Posts tagged ‘RESTAURO’

2018

TUTELA E VALORIZZAZIONE

L’EX CONVENTO DI SAN PANFILO DI SPOLTORE

PESCARA 23 marzo 2018 | Auditorium PETRUZZI | Ore 15.30 – 19.00
Via delle Caserme 24 – Pescara

LOCANDINA-tutela-e-valorizzazione_WEB

Venerdì 23 marzo presenteremo i primi risultati dei lavori di restauro architettonico e artistico dell’ex convento di San Panfilo di Spoltore. Sarà un pomeriggio dedicato alla cultura e all’arte in cui il convento verrà “indagato” attraverso le diverse forme dell’arte e della tecnica; nella prima parte la storia dell’arte, l’architettura e il restauro, nella seconda il cinema e la musica, nella terza la fotografia.

SALUTI ISTITUZIONALI

  • Rosaria Mencarelli (Soprintendente della SABAP-ABR)
  • Roberto Marotta (Presidente dell’Accademia di Belle Arti L’Aquila)
  • Roberto Marzetti (Presidente della Fondazione Genti d’Abruzzo)
  • Giulio De Collibus (Vice Presidente Nazionale dell’Archeoclub d’Italia)

.

IL RESTAURO: Primi risultati / ore 16.00

Nella prima parte della giornata verranno presentati i lavori di restauro architettonico, strutturale e artistico eseguiti ad oggi, sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza, presso il cantiere dell’ex Convento di San Panfilo di Spoltore. I brevi interventi dei relatori illustreranno gli aspetti metodologici dei lavori eseguiti, a partire dalla fase conoscitiva che, attraverso il progetto, ha portato alla realizzazione degli interventi conservativi.

INTRODUZIONE

  • Carmela Palmieri (CASaA Associati)

INTERVENTI

  • Fabio Armillotta (CASaA Associati)
    – Il restauro architettonico e strutturale dell’ex Convento di San Panfilo
  • Elisabetta Sonnino (Restauratrice e docente Accademia di Belle Arti L’Aquila)
    – Dalla conoscenza al restauro: l’esperienza del cantiere scuola dell’Accademia delle Belle Arti L’Aquila

.

“BIANCO DI PIOMBO” – Film di Dino Viani / ore 17.00

Il restauro delle lunette del chiostro ex convento di San Panfilo, a Spoltore, è al centro di “Bianco di piombo”, nuovo racconto cinematografico di Dino Viani.  Nell’immaginario artistico del regista abruzzese, l’intervento di recupero dell’antico manufatto, diventa occasione per una riflessione sulla bellezza e sua caducità. Sulla sacralità del tempo «nel tentativo di arrestarne il passaggio su cose, uomini, sentimenti». Ma anche sul suo potere “salvifico”. Un cinema di poesia, alla ricerca di un nuovo, intimo dialogo con lo spettatore, ammette l’autore. Cinquanta minuti a colori, con l’obiettivo di restituire, dove possibile, l’espressività delle scene francescane raffigurate nelle lunette del porticato (XVII secolo) durante il recente restauro.

PRESENTAZIONE

  • Roberto Marotta (Presidente dell’Accademia di Belle Arti L’Aquila)
  • Marco Brandizzi (Direttore dell’Accademia di Belle Arti L’aquila)
  • Marcello Gallucci  (Docente di Storia dello Spettacolo all’Accademia di Belle Arti L’Aquila)

PROIEZIONE DEL FILM

LA PAROLA ALL’AUTORE

  • Dino Viani con commento sonoro di Carmine Ianieri (Sassofono tenore)

.

PAESAGGIO PRIVATO / ore 19.00

  • Mostra fotografica di Enzo Francesco Testa e Federica Nico

La serie di immagini (18 stampe a colori su supporto rigido di 50 x 70 cm) realizzate all’interno del convento prende vita dall’intento di realizzare un’indagine sulla percezione del luogo: una visione su un mondo di memorie. Una sorta di racconto che per i fotografi prosegue oltre la scelta dell’inquadratura, nel cercare il potere di rivelazione che può possedere un oggetto o un luogo, rinnovare il punto di vista ed orientarsi di nuovo. Ridefinire ed immaginare fotograficamente uno spazio non più come osservatori esterni, ma immergendosi in un’avventura dello sguardo.

PRESENTAZIONE

  • Roberto Marzetti (Presidente del Museo delle Genti d’Abruzzo)
  • Giovanni Tavano (Amministratore delegato CARSa)
2017

BIANCO DI PIOMBO

Un FILM di Dino Viani.
Prodotto da Terre Immaginarie film.

Domani, venerdì 29 settembre 2017, alle ore 20:30 si terrà l’anteprima del film presso la Piazza del Duomo dell’Aquila.

Bianco di piombo racconta la storia del restauro delle lunette del chiostro dell’ex convento di San Panfilo a Spoltore (PE). Il lavoro è stato eseguito dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila, sotto lo sguardo attendo dei docenti.

bianco di piombo

“Ho iniziato un nuovo lavoro: raccontare un restauro. Soprattutto come raccontarlo? Le domande che mi giungono sono infinite. Qui si curano le ferite, le crepe del tempo. L’oblio che vuole avere il sopravvento sul segno, sulla memoria: valore immateriale di un paese. La corsa contro il tempo fatta da un personale “ospedaliero “ specializzato nella cura della bellezza. Siringhe per “consolidare” il muro interno attraverso le crepe. Garze per impedire e contenere (la pelle malata) la perdita dell’intonaco, del colore. Il microscopio che sonda l’anima delle pareti quasi a cercare l’essenza primigenia della bellezza, della storia, dell’intenzione dell’artista. E poi quel silenzio religioso degli operatori, quel suono silente di quei gesti, e gli sguardi dei ragazzi che con la loro energia e giovinezza si oppongono alla devastazione del tempo con i loro sguardi stupiti. Ma chi cura le crepe invisibili dell’anima di ognuno di noi? Quei segni che ci fanno rivolgere lo sguardo dentro e ci fa sentire un po’ più poeti, più belli. Ci vorrebbe un restauratore immaginario, qualcuno, insomma, che ogni tanto ci facesse ritrovare, anche se solo pochi minuti, con una persona cara che non c’è più. Oppure con la persona che abbiamo amato e che vorremmo anche se solo per un attimo sentire la sua voce, una sua carezza, un suo bacio. Qualcosa che ci facesse sentire meno poeti e più stronzi, ma felici, non foss’altro per illuderci che quello che sogniamo può accadere ancora.”

Bianco di piombo è un film sulla bellezza, sul tempo sacrale, che può curare la vita di ognuno di noi se siamo disposti a donarle amore, attenzione. La bellezza come bene universale, immateriale e salvifico.  Il film sarà presentato a L’Aquila in prima nazionale all’interno di Sharpen 2017, notte Europea dei ricercatori, dentro il quale l’Accademia è inserita Alla serata sarà presente il direttore dell’istituto aquilano, prof. Marco Brandizzi, insieme ai protagonisti del film: Prof.ssa Elisabetta Sonnino. Codocente Gabriella Forcucci. Assistenti Anna Rita Di Nardo, Gabriella La Scala.

Il Progetto Archietettonico e la Direzione dei Lavori dell’ex convento, di proprietà della società Collecese s.r.l., sono affidati a  CASa Associati degli architetti Fabio Armillotta, Carmela Palmieri, N. Marco Santomauro. I lavori di restauro archietettonico sono eseguiti da MADIS costruzioni srl.

2017

Concluso il primo lotto del restauro degli affreschi dell’ex Convento di San Panfilo

SPOLTORE, 2017

Grazie alla collaborazione tra la prestigiosa Accademia di Belle Arti dell’Aquila e i fratelli Cerulli Irelli, proprietari del bene, è stato attivato il primo cantiere-scuola di restauro della Provincia di Pescara. I lavori riguardano il restauro delle lunette affrescate del chiostro seicentesco dell’ex Convento di San Panfilo a Spoltore, nell’ambito degli interventi di consolidamento e restauro architettonico dell’intero complesso progettati e diretti dallo studio CASa Associati degli architetti Armillotta, Palmieri e Santomauro.

Il cantiere scuola è un vero e proprio progetto pilota ed ha l’ambizioso obiettivo di realizzare un esempio replicabile di intervento di restauro sui beni artistici integrato al restauro architettonico del manufatto.

Il cantiere scuola, sviluppato anche grazie alla collaborazione di “Officina L’Aquila”, consente a numerosi studenti dell’ultimo anno del Corso di Restauro dell’Accademia di impegnarsi in modo diretto nel restauro dei dipinti gravemente danneggiati, seguendo una precisa metodica di studio e di intervento.

Foto 5Le decorazioni delle 26 lunette del chiostro, raffiguranti le storie di S. Francesco d’Assisi e di S. Francesco di Paola, erano infatti interessate da alterazioni sia strutturali che estetiche estese su una superficie di più di 100 metri quadri che necessitava di urgenti interventi. L’intervento prevede nelle sue linee generali, una preliminare fase di studio e documentazione delle decorazioni a cui seguono le operazioni di messa in sicurezza di tutti i dipinti.

Foto 4

Nella fase conoscitiva è stata eseguita un’attenta campagna diagnostica sia in situ che in laboratorio; in particolare è stata realizzata una mappatura con la termografia ad infrarossi, coordinata dall’arch. Cristina Santacroce, per valutare l’adesione dell’intonaco al supporto e la presenza di eventuali aperture, al fine di supportare la conoscenza del complesso palinsesto dell’edificio. In particolare, un interessante settore di ricerca, teorico e pratico, è stato avviato per l’alterazione dei dipinti relativi alle storie di S. Francesco di Paola, causata dalla presenza di pigmenti a base di piombo, oggi anneriti.

Data l’estensione delle superfici, in questa prima fase del cantiere, sono state scelte delle lunette campione su cui effettuare il completamento del restauro che contempla le fasi di pulitura, stuccatura e reintegrazione pittorica. Gli allievi sono coinvolti in tutte le fasi di lavoro, al fine di implementare il loro percorso formativo e diversi di loro utilizzeranno questa esperienza per l’elaborazione della tesi di laurea.

I lavori si svolgono sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo, con il supporto della Madis Costruzioni, l’impresa che da alcuni anni sta eseguendo gli interventi di consolidamento e di restauro architettonico dell’intero complesso.

Foto 7

2017

LA TERMOGRAFIA applicata all’edilizia storica

Nell’ambito dei corsi di restauro dei dipinti murali della prof. Elisabetta Sonnino, il giorno 23 maggio alle ore 10.00, presso l’Accademia delle Belle Arti di L’Aquila, l’arch. Fabio Armillotta terrà una lezione sulle applicazioni della termografia all’infrarosso nel settore dell’edilizia storica e del restauro.

La lezione rientra nel progetto cantiere-scuola per lo studio ed il restauro dei dipinti murali che si svolgerà nel mese di luglio presso il chiostro dell’ex Convento di San Panfilo di Spoltore.

L’interessante edificio di fondazione quattrocentesca è oggetto di importanti lavori di restauro progettati e diretti dallo studio CASa Associati di Pescara e realizzati dall’impresa Madis costruzioni.

D160_locandina

2015

LA DIAGNOSI ENERGETICA DEGLI EDIFICI

D128_locandinaVenerdì 16 ottobre a partire dalle 9,00 si terrà presso la sede dell’Ordine degli Architetti P. P. e C. della provincia dell’Aquila il corso dal titolo “La Diagnosi Energetica degli Edifici”.

Il corso di 8 ore intende fornire ai liberi professionisti e ai tecnici le conoscenze tecniche propedeutiche ad una corretta diagnosi energetica, anche con l’ausilio di specifiche strumentazioni.

Ai partecipanti saranno riconosciuti 8 crediti formativi professionali a valere nel triennio 2014/16 così come espresso dal Consiglio Nazionale degli Architetti P.P. e C.

Il contributo per la partecipazione è di 30 euro + IVA (22%) e comprende il materiale didattico.

L’efficientamento energetico degli edifici esistenti svolge un ruolo strategico nel raggiungimento degli obiettivi di “consumo quasi zero” indicati dalla Direttiva Europea 2010/31/UE. La diagnosi energetica degli edifici rappresenta lo strumento più efficace per promuovere in modo concreto azioni di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio esistente, mediamente caratterizzato da notevoli inefficienze che portano a sprechi di energia che si possono e si devono evitare.

PROGRAMMA
– Lo scenario delle politiche energetiche europee: dalle Direttive comunitarie alla legislazione nazionale;
– La diagnosi energetica: approccio metodologico e aspetti organizzativi;
– I diversi livelli di diagnosi energetica: l’audit leggero e l’audit di dettaglio;
– Gli strumenti per il rilievo e la valutazione della prestazione dell’involucro, degli impianti e dei parametri ambientali: Diagnosi energetica su edifici esistenti.

.

scarica iscrizione D scarica programma D scarica ocandina D

 

2015

Seminario ad Avezzano dal titolo “Archeologia preventiva: diagnostica e valorizzazione dei contesti in situazioni critiche e di emergenza”

Mercoledì 8 luglio a partire dalle 9,15 si terrà presso la sede del GAL Gran Sasso Velino (Via Sandro Pertini 106 ad Avezzano) il seminario dal titolo “Archeologia preventiva: diagnostica e valorizzazione dei contesti in situazioni critiche e di emergenza”. Il convegno rientra nelle attività del progetto “Talenti per l’archeologia” dell’ATS “Antiqua” e avrà il seguente programma:

Seminario Antiqua luglio_locandina small.

.

.

.

ore 9,30: Fabio Redi
Archeologia d’emergenza e preventiva per la tutela e la valorizzazione dei centri storici

ore 10,15: Fernando Amores
Interventi archeologici e valorizzazione dei centri storici: alcuni esempi a Siviglia

ore 11,00: Raimondo Quaresima
Pietre e cave dell’architettura aquilana

ore 11,45: Fabio Armillotta
Le indagini diagnostiche strumentali per la conoscenza del costruito storico

.

>>> scarica locandina <<<

2015

FAROWORKSHOP

locandina faro minervinoDal 16  al 19 settembre 2015 si terrà a Minervino Murge (BT) “FaroWorkshop – Le nuove tecnologie applicate ai Beni Culturali: il faro votivo di Minervino Murge”.

Il workshop promosso da C.A.Sa. in collaborazione con l’ENEA, il Comune di Minervino Murge e L’Ordine degli Architetti P. P. e C. della Provincia BAT, si pone come obiettivo quello fornire le basi teoriche, metodologiche e strumentali di alto e qualificato livello al fine di operare nel campo del rilievo e della diagnostica per la conservazione e il recupero dei beni culturali.
Sarà dedicata particolare attenzione alle tecniche di telerilevamento di prossimità (droni) di rilievo con laser scanner e  ai metodi di diagnosi strumentale (termografia e georadar).

Al workshop sono invitati a partecipare gli studenti delle Facoltà di Architettura, Ingegneria Edile, Beni Culturali, delle Accademie di Belle Arti, Scuole di Specializzazione, Master e i professionisti (architetti e ingegneri) di tutto il territorio nazionale.

.

>>> vai alla pagina <<<

2015

Progettare un intervento di recupero e riqualificazione: l’edificio e la scala urbana

edicom2_eventi_it_2084349_resource_orig

Giovedì 23 aprile, a partire dalle ore 15,00, si terrà a San Benedetto del Tronto – presso il Centro Congressi Hotel Calabresi viale Marinai d’Italia n. 1 – il seminario tecnico dal titolo Progettare un intervento di recupero e riqualificazione: l’edificio e la scala urbana.

Verranno affrontate le seguenti tematiche:

quadro normativo di riferimento e linee guida metodologiche di intervento per il recupero del patrimonio edilizio esistente: analisi dello stato di fatto dell’edificio, protezione preventiva per la durabilità e sicurezza degli edifici, limiti normativi di prestazione energetica e acustica; casi studio di riqualificazione edilizia nell’ambito di progetti di rigenerazione territoriale: strategie di intervento, dettagli progettuali e tecnologici; consolidamento e rinforzo strutturale, risanamento degli edifici, riqualificazione energetica e acustica mediante tecniche innovative di isolamento interno ed esterno.

Intervengono:
Lara Bassi, redazione rivista azero EdicomEdizioni;
Fabio Armillotta, architetto della società C.A.Sa. Costruire Abitare Sano;
Eddy Tiozzo, architetto consulente tecnico Celenit;
Roberto Di Biase, ingegnere consulente tecnico Volteco;
Cristiano Carletti, consulente tecnico Herz.

Sono riconosciuti i crediti formativi agli architetti e ai periti industriali.

| scarica locandina |

.

2014

TRE PERCORSI FORMATIVI NEL SETTORE DELL’ARCHEOLOGIA ALL’AQUILA

 

Microsoft Word - 22. USM cf8

L’ATS “ANTIQUA” costituita da SGI Srl capofila e Università degli Studi dell’Aquila, ENEA, INGV, Comune dell’Aquila, C.A.S.A. Soc. Coop. a r.l., Società Consortile ERIGEO a r.l., SINTAB srl, FOCUS SRL, Q110 srl, Archeores Srl, nell’ambito delle attività finanziate dalla Regione Abruzzo e Fondo Sociale Europeo (Progetto Speciale “Talenti per l‘Archeologia”) propone di sviluppare diverse professionalità capaci di rispondere a esigenze specifiche evidenziate dalle operazioni di restauro o ricostruzione post-sismica.

I percorsi formativi sono i seguenti:

TECNICO DELL’ARCHEOLOGIA URBANA E DI EMERGENZA CON L’AUSILIO DI NUOVE TECNOLOGIE (250 ore, di cui 156 di laboratorio);

TECNICO COORDINATORE DEGLI INTERVENTI DI CONSERVAZIONE VALORIZZAZIONE DEI SITI URBANI DI CARATTERE ARCHEOLOGICO (400 ore, di cui 300 di laboratorio);

TECNICO COORDINATORE DEGLI SCAVI D’EMERGENZAE DELL’ARCHEOLOGIA PREVENTIVA (400 ore, di cui 300 di laboratorio).

Le lezioni si terranno all’Aquila.

Le iscrizioni sono aperte fino al 9 gennaio 2015.