preso misure supplementari, la Commissione ritiene che la legislazione italiana non soddisfi completamente gli obblighi UE. Grazie alle norme europee sugli attestati di rendimento energetico i cittadini europei sono più attenti ai consumi energetici delle proprie abitazioni e al modo in cui ridurli. Questi attestati devono essere rilasciati da esperti qualificati indipendenti per tutti gli edifici nuovi e per quelli già esistenti. La legislazione italiana, invece, autorizza i proprietari ad autocertificare il rendimento energetico se dichiarano che il loro edificio appartiene alla classe di consumo inferiore (G) e che i costi energetici per l’eventuale inquilino o acquirente saranno molti alti. In pratica, ciò significa che il nuovo proprietario o inquilino dell’edificio non riceve alcuna informazione sui futuri costi energetici né alcun ragguaglio su come migliorare nella maniera più conveniente il rendimento energetico dell’edificio. Inoltre, quando si tratta di affitto, la legge italiana prescrive gli attestati di certificazione energetica solo per i nuovi edifici, mentre non li considera obbligatori per gli edifici esistenti che non ne abbiano già uno al momento della conclusione del contratto d’affitto. Rimane anche disatteso l’obbligo di garantire controlli regolari degli impianti di condizionamento. Questi controlli servono ad assicurare il rendimento ottimale degli impianti e devono includere anche consigli e informazioni sulle possibili migliorie e soluzioni alternative.

Se entro due mesi l’Italia non adotterà opportune misure, la Commissione potrà decidere di deferirla alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea. Nel frattempo, mentre non è stato ancora completato il recepimento della direttiva 2002/91/CE, è stata varata la nuova direttiva 2010/31/CE sull’efficienza energetica in edilizia, che prevede la progettazione di “edifici ad energia quasi zero” e che l’Italia dovrà recepire entro luglio 2012.

2011

ACEER e ACEER Abruzzo al SAIEnergia

.

.

.

.

ACEER – Associazione Certificatori ed Energy Manager Regionali sarà presente a SAIEnergia, Salone delle energie rinnovabili e tecnologiche a basso consumo per il costruire sostenibile (pad. 26).

 ACEER parteciperà a questo importante evento fieristico creando, presso il proprio stand C79B80, uno spazio di divulgazione delle attività professionali nel quale saranno ospitati tutti i colleghi che vorranno illustrare progetti, materiale tecnico, articoli, pubblicazioni e quant’altro da essi prodotto dedicato ai temi dell’efficienza energetica e della sostenibilità nelle costruzioni.

ACEER Abruzzo avrà il piacere di presentare, nella giornata del 06/10/2011, le pubblicazioni di due professionisti soci: “Le scelte fotovoltaiche per l’edilizia abitativa alla luce del IV Conto Energia” – Bruno De Nisco – , un manuale per i rofessionisti dell’edilizia che non essendo esperti della tecnologia fotovoltaica, vogliono apprendere le tecniche di integrazione e dimensionamento degli impianti fotovoltaici e le problematiche amministrative, normative ed economiche connesse; “Impianti per edifici a basso consumo energetico” – Carmela Palmieri, Fabio Armillotta, Marco Santomauro -, una fonte d’informazione e suggerimenti sulle diverse tecnologie e sistemi impiantistici che si possono adottare nella progettazione per ridurre l’impatto ambientale degli edifici.

ACEER Abruzzo sarà presente anche nella sezione seminari con due interventi:

“L’efficienza Energetica come valore aggiunto nell’edilizia”  Dott. Luca Lella – Vice presidente ACEER Abruzzo – Project Manager MEETs S.r.l

“L’Energy Manager: una nuova professione” Arch. Alceste Russo – Presidente ACEER Abruzzo – Responsabile Tecnico MEETs S.r.l

                                                   .

>>> scarica comunicato stampa <<<

2011

Expomeeting Abruzzo: progettare edifici ad energia quasi zero

.

Grande successo per il programma convegnistico di Expomeeting Abruzzo, evento ideato e coordinato da Edicom Edizioni, che coniuga seminari tecnici e convegni con una rassegna espositiva di materiali e soluzioni tecnologiche per l’efficienza energetica e la sostenibilità.

Anche l’appuntamento di Pescara, dopo quello di Brescia, Bari, Roma, Cagliari, Bologna e Trieste, ha, infatti, registrato un notevole successo di pubblico. I circa 250 progettisti iscritti hanno colto quest’importante momento di dialogo, confronto e aggiornamento sui temi della progettazione integrata a servizio dell’efficienza energetica e della sostenibilità e, grazie alle aziende presenti, hanno potuto approfondire esigenze di cantiere, dettagli e problematiche progettuali con vere e proprie consulenze offerte da tecnici specializzati.

Nell’ambito degli argomenti affrontati dai convegni, particolare interesse ha suscitato il tema degli edifici a energia quasi zero, introdotto dalla Direttiva Europea 2010/31/UE, che spinge i progettisti verso una nuova frontiera della progettazione.

. . .

>>> Scarica l’intervento “Progettare edifici ad energia quasi zero” <<<

2011

CORSO di FORMAZIONE – Esperti nell’utilizzo razionale delle risorse energetiche (II edizione)

CoopServizi e ACEER in collaborazione con

ENEA “Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile”

FIRE “Federazione Italiana per l’uso razionale dell’Energia”

organizzano un corso di formazione per ENERGY MANAGERS rivolto a diplomati o laureati aventi una adeguata formazione tecnico-scientifica di base.

Il corso si svolgerà a Pescara nei mesi di ottobre/dicembre 2011. Ai partecipanti verrà rilasciato, ai sensi dell’art. 19 della legge n.10/91, un “attestato di partecipazione” ENEA

.

informazioni/iscrizioni
arch. Alceste Russo
tel. 085 4159715 / fax 085 7992231
abruzzo@aceer.it

>>> scarica programma <<<                                                                                                                                >>> scarica locandina <<<

2011

Expomeeting Abruzzo_Efficienza energetica e sostenibilità

Si terrà il prossimo 21 settembre, presso il Palacongressi d’Abruzzo a Montesilvano, l’Expomeeting EfficienzaEnergetica e Sostenibilità, un evento ideato e coordinato daEdicomEdizioni, che coniuga seminari tecnici e convegni con una rassegna espositiva di materiali e soluzioni tecnologiche per l’efficienza energetica e la sostenibilità.

Il programma convegnistico è articolato su due tematiche: progettare edifici a energia quasi zero e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. La parte espositiva è organizzata con aree create appositamente per gli incontri, la richiesta di informazioni, il recupero di materiale e l’approfondimento tecnico con i consulenti aziendali. Un’opportunità per tutti i tecnici di aggiornarsi sulle tecnologie in maniera nuova, coerentemente con i bisogni e le attività professionali.

Expomeeting è un evento light, local, low energy.

.

Expomeeting Abruzzo

21.09.2011

Efficienza energetica e sostenibilità

Palacongressi d’Abruzzo

viale Aldo Moro

Montesilvano

9.00_14.00

Quota di partecipazione: Gratuito

.

Segreteria organizzativa

tel. 0481.722166

fax 0481.485721

eventi@edicomedizioni.com

.

>>> scarica programma <<<

2011

Convenzione Quadro tra ENEA e Università dell’Aquila per ricerche architettura sostenibile ed efficienza energetica

Dopo il recente Protocollo d’Intesa tra l’ENEA e la Regione Abruzzo, per la realizzazione di iniziative per promuovere l’efficienza energetica ed il risparmio energetico negli usi finali e per favorire lo sviluppo di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili sul territorio regionale è la volta dell’università dell’Aquila. Infatti, lo scorso 21 giugno, il Rettore dell’Università degli Studi dell’Aquila, prof. Ferdinando di Orio e il Commissario dell’ENEA, Ing. Giovanni Lelli, hanno firmato una Convenzione Quadro per la realizzazione di attività didattiche e di ricerca congiunte. La collaborazione tra le parti sarà principalmente volta alla realizzazione di iniziative di sostegno alla ricostruzione della città dell’Aquila, con tecnologie innovative e sostenibili dal punto di vista sismico, energetico, ambientale ed economico, relativamente ai seguenti temi:

• Architettura sostenibile (ingegneria sismica, edilizia energetica);

• Sviluppo urbano sostenibile (mobilità, pianificazione territoriale, servizi ed infrastrutture innovativi);

• Energetica sostenibile (fonti rinnovabili, generazione distribuita);

• Uso sostenibile delle risorse (ciclo dei rifiuti, gestione e riciclo di materiale edile, riuso del patrimonio edilizio antico e nuovo).

• Mitigazione e prevenzione dei rischi sismici e di dissesto idro-geologico;

• Caratterizzazione del territorio, protezione ambientale e interventi per il risanamento con approccio multidisciplinare (ingegneria, geologia, chimica e geochimica ambientale, microbiologia ambientale, ecotossicologia, sensoristica e modellistica).

La convenzione prevede anche la possibilità di attivare iniziative didattiche congiunte tra l’ENEA e l’Università dell’Aquila, in modo da migliorare ulteriormente l’offerta formativa sul territorio.
Va ricordato che l’ENEA, dopo aver collaborato attivamente con il Dipartimento della Protezione Civile nella fase di emergenza seguita al terremoto dell’Abruzzo del 6 aprile 2009, ha anche attivato da tempo un Protocollo d’Intesa con il Comune dell’Aquila per le attività di sostegno alla ricostruzione della Città. La Convenzione Quadro siglata con l’Università dell’Aquila, completa il panorama dei contatti istituzionali dell’ENEA sul territorio e l’Agenzia potrà mettere a disposizione dell’Aquila e degli altri Comuni del cratere le proprie competenze per la ricostruzione di questa parte di territorio.

2011

EDILIZIA ECOSOSTENIBILE

Intervista rilasciata dall’arch. Carmela Palmieri sull’efficienza energetica e sostenibilità in architettura per la trasmissione televisiva DIRE & FARE – ABRUZZO CHANNEL

2011

Edilizia sostenibile, nasce il marchio di qualità ESIT

E’ avviato ufficialmente il processo di certificazione nazionale energetico-ambientale degli edifici basata sul Protocollo Itaca e sull’SBTool Itala (Sustainable Building Tool Italia), sviluppato e applicato in contesti diversi a partire dal 2000 e promosso dalla Conferenza delle Regioni.

È stato lanciato ufficialmente il marchio di certificazione ESIT, un acronimo che sta per “edilizia sostenibile Italia”. Si tratta di un passo significativo che dovrebbe liberare il protocollo di sostenibilità ambientale ITACA da un utilizzo marginale e localizzato. Negli anni è stato infatti adottato dagli enti locali per attestare la sostenibilità di interventi edilizi agevolati e per alcune autorizzazioni legate al piano casa.

Con la collaborazione siglata tra ITC-CNR, ITACA e iiSBE Italia prende vita il Marchio di Qualità per l’Edilizia Sostenibile Italiana ESIT (Edilizia Sostenibile Italia), processo di certificazione volontaria rivolto all’intero comparto dell’edilizia e delle costruzioni che si propone di attestare e garantire la sostenibilità ambientale e l’efficienza energetica degli edifici, inclusi materiali, tecnologie e processi costruttivi.

Al certificato Protocollo ITACA ed SBTool Italia viene associato il Marchio di Qualità ESIT per favorire la comunicazione e la riconoscibilità sul mercato del livello di prestazione raggiunto. Possono essere certificati Protocollo ITACA nazionale: edifici residenziali e uffici, edifici commerciali, scuole ed edifici industriali, nonché altre destinazioni d’uso ed edifici speciali. Il costo della certificazione dipende dalle dimensioni e dalla destinazione d’uso degli edifici. La documentazione tecnica necessaria per l’ottenimento del Certificato Protocollo ITACA – o SBTool Italia – e del Marchio di Qualità ESIT può essere predisposta da professionisti abilitati presso i propri ordini di riferimento, da professionisti “Esperto Protocollo Itaca” o da organismi di certificazione. A seguito della validazione, sia in fase di progettazione sia di realizzazione dell’edificio, operata dall’organismo terzo IRcCOS (Istituto di Ricerca e Certificazione delle Costruzioni Sostenibili), viene emesso il certificato finale. Il Certificato finale potrà essere corredato: da una targa apponibile anche sull’immobile (attestante il livello di sostenibilità raggiunto), dalla licenza di utilizzo del Marchio di Qualità ESIT abbinabile a ogni comunicazione e/o informativa dell’Impresa e/o del Professionista.

Nell’ambito dell’iniziativa Esit, saranno anche organizzati corsi nazionali di formazione “Esperto protocollo ITACA” e “Impresa protocollo ITACA” rivolti rispettivamente a progettisti e imprese di costruzione. Saranno infine promossi seminari e workshop dedicati al tema della certificazione di sostenibilità in edilizia.

Il prossimo corso è in programmazione a Roma dal 15 luglio: Corso “Esperto Protocollo ITACA” per professionisti (modulo base). Per informazioni: http://www.kyotoclub.org

2011

Un premio per architetti ed ingegneri che hanno progettato o realizzato opere di architettura nei comuni abruzzesi colpiti dal sisma del 6 aprile 2009

Nell’ambito delle proprie iniziative culturali la Fondazione Ludovico degli Uberti promuove il “Premio d’architettura contemporanea italiana Ludovico degli Uberti”.

Per questa prima edizione si intende operare nel territorio abruzzese colpito dal terremoto del 6 aprile 2009, con l’intento di valorizzare opere di architettura contemporanea che implementino la presenza di emergenze architettoniche in città che devono ritrovare la centralità.

La documentazione per la partecipazione al premio è disponibile su:

www.fondazioneludovicodegliuberti.it

2011

CONVEGNO “ECOSTRUIAMO IN AFRICA – IPOTESI PER UN FUTURO”

CERIGNOLA – 2011

SABATO 18 GIUGNO 2011 ALLE ORE 18.30, A CERIGNOLA (FG), PRESSO IL PALAZZO COCCIA, SITO IN VIA GARIBALDI, SI TERRÀ IL CONVEGNO “ECOSTRUIAMO IN AFRICA – IPOTESI PER UN FUTURO”, EVENTO ALLA CUI ORGANIZZAZIONE HA COLLABORATO, FRA GLI ALTRI, L’O.A.P.P.C. FOGGIA. IN ALLEGATO MANIFESTO E INVITO CON PROGRAMMA DEL CONVEGNO.

2011

Votiamo SI al referendum per fermare il nucleare

ITALIA – 2011

I giudici dell’Ufficio per il referendum hanno deciso che il 12 e il 13 giugno gli italiani potranno usare anche la scheda grigia relativa al nucleare e a maggioranza hanno “trasferito” il quesito originale, lungo molte pagine, sui commi 1 e 8 del “decreto omnibus”, convertito in legge dal Parlamento a fine maggio. Il primo comma prevedeva la “moratoria nucleare” e il secondo affidava al Presidente del Consiglio il varo di un piano energetico nazionale.

Così il 12 e il 13 giugno ci troveremo davanti ad una domanda abbastanza chiara: abrogazione delle nuove norme che consentono nel territorio nazionale la produzione di energia elettrica nucleare.

La vittoria dei sì eliminerebbe l’ambiguità sulla “moratoria nucleare” chiesta dal governo in attesa degli stress test europei sugli impianti del continente e bloccherebbe la possibilità di progettare e costruire nuove centrali nucleari in Italia.

In realtà, già 24 anni fa con un referendum si era stabilito che il nucleare non ci interessava, ma evidentemente non è bastato e mentre in Europa le centrali si dismettono, in Italia sono stati rispolverati vecchi progetti, mettendogli l’etichetta della modernità dell’ultima generazione, ignorando completamente il volere dei cittadini, che avevano espresso molto chiaramente il loro dissenso. Per questo è necessario ancora una volta esprimere il nostro dissenso.

Noi riteniamo che la diffusione delle centrali nucleari non sia la soluzione ai problemi energetici della nostra nazione, perché si tratta di una fonte energetica non rinnovabile, altamente pericolosa e con irrisolti problemi di accumulo e smaltimento delle scorie, il cui sviluppo toglie finanziamenti alla diffusione delle rinnovabili e diffonde la cultura dell’aumento dei consumi energetici, atteggiamento che va in direzione opposta ai principi della sostenibilità.

Noi crediamo che l’efficienza energetica degli edifici e l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili siano la direzione giusta verso cui muoversi e ci impegniamo concretamente attraverso il nostro lavoro per dare un contributo alla diffusione di queste tematiche.

Noi voteremo SI al prossimo referendum del 12 e 13 giugno per dire no al nucleare.

 

2011

Accordo strategico REGIONE ABRUZZO – ENEA per l’efficienza energetica

ABRUZZO – 2011

Anche l’Abruzzo ha deciso di attivarsi per l’efficienza energetica e lo sviluppo delle rinnovabili in maniera più strutturata e per farlo ha stretto un accordo strategico con l’ENEA. L’intesa ha lo scopo di favorire lo sviluppo di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, promuovere l’efficienza energetica degli edifici e la sostenibilità ambientale delle nuove costruzioni e l’ENEA assicurerà il supporto necessario a sviluppare nuovi programmi e progetti incentrati sullo sfruttamento di eco-tecnologie innovative che potrebbero garantire alla Regione nuovi quantitativi di energia alternativa. “La centralità della questione energetica e ambientale per lo sviluppo competitivo e sostenibile è alla base delle attività di ricerca e di trasferimento tecnologico che l’ENEA svolge per il Paese, e con questa collaborazione vogliamo mettere in campo le nostre specifiche competenze per uno sviluppo del sistema energetico regionale nel rispetto dell’ambiente – ha sottolineato il commissario dell’ENEA, ing. Giovanni Lelli. Con questo accordo si consolida la presenza dell’ENEA in Abruzzo e per rafforzare la collaborazione e fornire un’adeguata e tempestiva risposta alle esigenze in ambito locale, i tecnici del Centro di Consulenza Energetica Integrata dell’ENEA, già operante in Abruzzo a Pescara, si trasferiranno presso la sede regionale.

Il Protocollo d’intesa firmato lo scorso 15 aprile dal commissario dell’ENEA e dall’assessore all’Ambiente ed Energia della Regione Abruzzo si aggiunge agli accordi di collaborazione della Regione con il CNR, incaricato di elaborare le linee guida per l’edilizia ecologica in Abruzzo.

Pertanto, a breve, potrebbe essere colmata la lacuna a livello regionale, di norme e indirizzi operativi in materia di efficienza energetica e sostenibilità, per sostenere anche in Abruzzo scelte e soluzioni tecnologiche più rispondenti alle esigenze di sviluppo sostenibile del territorio.

2011

L’ACEER – Associazione Certificatori Energetici ed Energy Manager Regionali – al Greenbuilding di Verona

VERONA – 2010

Greenbuilding, mostra e convegno internazionale su efficienza energetica e architettura sostenibile in programma alla Fiera di Verona dal 4 al 6 maggio, quest’anno ospiterà ACEER – Associazione Certificatori Energetici ed Energy Manager Regionali.

ACEER (www.aceer.it) partecipa a questo importante evento fieristico creando, presso il proprio stand F 8.2, uno spazio di divulgazione dell’attività professionale dove saranno ospitati, a titolo gratuito, tutti i Colleghi che vogliano illustrare progetti, materiale tecnico, articoli, pubblicazioni e quant’altro da essi prodotto dedicato ai temi dell’efficienza energetica e della sostenibilità nelle costruzioni.

Sarà, pertanto, possibile partecipare come uditore ma anche come relatore agli incontri, della durata di 45 minuti circa, in cui i relatori potranno esporre le loro tesi – progetti – attività, con l’ausilio di slide e presentazioni, a partire dal 4 maggio alle 9.30 presso lo stand sopra segnalato del Padiglione 6 dell’Ente Fieristico di Verona.

2011

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI: le novità introdotte dal D.Lgs. 28/2011

ITALIA – 2011

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – supplemento ordinario n. 81 alla GU n. 71 – del 28 marzo, il controverso d.lgs. 28/2011, recante attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili. Il Decreto si inserisce nel quadro della politica energetica europea volta a ridurre la dipendenza dalle fonti combustibili fossili e le emissioni di CO2, nel rispetto delle direttive comunitarie che impongono all’Italia l’obbligo di raggiungimento degli obiettivi del 17% di energia prodotta da fonti rinnovabili entro il 2020 e propone degli aggiornamenti anche in tema di certificazione energetica. Infatti, tra le principali novità introdotte dal decreto, all’art. 13, capo II, comma 2-ter e 2-quater c’è l’obbligo di inserire nei contratti di compravendita o di locazione di edifici o di singole unità immobiliari apposita clausola con la quale l’acquirente o il conduttore danno atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione in ordine alla certificazione energetica degli edifici. Nel caso di locazione, la disposizione si applica solo agli edifici e alle unità immobiliari già dotate di attestato di certificazione energetica ai sensi dei commi 1, 1-bis, 1-ter e 1-quater. Questa decisione, apparentemente in discontinuità rispetto a precedenti decisioni del Governo, in realtà è stata una scelta obbligata. Infatti, il nuovo comma 2‐ter dell’art. 6 del d.lgs. 192/2005 è stato inserito a seguito dell’apertura di una procedura di infrazione a carico dello Stato Italiano, che con l’articolo 35, comma 2 bis della legge n. 133/2008 – in difformità rispetto alla Direttiva Comunitaria – aveva abrogato l’obbligo di allegare la certificazione energetica agli atti di trasferimento a titolo oneroso. A questo proposito il 14 marzo il Consiglio nazionale del Notariato ha diramato una nota contenente le prime indicazioni operative precisando che la norma non consente più “deroghe consensuali” alla consegna della documentazione sull’efficienza energetica:le compravendite di immobili, a partire dall’entrata in vigore del decreto legislativo, presupporranno, quindi, che ogni fabbricato ne sia dotato e che l’acquirente abbia ricevuto la documentazione. Nella breve nota il Consiglio Nazionale del Notariato chiarisce anche che nelle regioni ove non esiste legislazione in materia vale sempre l’applicazione dell’articolo 9 dell’allegato A al Decreto Ministeriale del 26 giugno 2009. Detto articolo statuisce, infatti, che per gli edifici di superficie utile inferiore o uguale a mille metri quadrati il proprietario dell’edificio, consapevole della scadente qualità energetica dell’immobile, può scegliere di ottemperare agli obblighi di legge attraverso una sua dichiarazione in cui afferma che l’edificio è di classe energetica G ed i costi per la gestione energetica dell’edificio sono molto alti.

Infine, un ulteriore passo in avanti per la promozione della certificazione energetica verso gli utenti finali è legato all’introduzione nel d.lgs. 28/2011 dell’obbligo di riportare, a decorrere dal 1° gennaio 2012, l’indice di prestazione energetica contenuto nell’attestato di certificazione energetica sugli annunci commerciali di vendita di edifici o di singole unità immobiliari.

2011

AUTOCOSTRUZIONE: un seminario a Guardiagrele

GUARDIAGRELE – 2011

Giovedì 31 marzo – ore16,00 presso la sala consiliare del Comune di Guardiagrele (piazza San Francesco)

AUTOCOSTRUIRE – CON LE MANI. CON LA TESTA
E’ il titolo di un seminario che si terrà giovedì 31 marzo, alle ore 16,00, nella Sala consiliare del Comune di Guardiagrele. L’iniziativa è promossa dal Consorzio di solidarietà Con.Sol. e da Saima, Società Cooperativa Sociale, in collaborazione con le società C.A.Sa, Costruire abitare sano e Edènia – Punto Energia. L’iniziativa è stata inoltre patrocinata dalla Confcooperative Abruzzo, dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Chieti, dalla Comunità Montana della Maielletta e dal Comune di Guardiagrele.

Il seminario intende delineare un percorso che, partendo dai principi dell’Autocostruzione, attraverso percorsi mirati di formazione e qualificazione professionale anche sui principi della bioedilizia e dell’efficienza energetica, possa garantire alle categorie svantaggiate un’opportunità di crescita professionale e di reinserimento nel circuito del lavoro. Di seguito il programma della manifestazione.

Saluti
Sandro Salvi – Sindaco del Comune di Guardiagrele
Floriano Iezzi – Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Guardiagrele
Franco Trovarelli – Presidente Ordine Architetti, P.P.C. della Provincia di Chieti

Presentazione e finalità
Patrizia OrlandiConsorzio Con.Sol.

Strumenti innovativi di housing sociale: l’autocostruzione associata e assistita
Carmela Palmieri Costruire Abitare Sano

Le attività formative e occupazionali sulla bioedilizia per l’autocostruzione
Ugo Esposito Edènia società cooperativa  

Dibattito

Aperitivo di chiusura                                                                                                                      >>> scarica locandina <<<

                      

2011

Presentazione delle “Linee guida sull’uso efficiente dell’energia nel patrimonio storico” al Greenbuilding di Verona

Il tema della riqualificazione energetica degli edifici storici sarà uno degli argomenti principali della quinta edizione di Greenbuilding, mostra e convegno internazionale su efficienza energetica e architettura sostenibile che si terrà a Verona da 4 al 6 maggio.

In un’ottica di incremento dell’efficienza del sistema edilizio esistente e di conservazione del patrimonio architettonico, l’ottimizzazione energetica diventa il centro focale dell’architettura sostenibile. Greenbuilding apre così la sua sessione convegnistica con il convegno inaugurale “Riqualificazione energetica degli edifici storici”, in programma per il mattino del 4 maggio presso la Fiera di Verona.

All’evento saranno presentate in anteprima le “Linee guida sull’uso efficiente dell’energia nel patrimonio storico” promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e redatte con l’intento di fornire indicazioni sia ai progettisti sia alle soprintendenze per la valutazione e per il miglioramento della prestazione energetica del patrimonio culturale tutelato, con riferimento anche alle norme italiane in materia di risparmio energetico e di efficienza energetica degli edifici.

Ai progettisti viene fornito uno strumento per la valutazione della prestazione energetica dell’edificio storico nelle condizioni esistenti e uno schema per il progetto degli eventuali interventi di riqualificazione energetica, concettualmente analogo a quello previsto per le costruzioni non tutelate, ma opportunamente calibrato sulle esigenze e peculiarità del patrimonio culturale. Alle istituzioni preposte alla tutela viene invece fornita la possibilità di formulare, nel modo più oggettivo possibile, il giudizio finale dell’efficienza energetica e sulle condizioni di conservazione garantite dall’intervento.

In programma all’opening session di Greenbuilding interventi di Antonia Pasqua Recchia (capo della Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee) e di Livio De Santoli  (Preside facoltà di Architettura Valle Giulia di Roma) curatore scientifico delle le linee guida. Michele Vio (presidente AICARR), e altri esperti accademici presenteranno casi-studio, rappresentativi sia per tipologie di edifici storici sia per soluzioni prescelte di riqualificazione dell’involucro edilizio e degli impianti tecnologici. Concluderanno testimonianze delle soprintendenze, proprio per rafforzare il “ponte” fra le due comunità professionali ed affinare la ricerca di linguaggi comuni e di terreni di incontro operativi. A completare il focus tematico di Greenbuilding 2011, altri cinque workshop legati al tema della riqualificazione energetica degli edifici storici, concepiti con un particolare taglio dinamico e distribuiti sull’arco di tutti i 3 giorni di manifestazione, che vedranno anch’essi testimonianze privilegiate di progettisti, tecnici della conservazione e aziende specializzate nel settore. >>vai al sito greenbuilding<<

2011

IN ARRIVO LE LINEE GUIDA PER L’EDILIZIA ECOLOGICA IN ABRUZZO

A breve anche l’Abruzzo avrà le sue Linee guida per l’edilizia ecologica. Un comitato composto da rappresentanti della Regione e del CNR è stato incaricato di elaborare le linee guida per l’edilizia ecologica in Abruzzo. L’edilizia ecologica rappresenta uno degli obiettivi inseriti nel Protocollo d’intesa sottoscritto dalla Regione Abruzzo e dal Centro nazionale delle ricerche (Cnr) lo scorso luglio. Il Protocollo, di durata triennale e siglato dal presidente della Regione, Gianni Chiodi e dal presidente del CNR Luciano Maiani, prevede forme di condivisione per tutti gli ambiti della difficile ricostruzione dopo il sisma del 6 aprile 2009. In base all’intesa, è stato nominato un Comitato di gestione paritetico, composto da tre rappresentanti per parte, con il compito di attivare e coordinare iniziative congiunte finalizzate, tra l’altro, a promuovere politiche di innovazione in vari settori. Tra queste, in primo piano figura la promozione di azioni per lo sviluppo sostenibile nell’edilizia residenziale e l’eco qualità architettonica. Il Comitato neo insediato provvederà a definire apposite linee guida, procedendo, successivamente, ad un monitoraggio sul territorio affinché le stesse siano applicate correttamente. In particolare, Regione Abruzzo e Cnr sosterranno realizzazioni di edifici in grado di assicurare lo sviluppo equilibrato e sostenibile del territorio e dell’ambiente urbano; il risparmio energetico, l’utilizzo delle fonti rinnovabili ed il riutilizzo delle acque piovane; il benessere, la salute e l’igiene degli occupanti; l’uso di materiali da costruzione, impianti, elementi di finitura, ed arredi fissi, che non determinino emissioni di gas tossici, particelle, radiazioni o gas pericolosi, nonché inquinamento dell’acqua e del suolo; l’impiego di materiali e manufatti per cui sia possibile il loro riutilizzo anche al termine del ciclo di vita dell’edificio e la cui produzione comporti un basso bilancio energetico. Il presidente Chiodi ritiene di fondamentale importanza questa sinergia tra Regione e Cnr, soprattutto in un momento cruciale per l’edificazione e la riedificazione di immobili nel territorio regionale. Infatti, la tragedia del terremoto dell’Aquila, ha osservato il governatore, impone una particolare attenzione ai processi costruttivi per garantire una migliore qualità di vita alle famiglie, con benefici per la salute e risparmi in termini sia economici che energetici, oltre che una maggiore tutela dell’ambiente circostante. Per questa ragione, nelle more dell’approvazione del nuovo Testo Unico per l’Edilizia, contenente indicazioni in tal senso, ha ritenuto necessario anticipare l’avvio delle attività per mezzo della redazione delle ‘Linee guida’ in collaborazione con il Cnr.

2011

Firmato il decreto sull’adeguamento energetico degli edifici colpiti dal terremoto del 6 aprile

Per gli edifici danneggiati dal sisma e classificati con esito di agibilità “E”, il decreto n. 44 del Commissario per la Ricostruzione del 17 febbraio 2011 prevede l’ammissione a contributo di una spesa aggiuntiva a quella per la riparazione ed il miglioramento sismico, che non superi i 130 €/mq di superficie complessiva dell’edificio, comprensiva di IVA e spese tecniche.
Il contributo è finalizzato ad adeguare l’“involucro” degli edifici alla normativa vigente in materia di efficienza energetica. Infatti si parla di adeguamento dei valori di trasmittanza delle tamponature e degli infissi esterni, della copertura o dell’ultimo solaio sovrastante i locali abitati dell’edificio, del primo solaio sottostante locali abitati, mentre si prevede la deroga per le strutture opache orizzontali tra gli alloggi, nel caso in cui gli interventi di adeguamento comportino un’altezza d’interpiano inferiore ai valori minimi previsti dalle norme. Non vengono citate le strutture verticali tra alloggi.
L’art. 5 specifica che II contributo viene erogato solo nel caso in cui per tutti gli elementi sopra citati si raggiungano i valori di trasmittanza indicati dalla normativa vigente.
Nel caso in cui I’importo del contributo non sia sufficiente a coprire I’intero importo dei lavori per la messa a norma di tutti gli elementi, la parte eccedente resta a carico del richiedente, il quale potrà comunque usufruire, per tale quota, delle agevolazioni previste dalla normativa nazionale e regionale vigente. I benefici previsti dal decreto n. 44 possono essere estesi alle domande già presentate, anche se è stato rilasciato il contributo definitivo, previa presentazione di apposite integrazioni.  >>scarica il decreto <<

2011

Dalla certificazione energetica alla certificazione ambientale degli edifici: il Protocollo Itaca si aggiorna e prova a proporsi come modello nazionale

Una commissione formata dall’istituto Itaca e dai rappresentanti delle diverse Regioni italiane si è riunita lo scorso 17 gennaio per definire, con il supporto tecnico – scientifico di ITC CNR e iiSBE Italia, un sistema omogeneo di valutazione della sostenibilità energetica e ambientale degli edifici valido su tutto il territorio nazionale.

L’obiettivo è ambizioso e l’iter completo di aggiornamento probabilmente richiederà un paio di anni, ma sicuramente si tratta di un lavoro importante perchè permetterà di uniformare un panorama che, attualmente, si presenta piuttosto frammentario e definito a livello locale sulle basi del protocollo Itaca sintetico.

Tra le novità più importanti che si intendono attivare con l’aggiornamento del protocollo Itaca si evidenzia l’estensione del protocollo anche agli edifici non residenziali e alle ristrutturazioni e non solo quindi agli edifici residenziali. Questa fase si prevede che sarà approvata già nel corso del mese di febbraio.
Si punterà anche sulla semplificazione dell’applicazione del protocollo e le schede di valutnzione che dell’attuale protocollo Itaca sono 49 saranno semplificate e ridotte a 34 o 35 al massimo e conterranno gli aggiornamenti alle normative nazionali nel frattempo entrate in vigore.

Un altro aspetto importante è quello che prevede la definizione di un sistema di accreditamento nazionale che sarà affidato ad Accredia, l’unico organismo di accreditamento riconosciuto ad oggi in Italia.

Il Protocollo ITACA è uno strumento per la certificazione del livello di sostenibilità ambientale di edifici che si è sviluppato come una federazione di protocolli di valutazione regionali caratterizzati da una metodologia e da requisiti tecnico-scientifici comuni. L’idea sino ad oggi è stata quella di condividere uno standard comune ma di permetterne una declinazione a livello locale.

Per maggiori informazioni sul Protocollo Itaca: www.itaca.org

2011

SEMPRE PIU’ URGENTE INTERVENIRE SUL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE: Risoluzione del Parlamento Ue per l’avvio di programmi di efficientamento

È necessario, secondo l’europarlamento, avviare dei programmi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, partendo anzitutto dagli edifici pubblici. L’edilizia rappresenta circa il 12% del PIL dell’Unione Europea e gli edifici assorbono circa il 40% del consumo di energia con conseguente emissione di gas a effetto serra di circa il 36%. In tutti i paesi dell’unione europea, le abitazioni esistenti non sono adeguate ai cambiamenti climatici: ci sono case non sufficientemente fresche d’estate e non sufficientemente calde d’inverno. In Italia, in particolare, circa due terzi degli edifici esistenti sono antecedenti al 1973, anno in cui è stata emessa la prima norma sul risparmio energetico nelle nuove costruzioni. Pertanto, circa 17,5 milioni degli edifici esistenti consumano in media tra i 200 e i 250 kwh/mq a e circa 8,8 milioni consumano 150 kwh/mq. Sulla base di tali considerazioni il Parlamento dell’Unione Europea ha approvato una risoluzione che sollecita l’avvio di programmi di efficientamento energetico degli edifici esistenti in tutti i paesi membri. In particolare, con il documento presentato da Bendt Bendtsen (PPE, DK) e approvato nei giorni scorsi con 511 voti a favore, 64 contrari e 57 astensioni, il Parlamento invita la Commissione a promuovere nuove iniziative a sostegno della ristrutturazione degli edifici nel contesto della prossima strategia innovativa. Tra le possibili iniziative propone di:  

– attivare partenariati sull’efficienza energetica con città attive sotto il profilo energetico;
– promuovere la sostituzione di edifici inefficienti, non appartenenti al patrimonio storico-culturale, per i quali interventi di riqualificazione non sarebbero sostenibili né efficaci sotto l’aspetto economico;
– adottare sistematicamente la prassi di bandire appalti pubblici che prevedono criteri di efficienza energetica;
– accelerare l’introduzione di certificati di prestazione energetica rilasciati in modo indipendente da specialisti qualificati e/o accreditati,
– creare sportelli unici che forniscano l’accesso a consulenze tecniche su queste tematiche;
– promuovere incentivi finanziari a livello regionale, nazionale ed europeo.

2010

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA

 

L’attestato di certificazione energetica stabilisce il consumo di energia dell’edificio per il riscaldamento invernale, aiuta a valutarne l’efficienza energetica e a prevederne i costi di gestione. Esattamente come gli elettrodomestici, ora anche le case in vendita e in affitto saranno interessate dalla certificazione e, in base alla loro efficienza energetica, suddivise per classi di consumo. Per l’utente, sia acquirente sia affittuario, è importante conoscere la classe energetica del proprio immobile per sapere quanto consuma e valutare se si possono fare interventi per diminuire i consumi. L’impresa attraverso la certificazione può valorizzare la propria costruzione, informando l’acquirente sulle caratteristiche di consumo del suo edificio.

EDIFICI INTERESSATI DALLA CERTIFICAZIONE

  • La certificazione è già obbligatoria per i nuovi edifici.
  • Per gli edifici preesistenti l’obbligo di dotarsi della certificazione scatta al momento della compravendita, in questa sequenza:

_dal primo luglio 2007 per edifici di superficie utile superiore a 1.000 mq;

_dal primo luglio 2008 per edifici di superficie utile inferiore a 1.000 mq;

_dal primo luglio 2009, per le singole unità immobiliari;

  • La certificazione è indispensabile per usufruire delle detrazioni del 55% sull’IRPEF e per tutte le agevolazioni riguardanti opere che influiscono sulle prestazioni energetiche dell’edifico, dell’appartamento o degli impianti.

COSA PREVEDE LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA

In generale, la certificazione energetica di un edificio esistente prevede un vero e proprio check-up a cura di un professionista qualificato che sulla base dei dati rilevati ne calcola i consumi per attribuirne la Classe Energetica, mentre per un nuovo edificio, già nella fase di progettazione, è opportuno che interagisca con impresa e progettista per raggiungere agevolmente la classe energetica voluta.

Nell’attuale fase applicativa della norma nazionale, in regime transitorio, l’Attestato di Qualificazione Energetica sostituisce l’Attestato di Certificazione energetica. Pertanto, in attesa che vengano pubblicate le Linee Guida nazionali per l’attuazione del d.lgs. 311/06, è possibile attivare la certificazione secondo metodologie e procedure riconosciute a livello nazionale come quella sviluppata dal Sacert.

Il Sacert è un‘associazione no-profit a valenza nazionale per la promozione dell’efficienza energetica nel settore edilizio attraverso azioni di sviluppo e implementazione della certificazione energetica, che ha sviluppato una procedura di calcolo e operativa di elevato livello qualitativo. Tale procedura prevede al termine del percorso di certificazione la “targa energetica”, un importante elemento di visibilità che mette in evidenza le differenze tra un edificio che consuma tanto e un edificio energeticamente efficiente.

VALIDITA’

L’Attestato di Certificazione Energetica ha una validità di 10 anni e deve essere necessariamente aggiornato in caso di intervento sull’edificio o sugli impianti.

2010

PROGETTAZIONE SOSTENIBILE

UNA CASA ENERGETICAMENTE EFFICIENTE: BENESSERE E RISPARMIO
L’obiettivo delle case a risparmio energetico è ridurre al massimo le dispersioni di calore e aumentare il rendimento degli impianti al fine di consumare meno energia per generare calore e trattenere maggiormente quello prodotto. Ne consegue che gli aspetti più importanti sui quali si deve agire sono la produzione del calore (caldaia con rispettivi diffusori) e la sua conservazione (murature e serramenti).
Inoltre, in un approccio edilizio sostenibile la selezione dei materiali da costruzione è un aspetto molto importante. I materiali devono essere valutati con riferimento al loro intero ciclo di vita, considerando i costi ambientali legati a produzione, trasporto e dismissione insieme agli effetti sulla salute di chi vive all’interno degli ambienti. Sono, pertanto, da preferire materiali che utilizzano materie prime rinnovabili o di riciclo e riciclabili come il legno, il sughero, la calce, la fibra di legno.

IN COSA SI DISTINGUE UNA CASA ENERGETICAMENTE EFFICIENTE?
Pareti e solai
Quasi il 70% dei costi energetici sostenuti da una famiglia sono destinati al riscaldamento degli ambienti. Se si considera che una grossa parte delle perdite di calore avvengono attraverso l’involucro dell’edificio è evidente che una buona coibentazione e la riduzione dei ponti termici permette di ottenere risparmi notevoli. Inoltre, un buon isolamento garantisce superfici interne più calde, aumentando il benessere per gli occupanti dell’alloggio. Con un buon isolamento si può arrivare a risparmiare fino al 50-60% dei costi di riscaldamento.
Infissi
Le superfici vetrate rivestono un ruolo importante ai fini dell’ efficienza termica dell’edificio: da un lato favoriscono apporti termici gratuiti, ma dall’altro possono essere punti di dispersione termica.
Per tale motivo le superfici vetrate andranno attentamente dimensionate rispetto all’orientamento e gli infissi dovranno essere a taglio termico e  con doppi vetri isolanti per garantire un buon isolamento termico e acustico.
Impianto di riscaldamento
E’ possibile impiegare sistemi di riscaldamento sani ed efficienti che consentono un ridotto consumo energetico e un minor impatto ambientale con un comfort elevato . Pertanto, sono da preferire generatori del tipo a condensazione che hanno rendimenti superiori al 100% e fumi di scarico a bassa temperatura con ridotte emissioni inquinanti. Per l’utilizzazione del calore negli ambienti una soluzione che consente considerevoli risparmi energetici e un’ottimale diffusione è quella a sistema radiante (a pavimento o a parete). Naturalmente è sempre indispensabile una buona regolazione.
Fonti energetiche rinnovabili
Vento, sole, acqua calore terrestre, biomasse: la natura ci offre fonti energetiche inesauribili e pulite, adatte a fornirci elettricità e calore, il cui contributo alla copertura del fabbisogno di energia è potenzialmente molto consistente. I pannelli solari sono sicuramente la tecnologia più diffusa, affidabile e conveniente per la produzione d’acqua calda da fonte rinnovabile. Ma anche l’utilizzo di pannelli fotovoltaici per la produzione di elettricità, generatori a biomassa, sonde geotermiche o aerogeneratori di piccola taglia sono interventi che, valutandone caso per caso l’applicabilità e la convenienza, offrono importanti contributi alla riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti in atmosfera.

PERCHE’ VIVERE IN UNA CASA ENERGETICAMENTE EFFICIENTE
 consuma meno energia e riduce subito le spese di riscaldamento e condizionamento;
 migliora il livello di comfort ed il benessere abitativo;
 protegge l’ambiente in cui viviamo e contribuisce alla riduzione dell’inquinamento del     nostro paese e dell’intero pianeta;
 si investono in modo intelligente e produttivo i propri risparmi.